HomePage | Archivio completo


La comicità Koch in blu-ray, tra parata di star e di... zombi!

"Comic movie" e "Il cacciatore di zombie" in alta definizione


di Francesco Lomuscio07 maggio 2014



La comicità Koch in blu-ray, tra parata di star e di... zombi! Kate Winslet, Hugh Jackman, Halle Berry, Dennis Quaid, Greg Kinnear, Emma Stone, Johnny Knoxville, Naomi Watts, Liev Schreiber, Justin Long, Uma Thurman, Jason Sudeikis, Kieran Culkin, Elizabeth Banks, Josh Duhamel, Anna Faris, Common, Grace Chloë Moretz, Christopher Mintz-Plasse, Gerard Butler, Terrence Howard e Richard Gere.
Con un cast del genere verrebbe tranquillamente da pensare che il film che stiamo per vedere sia uno di quei kolossal hollywoodiani pronti per andare all'Oscar o, comunque, costruiti su grandi storie dal successo sicuro.
Invece, preparatevi ad un concentrato di comicità politicamente scorretta e bad taste, perché, distribuito in blu-ray da Koch Media, quello che avete appena inserito nel vostro lettore è "Comic movie" (2013), lungometraggio a episodi il cui fautore è nientemeno che Peter Farrelly, conosciuto dai più per aver diretto "Scemo & più scemo" (1994) e che è anche qui regista, insieme a Brett Ratner, la succitata Banks, Griffin Dunne, Steven Brill, Steve Carr e James Gunn. Un concentrato di comicità in cui a fare da collante tra le varie storie è uno sventurato sceneggiatore che cerca di convincere un produttore hollywoodiano, suo amico, a produrgli un qualsiasi progetto da lui scritto.

E si passa allora da un appuntamento al buio tra una avvenente zitella e uno scapolo d'oro che si rivela affetto da un grande ed imbarazzante problema genetico alla vergognosa proposta d'amore di una dolce ragazza, passando per il discutibile sistema educativo di due improbabili genitori. Ma abbiamo anche lo sfogo sentimentale tra un cassiere di supermercato e la sua compagna, una folle riunione di lavoro, uno speed dating con supereroi dei fumetti, l'imbarazzante scoperta delle mestruazioni da parte di una ragazzina a casa del fidanzato, la lotta all'ultimo sangue tra un leprecano e due amici per la pelle ed il folle gioco di obbligo e verità voluto da una bella ragazza.
Per concludere con un assurdo discorso di incoraggiamento di un coach di colore alla sua "nera" squadra di basket nell'America degli anni Cinquanta e il morboso rapporto tra un ragazzo e il suo gatto animato, con tanto di gelosia da parte della fidanzata di lui.
Insomma, soprattutto a causa dei grossi nomi coinvolti, un'operazione epocale che fa della risata un vanto, occasionalmente interrotta da spot pubblicitari divertenti quanto i vari segmenti.
Il tutto, al servizio di demenza su celluloide allo stato puro che non pretende certo di entrare negli annali del genere comico, ma che non manca comunque di geniali guizzi di metacinematografia, individuando il suo ingrediente vincente proprio nella scelta di tirare grottescamente in ballo attori che mai avreste immaginato in pecorecci contesti di questo tipo. In fatto di risate atipiche, però, Koch Media non sembra accontentarsi e fa il bis lanciando in alta definizione - con il trailer italiano nella sezione riservata ai contenuti speciali - anche "Il cacciatore di zombie" (2011) dell'argentino Alejandro Brugués, che, nonostante il titolo da horror, mira tutt'altro che a prendersi sul serio.
Aspetto evidente fin dai primissimi minuti di visione dell'avventura intrapresa da Juan alias Alexis Díaz de Villegas, il quale, a fronte del virus che ha finito per trasformare nelle camminanti salme cannibali gli abitanti dell'Havana, cerca di trarre vantaggio economico dalla situazione offrendosi a un prezzo ragionevole come sterminatore di infetti. Segnando soltanto l'inizio di novantasette movimentati minuti destinati a coinvolgere altri, più o meno ridicoli personaggi; a partire dall'amico Lazaro, ovvero Jorge Molina, facilmente dedito alla masturbazione, ma senza dimenticare d'introdurre immancabili sottotesti socio-politici. Perché, man mano che Cuba fa da efficace scenario, da un lato non mancano di essere tirate in ballo l'omofobia e la crisi, dall'altro i leader comunisti arrivano a sostenere che il flagello che ha colpito la popolazione rientra, di sicuro, in un piano escogitato dagli Stati Uniti al fine di annientare il governo.
Mentre, complici i riusciti effetti speciali di trucco, in mezzo a tanto black humour non sono certo gli spargimenti di emoglobina a risultare assenti nel corso dell'elaborato; le cui memorabili sequenze annoverano, tra l'altro, una assurda decapitazione di massa e un balletto improvvisato dal protagonista con un ragazzo infetto al quale è ammanettato.
Con diverse trovate originali e lo sguardo evidentemente rivolto agli splatter d'inizio carriera di Sam Raimi e Peter Jackson. Non ci resta che ridere!



Le ultime dal mondo del cinema.
Il trionfo di The Mandalorian su Disney+
I film della nostra vita, i tornei di Ciak per gli appassionati di cinema
Elite 4: Le storie degli allievi della scuola più elitaria di Spagna potrebbero continuare!
Cortinametraggio 2.0: i vincitori del Festival dei corti più importante d’Italia
Romanzo a Mitford: Andie MacDowell torna finalmente al cinema!
Evangeline Lilly si scusa dopo le critiche dei colleghi
Mistero sul nuovo film di Alejandro G. Inarritu
Freud: Su Netflix la serie sulla controversa gioventù del fondatore della psicanalisi

I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Black Christmas (2019), un film di Sophia Takal con Imogen Poots, Cary Elwes, Brittany O'Grady.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: