FilmUP.com > Opinioni > The cell
HomePage | Elenco alfabetico | Top 100 - La Classifica | Scrivi la tua Opinione


The cell

Opinioni presenti: 81
Media Voto: Media Voto: 6.5 (6.5/10)

Scrivi la tua opinione su questo film


Altre risorse sul film:
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack

Ordina le opinioni per: Data | Voto | Età | Città

Attenzione: nei testi delle opinioni, potresti trovare parti rivelatorie del film.



"vedibile"

(6/10) Voto 6di 10

nonostante alcune parti mi abbiano lasciato un pò perplesso, reputo questo "the cell" un thriller abbastanza bello; la storia piuttosto originale scorre bene con un elevato livello di tensione, anche se perde colpi nella parte dei viaggi mentali che da un lato colpiscono per gli ambienti visionari e alcune scene abbastanza macabre, ma dall'altro risultano eccessivi e un pò ripetitivi (buona parte del film si svolge nella mente del maniaco); se mi dovessi fermare qui lascerei come voto un 7+, purtroppo però almeno mezzo voto lo tolgo per le interpretazioni non entusiasmanti degli attori: jennifer lopez sufficiente ma nulla di più, vince vaughn più adatto nelle commedie che nella parte del poliziotto in cerca di riscatto e vincent d'onofrio poco convincente (a tratti anche ridicolo per via di alcuni costumi e acconciature piuttosto discutibili nella loro stranezza); l'unico che salverei è il biondo che somiglia a tim roth; lascerei come voto 6,5, ma arrotondo per difetto



Waffy, 21 anni, Bari.




Cellule di onestà

(6/10) Voto 6di 10

Chiariamo che non ci si trova di fronte a un grande film, ma non stiamo parlando nemmeno di quella colossale ciofeca di cui tanto si è ciarlato un paio d'anni fa. le accuse alla fin fine sono sostanzialmente le stesse di sempre: un film "videoclipparo", per così dire, bello nella forma ma scarso nella sostanza. ma il punto chiave del film è proprio questo: "the cell" è un film di pura forma. niente discussioni, la sostanza, per quello che sia, a tarsem non interessa minimamente. lasciamo quindi stare le velate citazioni a "il silenzio degli innocenti", "seven", o altre pellicole più o meno buone, la trama copre qui un ruolo lampantemente e dichiaratamente marginale. qual'è alla fine il plot della pellicola? un killer che ama trasformare in bambole i suoi cadaveri cade in coma per una malattia rara, così jennifer lopez spegne la canna nel posacenere, spegne la canzone degli alma e si butta a capofitto nella mente del killer (vincent d'onofrio, il vecchio palla di lardo i full metal jacket), grazie ad una nuova tecnica per curare traumi psichici. punto. ogni tanto vediamo l'ultima malcapitata vittima del killer (catturata durante una scena svogliata e frettolosa, e il regista tarsem non lo nasconde) che cerca di sopravvivere in una stanza che pian piano si va allagando, così, giusto per dare un po' di suspance e dare la parvenza di un meccanismo narrativo preciso. ma la vera anima di "the cell è l'effetto. a tarsem non importa nulla di costruire una storia verosimile, un meccanismo narrativo ben oliato, egli dichiara apertamente nei circa 90 minuti di film, che il suo interesse principale è svelare la chiave dell'immaginario, l'interazione tra suono, immagine, colore, e un pizzico di perversione sadica che non fa male. come per vince vaughn, (la cui storia d'amore con la lopez è per fortuna troncata sul nascere dalla sceneggiatura), che durante l'onirico smembramento operatogli da uno ieratico vincent d'onofrio urla alla lopez "e' tutto finto!" questa è la chiave del film: la finzione, la messa in scena, la suddetta interazione tra gli elementi filmici, il linguaggio filmico stesso. e sotto questo punto di vista "the cell" è molto più onesto di molti film pretenziosi e saccenti degli ultimi tempi, è insomma molto più puramente un film. l'amore maniacale per la forma, per l'effetto, che tanto hanno indignato l'impegnata critica nostrana a bollare il film come videoclipparo, sono l'essenza vera dell'opera di tarsem, che se da una parte trascura la trama, i dialoghi, la logica narrativa, dall'altra esalta il puro (mero?) piacere dello spettacolo, dell'intrattenimento, anche fuori dagli schemi e a costo di essere, talvolta, involontariamente ridicolo. e' la volontà di essere davvero un regista. il resto è impegno, per chi vuole esser vate del cinema, ma "the cell", pur non essendo un capolavoro, è un film che non tenta di imbrogliare il suo spettatore. 6,5.



Fabio, 17 anni, Bari.




affascinante

(6/10) Voto 6di 10

grande telante visivo questo Tarsem, maestro delle immagini e delle emozioni, tutto è affascinanante dalla bellisima jennifer lopez al bravissimo vincent d'onofrio.Peccato pero' la storia del serial killer forse non è poi così una novità, ma il suo modo di far girare la mdp e di coinvolgere lo spettatore sono davvero strabilianti!



michele, 34 anni, bari.




ecc cell ente?

(5/10) Voto 5di 10

Non so se dire eccellente,oppure dire il contrario!una cosa e certa posso dire che la prima cosa bella del film e jennifer!Del resto il film parte con il piede giusto la sensazione e quella di una favola poi si rivela la realta,poi apare il serial killer,e diventa piu interessante,poi sembra tutto cadere minuto dopo minuto il pazzo viene catturato subito,poi sinceramente stava andando a rotoli e nn ho finito di guardarlo!Riprovero ma ahimè nn credo sia il mio genere!



Tiziano, 33 anni, Bologna (BZ).




la visione + incredibile

(10/10) Voto 10di 10

immagini onirike, menti malate il primo regista ke ci offre un vasto panorama nella una mente di un serial killer è Tarsem una rivelazione x la sua visionarietà un'altro degno successore di Jackson questo film è troppo potente.



Stefano, 16 anni, Brescia.





Sfoglia indietro   pagina 1 di 17   Sfoglia avanti

Scrivi la tua opinione su questo film


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack



Ricerca Opinioni
Elenco alfabetico:    0-9|A|B|C|D|E|F|G|H|I|J|K|L|M|N|O|P|Q|R|S|T|U|V|W|X|Y|Z

Cerca:     Titolo film     

I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Il fantasma di Canterville | Bob Marley: One Love | Appuntamento a Land's End | Pare parecchio Parigi | Upon Entry - L'arrivo | Martedì e Venerdì | Sound of Freedom - Il canto della libertà | Il balletto del Bolshoi - Romeo e Giulietta | Adagio | La quercia e i suoi abitanti | Perfect Days | Madame Web | Caracas | Demon Slayer - Il treno Mugen | Prendi il volo | Night swim | La Petite | Wonka | Green Border | The Bye Bye Man | The Old Oak | Il Corriere - The Mule (V.O.) | Millennium - Quello che non uccide | Il ragazzo e l'airone | Povere Creature! | Le avventure del piccolo Nicolas | The Holdovers - Lezioni di vita | Dieci minuti | Palazzina Laf | Anatomia di una caduta | La sala professori | I soliti idioti 3 - Il ritorno | Green book | Romeo è Giulietta | Tutti tranne te | Past Lives | Sansone e Margot - Due cuccioli all'opera | Captain Marvel (V.O.) | Il punto di rugiada | Romeo e Giulietta | La natura dell'amore | The beekeeper | Navalny | Un anno difficile | Ricomincio da me | The Cage - Nella gabbia | Estranei | Suspiria (1977) | Il maestro giardiniere | One Life | I tre moschettieri - Milady | C'e' ancora domani | Alita: Angelo della battaglia | Io capitano | Il male non esiste | Un colpo di fortuna - Coup de Chance | Finalmente l'alba | Emma e il giaguaro nero | Viaggio in Giappone | A dire il vero | La zona d'interesse | Dune - Parte due | Il mistero della casa del tempo | Cold war | Creed II | Foglie al vento | Volare | My sweet monster | Demon Slayer: Kimetsu no Yaiba - Verso l’allenamento dei Pilastri |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Le avventure del piccolo Nicolas (2022), un film di Amandine Fredon con Laurent Lafitte, Alain Chabat, Quentin Faure.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: