FilmUP.com > Opinioni > Il corvo 3 - Salvation
HomePage | Elenco alfabetico | Top 100 - La Classifica | Scrivi la tua Opinione


Il corvo 3 - Salvation

Opinioni presenti: 82
Media Voto: Media Voto: 6 (6/10)

Scrivi la tua opinione su questo film


Altre risorse sul film:
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni

Ordina le opinioni per: Data | Voto | Età | Città

Attenzione: nei testi delle opinioni, potresti trovare parti rivelatorie del film.



Ennesimo sequel inutile e pensato male

(1/10) Voto 1di 10

In un mondo giusto, film di questo genere, dalle scarse finanze, senza grandi star che impongano il proprio narcisismo, senza ispirazioni originali che ormai sono state spremute e sfruttate al massimo per attirare le masse, fornirebbero delle irripetibili occasioni per sperimentare liberamente, per azzardare vie insolite, magari anche bizzarre o esibizioniste, ma comunque nuove. In un mondo giusto, un regista prenderebbe il personaggio creato nel 1989 da James O’Barr per analizzare i complessi e mai abbastanza sviscerati rapporti tra cinema e fumetto, tra la metropoli americana e la pittura gotica, tra letteratura horror e musica dark (ci provò una volta, e splendidamente, De Palma con Il Fantasma Del Palcoscenico)... Nel nostro mondo, invece, il solo talento apprezzato sta nel saper aggirare ogni rischio, nel giocare di rimessa dal primo all’ultimo minuto: ricalcare, replicare il già visto e il già dato, rispolverare le icone che hanno dato buona prova di sé, resuscitare a ripetizione dinosauri, mummie, vampiri, uominilupi, fantasmi dell'opera, terminator, alieni, highlander, Freddie Kruger, Frankenstein, Norman Bates... siccome l’obiettivo ideale non è creare il seguito di un grande successo (dove la parola "seguito" presuppone già uno sviluppo, una rielaborazione, quasi un pericoloso cambiamento), ma il suo perfetto e inattaccabile remake. Purtroppo, con Il Corvo 3 questo vecchio trucco non poteva ripetersi, per l’assenza di un dettaglio impossibile da surrogare: Brandon Lee. Attore scoperto tardi ed incredibilmente "esatto" per incarnare quella figura di spirito vendicatore, ma anche malinconico e sentimentale, nichilista e arrabbiato, candido e spietato allo stesso tempo. Un mito non nasce a caso, ma si nutre di quelle strane e tristi intersezioni tra arte e vita: quando un attore (figlio di un grande divo morto giovanissimo sul set), interpretando un personaggio che viene brutalmente assassinato e resuscita per punire i suoi aguzzini, muore anche lui durante le riprese e viene resuscitato dalle tecniche digitali, il film che ne viene fuori emanerà un "fascino" del tutto avulso dalle proprie qualità estetiche. Fascino che non si potrà mai imitare, a meno di non riprodurre la tragica e sublime simmetria che l’ha reso unico. Ecco perché, dopo l’estinguersi del mito e gli inutili tentativi di alimentarlo, il volo del corvo si fa sempre più rasoterra. Insomma anche questo 3 episodio sarebbe da buttare e da dimenticare se non fosse per il fatto che alcuni hanno una forte nostalgia del primo unico corvo che sia diventato un cult nella storia del cinema horror.



Dino, 43 anni, Caserta (CE).




un filmetto

(1/10) Voto 1di 10

Nel Corvo 3, le atmosfere dark e le struggenti malinconie poetiche del corvo 1, sono ormai un ricordo vago. La grande impressione destata nel primo film e debolmente riproposta nel secondo(anche se Iggy Pop lo avrei visto molto bene già nel primo Corvo), si infrange nella realizzazione di un misero filmetto, che sfrutta, con un colpo di coda monetario, un titolo famoso. La carta carbone usata per "scopiazzare" malamente il Corvo 1, lascia sul foglio una serie di segni indecifrabili, che del corvo hanno solo il colore nero. Per il resto è bassa produzione applicata a scarse idee, in un panorama di immobilità recitativa.



Giovanni, 39 anni, Roma (RM).




Impalpabile

(1/10) Voto 1di 10

Assolutamente velleitario e pretenzioso, trama pressoche' uguale al primo, protagonista maschile impagliato e poco...cattivo, tensione zero nn riesco a capire perche' lo abbiano girato, con il secondo gia' avevano "infangato" il primo capitolo, ma si sa' le mere operazioni commerciali nn finiranno mai.



Francesco, 36 anni, Fiumicino (RM).




Sequel inutile ed inefficace

(1/10) Voto 1di 10

Cosa lo hanno realizzato a fare? Dico io, si può scrivere copioni così banali e prevedibili ed ottenere interpretazioni senza un briciolo di carisma e poi far uscire schifezze simili al cinema? Le avventure del corvo a me sono sempre piaciute. Commoventi, avvincenti ed accattivanti e frutto di un bellissimo fumetto, nel film con Brandon Lee riconosco che si ritrova questa magia anche se si poteva fare di più (come aggiungere qualche scena d'amore o prolungare quelle già mostrate nel film, ma credo non abbiano fatto in tempo a farlo per la morte del mitico Brandon, un attore con la A maiuscola), penso che il terzo sequel sia il più brutto film che si poteva realizzare sul corvo. I film a riguardo o sono suggestivi con protagonisti veramente carismatici ed accattivanti o è meglio non girarli proprio. In questo ultimo sequel l'attore infatti è melenso e il suo supereroismo non è accattivante, ma ricorda quello per teenager di Spiderman ed a proposito, che diavolo ci fa Kirsten Dunst in questo film? Chi ce l'ha messa? Pensava di trovarsi ancora in Spiderman mentre recitava? Lei nel suo ruolo è melensa quanto il protagonista. E poi è proprio vero, chi ha realizzato la scena iniziale del film deve aver guardato troppe volte il miglio verde con Tom Hanks e se ne è lasciato condizionare. Quindi che miscuglio è questo? Un concentrato di scene di film prese un pò qua e un pò là e poi ricucite malissimo. C'è troppa banalità e il film inutile dire che non ha quel certo nonsochè del film di Lee e del fumetto. Sembra proprio un'altra cosa. E' andato un pò troppo fuori strada. L'eroe che nasconde il volto dietro il trucco da Pierrot in questo caso è perfino noioso e poco intrigante. Non convince proprio. Brandon Lee invece faceva sorridere con le sue battute originali e metaforiche, a volte perfino ascetiche. Gli attori del Corvo 3 dunque non riescono a riproporre la magia del film con Lee dove erano tutti molto bravi, carismatici e realistici perchè si erano calati a perfezione nei loro ruoli. A iniziare da Brandon a Sofia Shinas, fino a Rochelle Davis e ad Ernie Hudson, per non parlare di tutti quelli che interpretavano i membri della banda di drogati al servizio di un crudele davvero convincente come Michael Wincott... insomma, se si vuole realizzare un sequel, perchè non si cerca di riproporre la stessa quantità di realismo, di carisma e di commozione? Bisognerebbe innanzitutto saper ricreare ambienti suggestivi, musiche efficaci e da brivido e poi a mio parere, siccome l'eccellente Lee comunque è morto e non lo si può più rivedere, ci metterei un bel Johnny Depp. Lui sarebbe un eroe macabro e solitario molto più efficace e convincente di tutti quelli scelti finora per i sequel, anche se nessuno potrà mai emulare il carismatico Brandon Lee, me ne rendo conto. Però creare film meno prevedibili e banali è possibile se si ingaggia un buon sceneggiatore che se ne intenda di piscologia del cinema e che sappia quindi quali elementi possano far funzionare un film.



Sabrina, 29 anni, Gotham City.




Il primo è l'unico buon film del corvo

(1/10) Voto 1di 10

Tutti i film che seguono il capolavoro di Proyas, sono solo ignobili, insulse ed offensive creazioni malfatte. Copiature davvero maldestre e da vomito. E poi Brandon Lee era unico.



Adriano, 28 anni, Imperia (IM).





Sfoglia indietro   pagina 1 di 17   Sfoglia avanti

Scrivi la tua opinione su questo film


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni



Ricerca Opinioni
Elenco alfabetico:    0-9|A|B|C|D|E|F|G|H|I|J|K|L|M|N|O|P|Q|R|S|T|U|V|W|X|Y|Z

Cerca:     Titolo film     

I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Black Christmas (2019), un film di Sophia Takal con Imogen Poots, Cary Elwes, Brittany O'Grady.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: