Un barrage contre le Pacifique
Terzo film in concorso per il terzo Festival del Cinema di Roma. Al di là del numero tre, comunque, il film di Rithy Pahn, tratto dall’omonimo romanzo di Margherite Duras, non andrà, neppure nella classifica di gradimento: "Un Barrage contre le Pacifique", è si film poetico e intimista, ma gli manca quel "quid" in più, magari suggerito dal cast di attori, che lo avrebbe potuto portare a confrontarsi a testa alta con pellicole Hollywoodiane dello stesso genere. Invece così non è, e "Un Barrage contre le Pacifique" risulta soprattutto melenso.

Una madre scopre che la propria risaia è stata invasa dalle acque salate del Pacifico a causa del crollo di una diga di fortuna.
Quella contro gli esattori e lo stesso Oceano Pacifico, sarà una guerra che coinvolgerà anche la sua famiglia...

Margherite Duras metteva nel suo romanzo, ancora di origine autobiografica come altre sue opere, molti personaggi che si intrecciavano componendo un interessante affresco narrativo, sullo sfondo di una diga distrutta nel cuore della Cambogia. Il regista Rithy Panh si pone lo stesso obiettivo intimista, ma non riesce ad essere incisivo come le parole della Duras. Anche con una fotografia molto bella, caratterizzata da colori caldi e accesi, la sua regia non va molto oltre il melodramma didascalico. E’ il ritmo lento e un poco distaccato, inoltre a stancare facilmente lo spettatore.
Altra storia se si ha amato il romanzo. La location cambogiana descritta nel film non ha nulla da invidiare all’opera scritta e sensazione di alienazione e stupore rimane intatta così come la si conosceva nell’originale. Buona la sceneggiatura, quindi che risente positivamente del romanzo.
Un film interessante, quindi, ma riuscito a metà: rimanendo giustamente rispettoso dell’opera da cui trae ispirazione.

La frase: "Ti prego, non lo ammazzare!".

Diego Altobelli

Scrivi la tua recensione!


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale: interviste.














I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Vulnerabili (2017), un film di Gilles Bourdos con Alice Isaaz, Vincent Rottiers, Grégory Gadebois.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: