HomePage | Archivio completo


Scopri i vincitori del 58mo London Film Festival

Tra gli ospiti famosi che hanno sfilato sul red carpet: Brad Pitt, Shia LaBeouf e Reese Witherspoon


di Davide Previti23 ottobre 201413:24



Scopri i vincitori del 58mo London Film Festival Uno dei festival di cinema più in ascesa tra i medio grandi è il London Film Festival, organizzato dal British Film Institute nel 2014 alla sua 58ma edizione. Quest'anno il festival ha registrato un nuovo record assoluto di partecipazione: 7.5% in più dell'anno precedente per un totale di ben 163.000 biglietti venduti. I nomi di prestigio che hanno sfilato sul "red carpet" non sono mancati: Benedict Cumberbatch, Keira Knightley, Brad Pitt, Shia LaBeouf, Reese Witherspoon, Mia Wasikowska e Viggo Mortensen sono solo alcuni tra i più noti.
Il LFF è un festival metropolitano molto peculiare per il modo in cui si espande, geograficamente parlando, veramente in lungo e in largo per la capitale britannica. Infatti, nonostante una grande concentrazione di proiezioni a Leicester Square epicentro del West End, e, naturalmente, agli "headquarters" del BFI Southbank, vi sono proiezioni in sale cinematografiche molto più decentrate come il Ciné Lumière nel ricco quartiere residenziale di South Kensington o il Ritzy Cinema nel quartiere multietnico e semi-gentrificato di Brixton nel sud di Londra. In totale 17 cinema, la maggior parte privati, aprono le loro sale per le proiezioni del London Film Festival mostrando, quest'anno, un totale di ben 248 film.

Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer in versione originale con sottotitoli in inglese per Labour of Love (2014), un film di Aditya Vikram Sengupta con Ritwick Chakraborty, Basabdutta Chatterjee,. Ambientato nella fatiscente periferia di Calcutta, Asha jaoar majhe è il racconto lirico di due vite [..]


Il festival, ogni anno, viene suddiviso in categorie, spesso in maniera alquanto particolare. Ci sono prima di tutto tre categorie rappresentate da i tre premi ufficiali: il concorso ufficiale (Best Film), il premio per migliore opera prima (Sutherland Prize) e il premio per migliore documentario (Grieson Award). Poi ci sono i film nella selezione "Galas" dove trovano posto le produzioni più grandi tra quelle fuori dai premi. Il resto dei film sono divisi in categorie a secondo dei generi: Amore, Dibattito, Coraggio, Ridere, Thriller, Cult, Viaggio, Sonico, Famiglia, Corti e Sperimentale. A mio parere, l'esperienza di navigare il grande blocco di titoli del festival attraverso questi segmenti non è dei migliori anche perché non necessariamente un film fa solo ridere o parla solo di amore.

I vincitori di quest'anno

Vincitore della competizione ufficiale: "Leviathan" - Andrey Zvyagintsev.
Il capolavoro di Zvyagintsev racconta del tragico conflitto tra un individuo e il sistema corrotto di un piccolo paese in Russia.
Il presidente della giuria per la competizione ufficiale, Jeremy Thomas, ha commentato così riguardo a "Leviathan": "La grandiosità del film e dei suoi temi hanno colpito senza eccezione tutti i membri della giuria."

Vincitore del Premio Sutherland per migliore opera prima: "The tribe" - Myroslav Slaboshpytskiy.
Il film drammatico ucraino è ambientato in una scuola per sordomuti ed è recitato nella sua interezza solo usando il linguaggio dei segni.
Il presidente della giuria per il premio Sutherland Luc Roeg ha commentato: "Slaboshpytskiy si presenta al grande schermo con un'opera prima audace e matura lasciando già il segno da vero auteur."

Vincitore del Premio Grieson per miglior documentario: "Silvered water, Syria self-portrait" - Ossama Mohammed & Wiam Simav Bedirxan.
L'opera del duo Mohammed e Simav Bedirxan racconta con grande passione la tragica situazione in Siria attraverso due prospettive contrastanti ma dal messaggio unitario.
La presidente della giuria per il Premio Grieson, Sophie Fiennes, ha commentato così riguardo a "Silvered Water": "Il ritratto della Siria nel film è al contempo poetico ma deciso."

Vincitore per migliore nuovo arrivato inglese: Sameena Jabeen Ahmed - attrice in "Catch me daddy".
La presidente di giuria, Finola Dwyer, si è espressa così riguardo alla performance di Sameena Jabeen Ahmed: "Siamo arrivati unanimemente alla decisione di assegnare il premio a Sameena per la sua incredibile interpretazione in "Catch Me Daddy". Ha recitato con sicurezza e senza timore. […] il numero e la varietà di emozioni trasmesse lascia veramente senza respiro, era il cuore pulsante del film."
Il BFI Fellowship award è stato assegnato a Stephen Frears per saperne di più cliccate qui.

Le Mie Recensioni per FilmUp

"Labour of Love" di Aditya Vikram Sengupta voto: 4/10.
"Güeros" di Alonso Ruiz Palacios, voto: 8/10.
"The Keeping Room" di Daniel Barber, voto: 2/10.
"Gente de Bien" di Franco Lolli, voto: 8.5/10
"A Girl Walks Home Alone at Night" di Ana Lily Amirpour, voto: 7/10

Grazie e all'anno prossimo.



Le ultime dal mondo del cinema.
The Capture: Il thriller con Holliday Grainger rinnovato per una seconda stagione
Perry Mason: La miniserie HBO arriva negli Stati Uniti dal 21 giugno
Direttamente on demand Scarpette rosse e i sette nani!
Reality Z, la serie tv sugli zombi approda su Netflix
Azione, humour e fantascienza animata in alta definizione con Spie sotto copertura
Arrivano on demand Le cose che non ti ho detto e Dopo il matrimonio
Millennium: Uomini che odiano le donne diventa una serie tv!
La passione di Cristo 2: cosa sappiamo del film di Mel Gibson

I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: