03 febbraio 2004 - Conferenza stampa
Intervista a Isabel Coixet
di Valeria Chiari


Prodotto da Pedro e Augustin Almodovar, il quarto lungometraggio di Isabel Coixet accosta magistralmente il desiderio di vita alla realtà tragica della morte, la tristezza della malinconia alla gioia di una nuova e inattesa speranza, narrando la storia di una 23enne già moglie e madre costretta a confrontarsi con un cancro che la ucciderà in pochi mesi. Girato in cinque settimane a Vancouver in Canada la regista spagnola realizza un dramma singolare in cui la preparazione alla morte provoca nella protagonista un nuovo e ben più vitale desiderio di vita.

Anche questa volta ha scelto una storia drammatica...
Si, è vero. In realtà mi piacerebbe fare anche delle commedie ma con il tempo mi sono resa conto che i drammi mi vengono meglio, sono più brava a parlare di persone che hanno a che fare con il dolore e la sofferenza. Ma non mi lascio mai prendere la mano e sono in grado di mantenere tutto in perfetto equilibrio evitando saggiamente scene strappalacrime e di esagerata disperazione.

Il film per quanto sia pervaso dal senso della morte potrebbe essere però considerato come un singolare inno alla vita...
Assolutamente si. Certo la protagonista che sa di morire fin dall'inizio non promette bene, ma in realtà io racconto di un percorso verso un nuovo e più profondo desiderio di vita. Anne si rende conto di non aver mai vissuto, da una parte a causa della scelta di diventare moglie e madre così giovane ma dall'altra anche perché si è abituata a vivere con estrema superficialità ogni momento, perdendo di vista persino se stessa. Ed è quello che facciamo tutti: passiamo accanto alle cose importanti della vita e ci concentriamo sulle cose più stupide e futili, come i vestiti, i capelli, le diete. Anne si rende conto di non aver avuto mai il controllo della propria vita e decide così di avere quello sulla sua morte.



  

Conferenza stampa


Isabel Coixet - I film:

La mia vita senza me







I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Vulnerabili (2017), un film di Gilles Bourdos con Alice Isaaz, Vincent Rottiers, Grégory Gadebois.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: