FilmUP.com > Opinioni > La collina dei papaveri > Romanzo di formazione giapponese
HomePage | Elenco alfabetico | Top 100 - La Classifica | Scrivi la tua Opinione


Titolo film:    La collina dei papaveri
Opinioni presenti:    3
Media Voto:    5.5 - Media Voto: 5.5


Altre risorse sul film:
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.

Attenzione: nei testi delle seguenti opinioni, potresti trovare parti rivelatorie del film.



Il parere di Alessandra, 32 anni, Muroni (MI)
Romanzo di formazione giapponese
Voto 7 di 10 Voto 7di 10
Bookmark and Share
Goro Miyazaki approda al cinema con la seconda fatica, La collina dei papaveri, una sorta di romanzo di formazione di una generazione, quella degli anni Sessanta, ancora legata all'importanza della storia e del suo impatto sulla società, nonostante vivano il presente con curiosità e voglia di fare. Miyazaki opta per una storia lineare, dividendo la trama in due parti: la vita quotidiana di Umi, orfana di padre dedita alla famiglia in assenza della madre, e la passione che mette Shun nel collettivo, cuore pulsante del dissenso contro una società che non prende in considerazione il volere dei giovani nel rispettare le tradizioni. E tradizionale è anche lo stile di Goro, decisamente meno visionario del padre e più conformista così anche nelle tematiche affrontate, ma comunque è riuscito a coniugare la lezione del padre confezionando una storia delicata venata di nostalgia, enfatizzata dall'uso di colori tenui e crepuscolari che si "allontanano" volutamente dalla realtà odierna. Lo stile di Goro sarà anche meno estroso e più vintage del padre, ma conferma allo stesso tempo di aver assimilato lo spirito e lo stile artistico dello studio Ghibli, dove tecnologia e artigianato (con quell'inconfondibile stile degli anime giapponesi anni Ottanta) si fondono perfettamente. La collina dei papaveri è un lungometraggio animato per adulti ma anche per i giovani, un messaggio per ricordare ai ragazzi del Ventunesimo secolo che la modernità non è fatta solo di grattacieli interamente dedicati ai Pokemon e ai videogiochi, ma di una generazione di "arrabbiati" che sono consapevoli che senza il vecchio, il nuovo non può esistere, dove l'unione fa la forza e che per ottenere veramente qualcosa bisogna lavorare insieme e duramente. Il punto di forza del film è lo sguardo tenero e affettuoso con cui il regista segue i suoi piccoli eroi, soprattutto nel rapporto tra i due ragazzi, facendo risaltare il loro forte senso del dovere. Shun si batte per salvaguardare quel piccolo pezzo di passato, ma la forza è soprattutto in Umi, così volenterosa e capace nel sostituirsi al genitore assente, e già così responsabile per la sua giovane età. Il punto debole invece è l'iniziazione sentimentale dei due ragazzi, risultando la parte meno riuscita del film, creando una sorta di "soap opera di terza categoria" come afferma Shun in un dialogo. Questa sottotrama incentrata sull'amicizia amorosa tende a offuscare un po' la storia principale, ma nel complesso La collina dei papaveri è un film di animazione dai toni garbati, uno spaccato storico che ci ricorda la voglia di volere cambiare veramente qualcosa in nome di un futuro migliore.

Questa opinione è stata scritta da:
Alessandra
32 anni
Muroni (MI).
(18 Marzo 2013)






FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.



Ricerca Opinioni
Elenco alfabetico:    0-9|A|B|C|D|E|F|G|H|I|J|K|L|M|N|O|P|Q|R|S|T|U|V|W|X|Y|Z

Cerca:     Titolo film     

I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Lacci (2020), un film di Daniele Luchetti con Alba Rohrwacher, Luigi Lo Cascio, Laura Morante.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: