The corporation
Distribuito dalla Fandango, sulla scia del pi¨ famoso "Fahrenheit 9/11" di Moore, arriva in Italia "The corporation", altro film documentario che ci illumina su aspetti quotidiani della nostra vita che diamo per scontati e sui quali non pensiamo valga la pena di soffermarci.
"The Corporation" Ŕ tratto dal libro di Joel Bakan, professore di diritto alla Universiy of British Columbia, Vancouver, Canada, intitolato "The Corporation: La patologica ricerca del profitto e del potere". La sua tesi, dimostrata mediante l'esplicazione di esempi realmente accaduti, Ŕ che le societÓ di capitali (le "corporation") sono autorizzate dalla legge ad elevare i propri interessi su tutto e tutti senza porsi alcun limite nÚ pratico nÚ tanto meno morale. Il raggiungimento a tutti i costi degli obiettivi economici porta non solo alla distruzione degli individui e dell'ambiente in cui essi vivono ma anche dei componenti delle societÓ stesse, come dimostrano i recenti scandali ai danni degli azionisti in America ma anche ci˛ che Ŕ accaduto dentro le nostre mura. Terzo assioma, dipendente dai due precedenti, Ŕ che ormai i governi - di qualunque ispirazione politica essi siano - hanno rinunciato a controllare le societÓ di capitali ed anzi, in alcuni casi, Ŕ vero proprio il contrario.
Il film, girato da Mark Achbar assieme a Jennifer Abbott, espone molti esempi storici e recenti di come le corporation usino agire. Il coinvolgimento dell'IBM nella gestione dei campi di sterminio nazisti (forniva dei macchinari che "aiutavano" gli aguzzini a contare e catalogare le proprie vittime); lo scandalo del latte contaminato in Florida da un prodotto chimico della Monsanto; l'aberrazione della guerra dell'acqua in Bolivia quando il locale governo ne aveva appaltato lo sfruttamento - anche di quella piovana! - ad una multinazionale americana. Sono tutti esempi della assoluta mancanza di scrupoli di dette societÓ.
Rispetto al lavoro di Moore - che viene anche intervistato - questo film ha un'anima decisamente pi¨ no-global. Ne sono testimoni gli interventi di personalitÓ come Noam Chomsky e Naomi Klein che impreziosiscono l'opera con la loro lucida intelligenza. Il film, per˛, Ŕ forse troppo ricco ed alla lunga rischia di annoiare.
Rimane comunque un lavoro molto interessante e che in alcuni momenti lascia stupefatti. Come quando ascoltiamo un broker di Wall Street il quale candidamente confessa che subito dopo l'attentato dell'11 settembre la prima cosa a cui ha pensato Ŕ stato all'aumento del prezzo dell'oro ed ai guadagni che avrebbe fatto...
Un film consigliato agli stomaci forti. Attenti alle urla dei ragni: sono davvero terrificanti!

Daniele Sesti

Scrivi la tua recensione!


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.




I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Warning: main(/www/filmup/includes/strillo_tv20200716.php): failed to open stream: No such file or directory in /www/filmup/includes/template/curiosita/ultime_curiosita.php on line 20

Fatal error: main(): Failed opening required '/www/filmup/includes/strillo_tv20200716.php' (include_path='.:/apps/php_apache/lib/php') in /www/filmup/includes/template/curiosita/ultime_curiosita.php on line 20