La maledizione dello Scorpione di Giada

Dopo "Criminali da Strapazzo", Woody Allen decide di rimanere nel mondo della malavita, ma di spostarsi negli anni quaranta, periodo d'oro per donne fatali, ladri di gioielli ed investigatori con lo spolverino.
CW Briggs (lo stesso Allen) è un investigatore assicurativo molto abile che deve il suo successo all'abilità di calarsi nella mente dei criminali. Purtroppo i venti di cambiamento che spirano negli uffici, alimentati dal nuovo insopportabile direttore Betty Ann Fitzgerald (Helen Hunt / "What Women Want"), minacciano di travolgerlo. Il suo rapporto con Mrs. Fitzgerald è all'insegna del più caustico dei veleni e soltanto la consolidata amicizia con il proprietario delle assicurazioni, Mr. Magruder (Dan Aykroyd / "The Blues Brothers") gli assicura, almeno per ora, il mantenimento del posto di lavoro.
Una serie di furti inspiegabili gli vengono affidati, ma la matassa sembra troppo complessa, e Mrs. Fitzgerald non aspetta altro che un suo passo falso... e cosa c'entrano Voltan (David Odgen Stiers / "La Dea dell'Amore") e lo "scorpione di giada"?

Il film in costume, un pò alla "Pallottole su Brodway" (si avvale dello stesso direttore di produzione e della stessa costumista), sembra ispirare particolarmente Allen, infatti, al di là di una trama divertente che svaria dal giallo alla commedia romantica, sono sicuramente i dialoghi quelli che ammaliano lo spettatore; è vero che il film potrebbe essere ambientato in un qualunque altro periodo, dato che di fatto è la fitta trama dei dialoghi quella che lo rende così peculiare, ma la tipica atmosfera di ingenuità che traspare dalle varie situazioni, non sarebbe stata molto credibile in un contesto odierno.
Supportato da un cast, peraltro già abituato a lavorare con lui, Allen riesce a tirare fuori il meglio da ogni personaggio, dando l'idea che ogni attore sia nato appositamente per il ruolo che ricopre.
Charlize Theron ("Sweet November") nelle vesti della "mangia uomini" è eccezionale - ricorda un pò Kim Basinger in "LA Confidential" o anche il suo ruolo in "Men of Honor"-, ma anche Dan Aykroyd non è da meno; forse, se proprio dobbiamo trovare un neo, è proprio lo stesso Allen quello meno convincente, in un ruolo un pò troppo Bogartiano (si sa a lui piace) e forse non adatto al risvolto romantico.

La frase: "Una volta che ti pompano 200 volt nel corpo, hai la tendenza a passare il resto della vita in un posacenere".

Curiosità: David Odgen Stiers è noto soprattutto per la sua voce potente e dai toni profondi che è stata spesso prestata a produzioni animate ("Atlantis"), ma anche come narratore di famosi videogame come "Icewind Dale".

Indicazioni:
Se vi piacciono i bei film, i dialoghi curati, le battute fulminanti, insomma Woody Allen, non resterete delusi.

Scrivi la tua recensione!


FilmUP
Trailer, Scheda, DVD, Recensione, Opinioni, Soundtrack Speciale.












I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Le otto montagne (2022), un film di Felix van Groeningen, Charlotte Vandermeersch con Luca Marinelli, Alessandro Borghi, Filippo Timi.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: