FilmUP.com > Opinioni > La famiglia Savage
HomePage | Elenco alfabetico | Top 100 - La Classifica | Scrivi la tua Opinione


La famiglia Savage

Opinioni presenti: 6
Media Voto: Media Voto: 7 (7/10)

Scrivi la tua opinione su questo film


Altre risorse sul film:
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.

Ordina le opinioni per: Data | Voto | Età | Città

Attenzione: nei testi delle opinioni, potresti trovare parti rivelatorie del film.



un film di spessore

(8/10) Voto 8di 10

Ho preso il dvd quasi per caso, non avevo mai sentito parlare di questo film. La storia è completa : coinvolgente, divertente, commovente...Gli attori perfetti,cosa dire di altro...vedetelo!



Crilly, 30 anni, Roma.




che sonno...

(6/10) Voto 6di 10

Il film ha il merito di affrontare una tematica attuale e drammatica, ma in modo poco coinvolgente. Peccato perchè gli attori sono molto bravi, soprattutto P.S.Hoffmann, che ricorderò sempre nell'esilarante ruolo dell'assistente del signor Lebowski.Insomma questo film dopo un po' conduce alla noia...ed è una strada senza ritorno!



Peppe, 26 anni, Frosinone.




Drammaticamente vero

(9/10) Voto 9di 10

Film amaro e doloroso. Due fratelli si ricongiungono perché obbligati dall’urgenza della presa in carico del loro padre affetto da demenza senile. Vincolati dall’impegno di occuparsi a trovare all’anziano genitore una sistemazione idonea, i due fratelli tentano di riannodare il loro rapporto indifferente, distante e superficiale. Il riavvicinamento non sarà semplice né sincero ma solo attraverso il rapporto forzato dagli eventi riusciranno entrambi a ritrovare loro stessi e il coraggio di condurre una vita più matura e ricca. Rilevante e degna di nota la scena in cui il fratello manifesta apertamente e duramente alla sorella, (che esterna i suoi timori e tormenti sulla sistemazione data al padre), la spietata verità sulle case di cura per anziani.



Filomena, 47 anni, Torino (TO).




Film buonista, molto poco credibile il padre

(6/10) Voto 6di 10

Film buonista, molto poco credibile il padre: un uomo affetto da sindrome di demenza (qualunque sia la vera diagnosi) non si comporta come Lenny (il vecchio padre) ma molto, molto peggio... Non se ne può avere idea se non si è coinvolti direttamente! Inoltre, la morte può sopraggiungere in molti anni, anche in decenni, (non in pochi mesi) ed è questo che, spesso, distrugge una famiglia, purtroppo...



Manuele M., 51 anni, Torino (TO).




Molto Savage... poco selvaggi

(5/10) Voto 5di 10

Personalmente il film mi ha un po' deluso. Dopo una prima mezz'ora tesa e sgradevole, ho trovato che il film si sia gradualmente afflosciato su tematiche e su modi di rappresentazione assai convenzionali. Gli attori sono indubbiamente convincenti, ma alla fine ho avuto la sensazione di vedere qualcosa che non si è discostato troppo da certi tv-movie odierni. Comunque sempre meglio questo rispetto ad Asterix alle Olimpiadi o Scusa ma ti chiamo amore.



Stefano, 28 anni, Torino (TO).





Sfoglia indietro   pagina 1 di 2   Sfoglia avanti

Scrivi la tua opinione su questo film


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.



Ricerca Opinioni
Elenco alfabetico:    0-9|A|B|C|D|E|F|G|H|I|J|K|L|M|N|O|P|Q|R|S|T|U|V|W|X|Y|Z

Cerca:     Titolo film     

I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Charlie's Angels (2019), un film di Elizabeth Banks con Elizabeth Banks, ,.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: