FilmUP.com > Opinioni > La finestra di fronte
HomePage | Elenco alfabetico | Top 100 - La Classifica | Scrivi la tua Opinione


La finestra di fronte

Opinioni presenti: 252
Media Voto: Media Voto: 7 (7/10)

Scrivi la tua opinione su questo film


Altre risorse sul film:
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.

Ordina le opinioni per: Data | Voto | Età | Città

Attenzione: nei testi delle opinioni, potresti trovare parti rivelatorie del film.



I conti non tornano

(5/10) Voto 5di 10

Per me il film è pessimo, ma naturalmente in giro c'e' anche di peggio. Solo una domanda per farvi riflettere. Perchè il personaggio di Massimo Girotti ha sul braccio i numeri del campo di concentramento, se invece, nel finale del film, rivela di essersi salvato e di aver salvato varie persone nel ghetto? Meditate gente, meditate



Spartaco, 99 anni, Roma (RM).




Un buon film, un grande Girotti

(7/10) Voto 7di 10

Massimo Girotti grandissimo fino alla fine. Ho rivisto diverse volte "in Nome della legge", dove intergpretava il giudice diviso tra ragioni civili, amore e lotta alla mafia.Nella sua avanzata vecchiaia ancora una grande interpretazione che certo surclassa le figure più convenzionali degli altri attore. Molto brava la Mazzegiorno e, in contrasto con le molte critiche, mi è sembrato a tratti magico e struggente. Walter Ravenna



Walter, 65 anni, Ravenna (RA).




Io l'ho visto così

(10/10) Voto 10di 10

Un tema largamente conosciuto e unanimamente accettato che nel film è stato trattato con garbo e delicatezza. La critica che ho letto qui avrebbe voluto una maggiore aderenza alla realtà, forse anche con scene erotiche? La verità è che questo tema sarà conosciuto ed accettato ma poi alla resa dei conti il Vaticano non vuole sacerdoti gay, i politici (non tutti per fortuna) non vogliono insegnanti gay ed a chi tratta l'argomento, sia pure con questa delicatezza di immagini e di espressioni, si rimprovera di non avere fatto abbstanza. Questo è un bel film che non deve essere osservato in tutte le sue componenti "tecnicistiche" secondo me (queste sono solo scuse per liquidare malamente il tema affrontato) , ma per l'alto significato morale, di insegnamento civile e perché no per la bravura degli attori. Bravi.



Rinaldo, 56 anni, Piombino (LI).




O...il lato oscuro di ognuno di noi

(8/10) Voto 8di 10

O se preferite il lato oscuro di ognuno di noi. Ognuno di noi ha una finestra di fronte al proprio io nella quale guarda e si specchia. I propri sogni, le proprie ambizioni nascoste, i propri amori segreti,le proprie occasioni mancate. Ma poi deve tornare alla realtà quotidiana ed affrontarla con coraggio, senso di responsabilità e capacità di mettersi in gioco. Questo mi sembra il senso del bel film di Ozpetek. Vediamolo appunto questo film, nel perfetto parallelismo delle storie dei protagonisti. Davide, l’anziano smemorato, che viene accolto nella famiglia di Giovanna e Filippo, prima con la disponibilità di Filippo e la riluttanza di Giovanna, che ha paura di quella presenza estranea nella vita grama di tutti i giorni. Cominciamo da Giovanna, la protagonista che vede in una finestra di fronte la vita che vorrebbe avere. Lui Filippo, ama la moglie e la sua famiglia, nella quale trova rifugio. L’altro il bel Lorenzo, un Raoul Bova eternamente con gli occhiali e apparentemente poco credibile, ma come deve essere un sogno ed una carriera di successo….. in banca che finisce o comincia nientemeno che ad ….Ischia. Il vecchio, coscienza di lei, che prima lo rifiuta e poi l’accoglie, dopo la rivelazione dell’amore del bel Lorenzo. Esemplare il parallelismo del racconto dell’amore di Lorenzo attraverso la storia del vecchio, ascoltata nei pochi secondi del loro incontro davanti al pub. Lei da quel momento cambia. Si affeziona a quel vecchio, mentre prima lo aveva rifiutato. Soprattutto crede che la storia segreta con l’uomo della finestra di fronte sia “possibile”, incoraggiata dalla ruffiana e simpaticissima Eminé, a scoparsi il bel Lorenzo. Per la gente semplice e straniera come lei i sogni sono forse più facili? Invece lei ci va da lui ma non conclude. La finestra di fronte questa volta è la sua. Suo marito, i bambini, l’amica sono lo specchio delle responsabilità che la vita di tutti i giorni richiede. Ma andiamo al vecchio, certo il personaggio più inquietante di questo bel film. Anche qui lo specchio, o la finestra di fronte è il suo amico Simone, in un epoca in cui non c’era certo ne spazio, ne accettazione per il diverso. Anche il vecchio risolve il conflitto con la sua coscienza con il coraggio positivo della ragione, salva la vita dei suoi vicini, anzichè l’amico del cuore e solo dopo diventa un eroe per il quartiere mentre prima era solo una checca. Ancora il coraggio di affrontare la vita anziché rifugiarsi nei sogni, è costituito dalla rappresentazione dei dolci: la fantasia, gli ingredienti, le occasioni in cui si consumano sono momenti di festa, di gioia o di evasione dal quotidiano. Per il vecchio erano stati il lavoro e l’orgoglio della sua vita. Per la protagonista sono l’altra fuga dalla quotidianità che le permette di arrotondare il magro bilancio quotidiano. E diventano la scelta di vita nel momento in cui decide di lasciare il lavoro. Un film giocato tutto sulla simmetria delle relazioni, che arricchiscono la solitudine di ognuno e lo aiutano a tirare fuori il meglio di se.



Giuseppe, 55 anni, Milano (MI).




qualche sprazzo alla almodovar

(7/10) Voto 7di 10

si c'è qualche passaggio nel film che mi ricorda lo stile di almodovar, come il passaggio da una finestra all'altra ballando (con una trascinante musica),praticamente dal presente un flash-back nel passato mi è molto piaciuto, come la recitazione di Girotti e la mezzogiorno.In sostanza un bel film ma senza tante pretese, abbastanza godibile.



ivano, 54 anni, roseto degli abruzzi (TE).





Sfoglia indietro   pagina 1 di 51   Sfoglia avanti

Scrivi la tua opinione su questo film


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.



Ricerca Opinioni
Elenco alfabetico:    0-9|A|B|C|D|E|F|G|H|I|J|K|L|M|N|O|P|Q|R|S|T|U|V|W|X|Y|Z

Cerca:     Titolo film     

I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Le otto montagne (2022), un film di Felix van Groeningen, Charlotte Vandermeersch con Luca Marinelli, Alessandro Borghi, Filippo Timi.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: