FilmUP.com > Recensioni > Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn
HomePage | Prossimamente | Settimana precedente | Archivio x settimana | Archivio

Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn

La recensione del film a cura della Redazione di FilmUP.com

di Francesco Lomuscio03 febbraio 2020Voto: 5.0
 

  • Foto dal film Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn
  • Foto dal film Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn
  • Foto dal film Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn
  • Foto dal film Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn
  • Foto dal film Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn
  • Foto dal film Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn
Un Arlecchino non è nessuno senza un padrone?
A quattro anni dal “Suicide Squad” che, diretto dal David Ayer autore di “End of watch – Tolleranza zero” e “Fury”, aveva provveduto a trasferire sul grande schermo le avventure dei reietti forniti di abilità sovrumane e di combattimento avanzate facenti parte dell’universo DC Comics, torna all’opera la Harley Quinn amante del famigerato Joker.
La Harley Quinn che, evoluzione pazzoide dell’ex psichiatra Harleen Quinzel, possiede nuovamente i connotati della brava Margot Robbie qui figurante anche tra i produttori; mentre, soppiantato dietro la macchina da presa da Cathy Yan, Ayer si occupa stavolta soltanto della produzione esecutiva.

La Margot Robbie su cui, praticamente, viene quasi interamente cucita la circa ora e cinquanta di visione, dagli intenti non poco ironici già a partire dall’apertura a cartoni animati. Circa ora e cinquanta che, non più affiancata dall’acerrimo nemico di Batman, la vede in fuga da tutti i delinquenti di Gotham, comprendenti anche il Roman Sionis interpretato da Ewan McGregor e affiancato dal proprio braccio destro Victor Zsasz alias Chris Messina.
Il Roman Sionis che ha deciso di dare la caccia alla piccola Cass dal volto di Ella Jay Basco e contro il quale, appunto, si schiera proprio la scatenata Harley insieme ad un trio di combattive eroine: Black Canary, la ex poliziotta Renee Montoya e Cacciatrice (o Huntress), ovvero Jurnee Smollett-Bell, Rosie Perez e Mary Elizabeth Winstead.
Tutte unite all’insegna di un quartetto trasudante girl power e movimento #MeToo (nel caso vi fosse ancora qualcuno che ne sente il bisogno) in salsa cinecomic; man mano che la protagonista sfoggia in qualità di nuova migliore amica una iena chiamata Bruce, proprio come il miliardario Wayne che si nasconde nel costume di Uomo pipistrello (qui del tutto assente).

Ma, se l’ambientazione prevalentemente notturna richiamante alla memoria, in un certo senso, i film incentrati negli anni Ottanta sulle violente gang metropolitane riesce a suo modo ad affascinare, una narrazione decisamente schizofrenica – con tanto di presente e flashback alternati – non può fare a meno di rendere negativo il giudizio sull’operazione.
Per non parlare del continuo ricorso a canzoni – da “Boss bitch” di Doja Cat alla “Hit me with your best shot” riletta da Adona – poste a commento delle diverse sequenze, stratagemma che già aveva in parte penalizzato il sopra menzionato lungometraggio di Ayer.
Lungometraggio che, però, rispetto a “Birds of Prey – La fantasmagorica rinascita di Harley Quinn” era almeno riuscito a rivelarsi – pur senza imperfezioni – un robusto, colorato e pirotecnico b-movie ad alto costo e dal curioso retrogusto horror.
Qui, travolti dall’abbondanza di situazioni frenetiche e di scontri corpo a corpo facilmente dimenticabili subito dopo avervi assistito, ciò che si avverte altro non sono che eccessivo fracasso e onnipresenza di azione che, paradossalmente, anziché coinvolgere finisce soltanto per generare noia... fino ad un’ultima, irrilevante “sorpresa” posta al termine dei titoli di coda.


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.


I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Black Christmas (2019), un film di Sophia Takal con Imogen Poots, Cary Elwes, Brittany O'Grady.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: