Dalla vita in poi
Per alleviare la sofferenza della detenzione a Danilo (Filippo Nigro), che dovrà trascorrere parecchi anni in carcere, la fidanzata Rosalba (Nicoletta Romanoff) decide di scrivergli ogni giorno una lettera dolce e appassionata, ricorrendo però all’aiuto della sua amica del cuore Katia (Cristiana Capotondi), costretta a vivere su una sedia a rotelle.
Parte da questa idea il lungometraggio diretto dal prevalentemente televisivo Gianfrancesco Lazotti (le serie televisive "Chiara e gli altri" e "I ragazzi del muretto" nel curriculum), il quale, attraverso una struttura narrativa tutt’altro che classica e decisamente atipica, prosegue con la rottura del rapporto tra Rosalba e Danilo e Katia che, da semplice "suggeritrice d’amore", finisce per diventare la nuova innamorata del ragazzo, colpita dalle appassionate risposte inviate a quegli slanci poetici da lei pensati per la sua amica.
Quindi, una vicenda che, ispirata a tre personaggi realmente esistenti, in maniera molto romantica costruisce il rapporto tra i due protagonisti privilegiando l’intramontabile forza delle parole e riuscendo, contemporaneamente, a divertire lo spettatore ed a risultare piuttosto scorrevole.
Ed il merito va di sicuro riconosciuto anche ai diversi elementi del cast, dal sempre apprezzabile Nigro ("La finestra di fronte") a una Capotondi ("Notte prima degli esami") più convincente del solito, passando per una Romanoff ("Ricordati di me") che, a sorpresa, finisce per rivelarsi la migliore del trio.
Tutti pregi che, comprendenti anche l’ottimo Carlo Buccirosso ("Il divo") nei panni del direttore del carcere, si trovano comunque e purtroppo a dover fare i conti con alcuni difetti che strappano di poco l’operazione dalla sufficienza.
Infatti, se da un lato difficilmente risulta credibile Pino Insegno ("Alta infedeltà") nel ruolo "serio" di un carabiniere, dall’altro si avverte non poco una certa superficialità con cui viene affrontato il rapporto tra Katia e Danilo, il quale avrebbe forse necessitato di un maggiore approfondimento.

La frase: "C’aveva ragione quello, la mia vera vita è cominciata in carcere".

Mirko Lomuscio

Scrivi la tua recensione!


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale: interviste.














I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Black Christmas (2019), un film di Sophia Takal con Imogen Poots, Cary Elwes, Brittany O'Grady.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: