Rudo y Cursi
Prodotto da una squadra di produttori di tutto rispetto, i registi Alfonso Cuarón (Children of Men), Alejandro González Iñárritu (Babel) e Guillermo del Toro (Pan’s Labyrinth), "Rudo Y Cursi" e’ stato scritto e diretto da Carlos Cuáron, fratello di Alfonso e sceneggiatore di molte sue opere tra cui il film candidato all’Oscar "Y Tu Mamá También" di cui riutilizza i talentuosi attori.
Nella campagna messicana due fratelli, Tato (Gael García Bernal) e Beto (Diego Luna), si guadagnano da vivere raccogliendo banane e giocano nella squadra locale di calcio. Un giorno fortunato aiutano a riparare la gomma di un ricco uomo d’affari che si rivela essere un procuratore di talenti calcistici e grazie ad un calcio di rigore per i due comincia l’avventura di una vita lontana dalla povertà polverosa alla quale sembravano essere destinati. Beto, detto Rudo per il suo carattere focoso, è un portiere che non lascia passare neanche un gol e Tato, soprannominato dalla stampa Cursi a causa dei suoi modi affettati, un goleador dai piedi magici con la passione per la musica. Presto arrivano i soldi, le macchine e le belle donne con tutte le difficoltà connesse, ma soprattutto si accentua la rivalità tra fratelli che vengono reclutati da squadre rivali. Nella partita che decide della loro sorte è ancora una volta un rigore a definire chi è il vincitore e chi il perdente, ma come spesso accade nella vita, il risultato non è del tutto scontato.
Il film è narrato in modo divertente e vagamente filosofico da una voce fuori campo che attinge dalla "religione" del gioco del calcio perle di saggezza che possono spiegare gli eventi della vita. Carlos Cuáron alla sua prima prova registica è promosso a pieni voti e dimostra di essere anche un bravissimo direttore di attori.
"Rudo Y Cursi" ha già ottenuto un meritato successo in Messico, ha partecipato al Sundance Film Festival a gennaio ed è stato presentato al Tribeca Film Festival nella sezione Spotlight. Si spera che presto anche la distribuzione italiana riconosca le potenzialità di questa commedia che trae ispirazione da due capisaldi del nostro paese: famiglia e calcio.

La frase: "Penalty means punishment, but it’s punishment only for the loser, for the winner it will be glory (Il rigore è una punizione, ma significa punizione solo per chi perde, per chi vince rappresenterà la gloria)".

Elena Maria Manzini

Scrivi la tua recensione!


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.














I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Il colore della libertà (2020), un film di Stephen Chbosky con Ben Platt, Amy Adams, Julianne Moore.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: