Honolulu Baby
Tempi difficili i nostri! Dobbiamo correre di qua e di là, cercando disperatamente di fare tutto nelle 24 ore a nostra disposizione: siamo inoltre costretti ad esprimerci in inglese nel tentativo quotidiano di non perdere il lavoro.
Insomma indubbiamente è una vita infernale e l'unico modo per sopravvivere a questo terremoto esistenziale è quello di riderne. Nichetti docet.
Il suo ingegner Colombo è ritornato. Oramai adulto, sposato, ancora senza figli, assunto dalla Multinazionale cui tanto agognava in gioventù, ai tempi di Ratataplan, deve fare anche lui i conti con la "lingua ufficiale", l'inglese appunto, e con lo spauracchio del licenziamento.
La sua vita è indubbiamente un pò monotona, ma partire per uno sperduto paese del Brasile, per una missione impossibile - trovare il petrolio - è decisamente troppo.
Colombo nonostante cerchi di ribellarsi si ritrova a Malencias, tra 320 donne e con la compagnia e l'aiuto dell'unico uomo rimasto, un francese di nome Cri-Cri. In un inglese approssimativo e mescolando tutte le altre lingue parlate in quel minuscolo paesino, Colombo costruirà un acquedotto e invece del petrolio porterà l'acqua nella zona desertica.

Realizzato con sofisticati sistemi di edizione digitale, il nuovo film di Nichetti è pervaso di tutto l'ottimismo tipico del regista. Con la sua visione sorridente della vita e delle sue imperfezioni riesce ad accettarne i contrasti e le incoerenze.
Persino il linguaggio sembra acquistare qui una sincera valenza internazionale, tutta dedita alla comprensione come valore fondamentale. Non è certamente l'inglese di Shakespeare: nel suo viaggio "linguistico" attraverso il mondo, il nobile idioma si è trasformato in una lingua globale diventando in un certo modo quell' "esperanto" a lungo meditato dalla Comunità Europea.

L'avventura di Colombo e dell'anziano francese Cri-Cri in una città popolata da sole donne non appare in nessun momento negativa o ambigua. È proprio qui l'arte di Nichetti, e degli attori con lui (Jean Rochefort nel caso specifico): riuscire sempre a far sorridere, e non solo per le situazioni francamente divertenti, ma per le atmosfere di semplice ironia e di divertente derisione che non è mai denigrazione. Il regista toglie realismo all'evento ma non lo rende meno vero; porta nel suo cinema il mondo al di là dello specchio - quello di Alice - mostrando così il riflesso della realtà senza distorsioni né forzature, solo più fantasioso e allegro.

Valeria Chiari

Scrivi la tua recensione!


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni















I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Jurassic World - Il dominio (2022), un film di Colin Trevorrow con Chris Pratt, Bryce Dallas Howard, Sam Neill.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: