La donna che canta
"La donna che canta (Incendies)", opera di Wajdi Mouawad, è stata interpretata per la prima volta in Francia il 14 marzo 2003, presso l’Hexagone Scène Nationale de Meylan, e in Quebec il 23 maggio dello stesso anno al Théâtre de Quat’sous, durante la decima edizione del Festival del Théâtre des Amériques.
Ha finito poi per essere rappresentata in non pochi punti del globo, dalla Germania all’Italia, passando per la Svizzera e gli Stati Uniti, prima di ritrovarsi trasposta su pellicola sotto la regia del canadese Denis Villeneuve, curatore anche della sceneggiatura.
Pellicola che comincia dal momento in cui il notaio Lebel (Remy Girard) legge a Jeanne (Mélissa Désormeaux-Poulin) e Simon Marwan (Maxim Gaudette) il testamento della loro madre Nawall (Lubna Azabal), shockandoli nel porgergli due buste, una destinata ad un padre che credevano morto e l’altra ad un fratello di cui ignoravano l’esistenza.
E, come la sequenza di apertura, sono quelli in cui a parlare sulle immagini è la sola, bella colonna sonora i momenti più riusciti dell’operazione, che vede i due fratelli, spalleggiati dal notaio, risalire il filo della storia di colei che ha dato loro la vita, la quale si era chiusa in un mutismo inesplicabile durante le ultime settimane precedenti la sua morte.
Una storia destinata a lasciar emergere sia il destino tragico marchiato a fuoco dalla guerra e dall’odio che il coraggio di una donna eccezionale, man mano che i due setacciano la terra dei loro antenati sulle tracce di una Nawal ben lontana dalla madre che conoscevano.
Perché, tra passato e presente destinati ad incrociarsi continuamente e non pochi elementi di crudezza, il lungometraggio di Villeneuve vuole essere prima di tutto una ricerca iniziatica volta a coniugare l’orrore del conflitto bellico al singolare, costruendosi sulla progressiva emersione di diverse rivelazioni.
Fino a quella finale, decisamente atroce, di un elaborato che, senza dimenticare la potenza inaudita della resilienza, punta in particolar modo sulle ottime performance dei protagonisti, rivelandosi interessante più per la costruzione dello script che per la regia, caratterizzata dai lenti ritmi di narrazione tipici di un certo cinema d’autore adatto solo ai palati più raffinati.

La frase: "La chiamavano la 'donna che canta' perché cantava sempre".

Francesco Lomuscio

Scrivi la tua recensione!


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.














I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Me Contro Te Il Film - Operazione Spie | Harry Potter e il prigioniero di Azkaban | Mune - Il guardiano della luna | The Amazing Spider-Man | Twisters | Donne sull'orlo di una crisi di nervi | Pare parecchio Parigi | Volare | Io capitano | Acid | Dragon Ball Super: Broly - Il Film | Viaggio in Giappone | L'arte della gioia - Parte 1 | Immaculate - La prescelta | Buena Vista Social Club | Green Border | Horizon: An American Saga - Chapter 1 | Toy Story 4 (V.O.) | Confidenza | Il signore degli anelli - Le due torri | Yuku e il fiore dell'Himalaya | L'invenzione di noi due | A dire il vero | Volver | Una storia nera | Succede anche nelle migliori famiglie | The Fall Guy | Priscilla | Furiosa: A Mad Max Saga | Blue Lock Il Film - Episodio Nagi | La chimera | Il gusto delle cose | Palazzina Laf | La Petite | Era mio figlio | Bad Boys: Ride or Die | Garfield - Una missione gustosa | The Watchers - Loro ti guardano | Suspiria (1977) | Eileen | Pioggia di ricordi | Come può uno scoglio | IF - Gli amici immaginari | Shoshana | The Penitent | Back to Black | The Bikeriders | When Evil Lurks | 5 è il numero perfetto | La ciociara | Ogni maledetta domenica | I miei vicini Yamada | Minions (NO 3D) | La terra promessa | Harry Potter e la pietra filosofale | Io e il secco | Bohemian Rhapsody - Sing along | La sala professori | Dolcissime | Hotspot - Amore senza rete | Perfect Days | Il Signore degli anelli - La compagnia dell'anello | Un mondo a parte | La memoria dell'assassino | Il mio posto è qui | Marcello mio | Inside Out 2 | Kika - Un Corpo In Prestito | May December | Fly Me to the Moon - Le due facce della Luna | Ritratto di un amore | Gravity | Haikyu!! The Dumpster Battle | La zona d'interesse | Abigail | Hit Man - Killer per caso | Cult Killer | Vangelo secondo Maria | Foglie al vento | Il regno del pianeta delle scimmie | Vincent deve morire | L'ultima vendetta | Pom Poko | Anna (1953) | Blinded by the Light - Travolto dalla musica | Challengers | A Quiet Place: Giorno 1 - Film | Anatomia di una caduta | Spider-Man 3 | Dogman | L'esorcismo - Ultimo atto | The Holdovers - Lezioni di vita |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Ancora un'estate (2023), un film di Catherine Breillat con Léa Drucker, Olivier Rabourdin, Clotilde Courau.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: