FilmUP.com > Opinioni > Come te nessuno mai > Il docuhorror mucciniano
HomePage | Elenco alfabetico | Top 100 - La Classifica | Scrivi la tua Opinione


Titolo film:    Come te nessuno mai
Opinioni presenti:    407
Media Voto:    8 - Media Voto: 8


Altre risorse sul film:
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni

Attenzione: nei testi delle seguenti opinioni, potresti trovare parti rivelatorie del film.



Il parere di Davide Stanzione, 17 anni, Erice (TP)
Il docuhorror mucciniano
Voto 4 di 10 Voto 4di 10
Bookmark and Share
Ecco fatto. Muccino (Gabriele, il regista) ci distilla il suo urlato ritratto (più che altro, un bozzetto da bambino d'asilo) di una gioventù romana zeppolosa, urlata e idealqualunquista con la vanagloriosa e sfacciata superbia dello spaccato generazionale. In realtà, nonostante il buon Silvio (Muccino, l'attore...?) abbia ragione da vendere quando fa notare al padre che i fascisti della sua epoca erano altrettanto edulcorati rispetto a quelli del Ventennio tanto quanto quelli di fine anni '90 lo sono a confronto dei sessantottini, l'affresco é circoscritto, limitato (e non solo dal punto di vista territoriale), mal recitato e vagamente posticcio. Pretenzioso il tentativo di demolire una generazione (che di per sé non ne ha affatto bisogno) attraverso un personaggio vagamente smidollato e arrogantemente pasticcione come Silvio o facendoci (semplicemente) notare che gli ex rivoltosi si sono trasformati oggi in borghesucci con cravatta e doppio petto: il tutto é scontato, lapalissiano e superficialotto in quello che é forse il peggior film di Muccino, già un po' tronfio ma ancora non così smaliziato da celare le imbarazzanti falle di scritture dietro recitazioni esagerate e sensazionalistiche. Com'é mieloso, questo crollo idealistico postsessantottino: annega nelle guanciotte arrossate, negli ingenui palpiti altrettanto cromatizzati, nelle catalogazione enumerante delle varie tipologie giovanilistiche "romanare" e non solo (gli emo avevano da venire, ma la scena é forse in sé la più carina e, per così dire, "memorabile" del film), nella posticcia e insopportabile surrealizzazione finale dell'atto sessuale tanto agognato. I comprimari Giuseppe Sanfelice e Giulia Stagerwalt, pur non dotatissimi neanche loro in termini espressivi, sono surclassati dalle sputacchianti rivendicazioni di Muccino S. Un Muccino che disteso sul letto si interroga su temi come futuro, morte e caducità dell'esistenza con frasi della serie "Vorrei svegliarmi tra trent'anni", un Che ne sarà di noi ante litteram a tutti gli effetti, chiosato e fastidiosissimo. A volerlo prendere seriamente (impresa titanica) "Come te nessuno mai" potrebbe essere catalogato come un docuhorror. La domanda é una sola a questo punto: docuhorror realistico? Be', l'horror di per sé é raramente realistico, e l'espressione docuhorror é di per sé alle soglie dell'ossimorico. "Come te nessuno mai" non fa eccezione: di sicuro é tutt'altro che realistico proporci con grossolana ruffianaggine approssimativa un panorama giovanile in cui campeggiano soltanto assolute teste vuote e insopportabili fregnoni.

Questa opinione è stata scritta da:
Davide Stanzione
17 anni
Erice (TP).
(26 Dicembre 2010)






FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni



Ricerca Opinioni
Elenco alfabetico:    0-9|A|B|C|D|E|F|G|H|I|J|K|L|M|N|O|P|Q|R|S|T|U|V|W|X|Y|Z

Cerca:     Titolo film     

I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Charlie's Angels (2019), un film di Elizabeth Banks con Elizabeth Banks, ,.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: