07 marzo 2001 - Conferenza stampa
Nanni Moretti
Intervista con il regista de "La Stanza del Figlio"
di Valeria Chiari


C'è molto dolore in questo film sembra persino ci sia un'urgenza a parlarne, ma non è autobiografico...
È un viaggio nella sofferenza certo, ed è stato proprio quello che volevo fare fin dall'inizio. Sapevo esattamente quale sarebbe stato il tono e il dolore che volevo mettere. L'autobiografia non è solamente cronaca; è vero, non ho vissuto realmente la perdita di un figlio, ma l'ho vissuta personalmente attraverso il personaggio. Alcuni suoi tratti caratteriali sono i miei, non a caso si chiama anche lui Giovanni; ho sentito il suo dolore e ho trasferito in lui quelle che sarebbero state le mie reazioni. Non era una urgenza quella di parlare del dolore, ma è normale che ad un certo punto della propria vita si siano vissute delle perdite, dei lutti e raccontarli sia piuttosto naturale.

Tra i pazienti del film c'è Stefano Accorsi ma soprattutto Silvio Orlando quello che scatena il senso di colpa di Giovanni. È un ruolo chiave...
Si, da lui parte la realizzazione dell'ineluttabilità degli eventi. È un rapporto che si modifica irreparabilmente, nel momento in cui Giovanni, nella sua ossessione di voler modificare gli eventi, realizza la possibilità che avrebbe potuto in qualche modo salvare il figlio dal suo destino, se non fosse andato dal suo paziente che lo aveva chiamato per chiedergli aiuto.
È proprio attraverso questo personaggio, con il quale aveva un ottimo rapporto, che Giovanni si rende conto di non essere più in grado di avere un rapporto distaccato con i suoi pazienti.

Quali sono i suoi prossimi progetti?
Devo prima cercare di liberarmi di tutto il dolore di cui mi sono "impregnato" facendo questo film. Ho bisogno di un pò di tempo per pensare senza fare. Produrrò otto cortometraggi, ma non saranno i miei.


  

Intervista a Nanni Moretti


Tra i film più recenti:

La stanza del figlio

Caro Diario







I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Vulnerabili (2017), un film di Gilles Bourdos con Alice Isaaz, Vincent Rottiers, Grégory Gadebois.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: