Harry Potter e il principe mezzosangue
"Harry Potter e il Principe mezzo sangue" ha un inizio adrenalinico, con la camera che velocemente passa a volo d'uccello tra le vie della Londra odierna, per addentrarsi in vicoli sempre più stretti e arrivare nella magica Diagon Alley. Questa volta anche il mondo dei babbani viene coinvolto nelle trame oscure dei servitori di Voldemort, ciò però non sconvolge Harry Potter e né tanto meno i suoi amici che si ritrovano come in ogni film della saga per cominciare un nuovo anno di studi a Hogwarts, con nuovi professori e nuovi problemi.
L'impianto è identico a quello dei film precedenti con l'introduzione di nuovi ambigui personaggi, l'immancabile partita di Quidditch e nuovi pezzi del puzzle che andranno a comporre l'intera esistenza di Voldemort.
In questo sesto episodio però l'attenzione non è puntata tanto sulla lotta tra bene e male, magia bianca e arti oscure, ma sui turbamenti amorosi dei nostri eroi. Tutto il resto risulta quasi un contorno al viaggio sentimentale che i tre protagonisti hanno intrapreso e forse non è un caso che passino tanto tempo in treno.
I momenti di azione e scontro sono relegati a mere parentesi, a volte inseriti in modo forzato all'interno della trama, per questo mai ben sviluppate, né di ampio respiro. Lo scontro tra Harry Potter e Draco Malfoy è estremamente rapido e il momento finale che dovrebbe essere tra i più tragici di tutta la saga viene realizzato senza phatos, né suspense, non riuscendo a creare il giusto impatto emotivo.
Questo che doveva essere il momento più cupo e dark dell'intera serie in realtà lascia che i turbamenti di Harry siano tutti per Ginny Weasley, sorella minore di Ron. Quest'ultimo si lascia trascinare in una relazione amorosa che non lo interessa perché, come tutti i maschi, è incapace di decidere, e fa soffrire terribilmente Hermione.
Alla fine 2 ore e mezza di sospiri e sorrisini annoiano terribilmente, si continua a guardare l'orologio in attesa di uno scontro che vivacizzi un po' il ritmo, un'attesa inutile. Solo la fotografia restituisce un po' quell'impianto dark che caratterizzava il libro, tutto il resto è noia.

La frase:
- "Mi spiegate perché quando succede qualcosa voi tre siete sempre coinvolti?"
- "Mi creda Miss McGonagall sono sei anni che mi faccio la stessa domanda"

Elisa Giulidori

Scrivi la tua recensione!


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale: interviste.














I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Warning: main(/www/filmup/includes/strillo_tv20200706.php): failed to open stream: No such file or directory in /www/filmup/includes/template/curiosita/ultime_curiosita.php on line 20

Fatal error: main(): Failed opening required '/www/filmup/includes/strillo_tv20200706.php' (include_path='.:/apps/php_apache/lib/php') in /www/filmup/includes/template/curiosita/ultime_curiosita.php on line 20