La resa dei conti
Ispirato da uno fatto di cronaca che all'epoca attirò l'attenzione dei media italiani (la storia di un carabiniere che braccò un presunto stupratore per tutta la penisola), "La resa dei conti" è il primo episodio della trilogia di Sergio Collima dedicata al personaggio messicano di Cuchillo (interpretato da Tomas Millian) che comprende anche "Faccia a faccia" e "Corri uomo corri".
Le ragioni che fanno di questo lavoro un classico dello spaghetti western, se non addirittura un capolavoro, sono diverse.
Prima di tutto è un film coraggioso. In un'Italia che si preparava a vivere la fase più acuta di quella strategia della tensione (che sfocerà nel terrorismo vero e proprio), il rivoluzionario (almeno così viene presentato) Cuchillo è un buono che viene ingiustamente perseguitato, mentre il suo cacciatore di taglie, seppure inconsapevolmente, fa il gioco di una corrotta lobby di industriali e politici. Il film divenne un manifesto giovanile dell'epoca, proprio a partire dal suo protagonista.
In secondo luogo è un film magistralmente scritto e girato. Tante e continue le trovate registiche per fughe e inseguimenti (si pensi a quando Cuchillo si muove silenziosamente tra le rocce mimetizzandosi con queste). La suspanse è continua e ha il suo culmine nei due duelli finali, tanto che il primo di questi ha addirittura acquistato un proprio nome come "Knife vs Gun" (Coltello contro pistola) con un arrangiamento in salsa western realizzato da Morricone di "Per Elisa" di Beethoven. Non a caso è uno dei film preferiti da Quentin Tarantino.
Tanti sono poi i rimandi al cinema di Sergio Leone, probabilmente pensati dallo sceneggiatore Segio Conati suo fido collaboratore, qui al secondo film lontano dal maestro (che si dice fosse parecchio contrariato da ciò). Dal nome di Cuchillo che rimanda al Kikuchiyo di quel "I sette samurai" che Leone rifece con "I magnifici sette" alla scelta del titolo. Quello originale doveva essere "La caccia", ma Ennio Morricone insistette fino a convincere la produzione, di denominare il film come il titolo della colonna sonora da lui composta per il finale di "Per qualche dollaro in più".

La frase: "Non mi prenderai mai, Cuchillo se ne va!"

Andrea D'Addio

Scrivi la tua recensione!


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.




I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Warning: main(/www/filmup/includes/strillo_tv20200713.php): failed to open stream: No such file or directory in /www/filmup/includes/template/curiosita/ultime_curiosita.php on line 20

Fatal error: main(): Failed opening required '/www/filmup/includes/strillo_tv20200713.php' (include_path='.:/apps/php_apache/lib/php') in /www/filmup/includes/template/curiosita/ultime_curiosita.php on line 20