I sentimenti
"Io penso che il matrimonio è un modo per dimostrare che l'amore è sacro" è una delle prime osservazioni che la Isabelle Carré di "Pranzo di Natale", qui nei panni (pochi, a dir la verità) della giovane Edith, sfoggia nel corso dei primi minuti di visione del lungometraggio diretto dalla parigina Noémie Lvovsky, sceneggiatrice del nostro "E' più facile per un cammello", nonché interprete di "Mia moglie è un'attrice".
Osservazione smentita dal momento in cui comincia a tradire il proprio compagno François - interpretato dal Melvil Poupaud di "Le divorce - Americane a Parigi" - con il maturo dottor Jacques, vicino di casa con le fattezze del Jean-Pierre Bacri de "Il gusto degli altri" e marito di Carole, incarnata dalla straordinaria Nathalie Baye de "Il fiore del male".
D'altra parte, in un contesto generale tempestato di scenografie e costumi ricchi di colori, a rappresentare uno dei maggiori pregi è proprio l'ottima prova degli attori, alle prese non solo con l'imprevedibilità e l'anarchia dei sentimenti, come il titolo lascia intuire, ma anche con dialoghi che si possono definire nel complesso riusciti, tra riflessioni riguardanti i pessimisti che ridono sempre e lo scopo del Creatore individuabile nel non lasciarci mai troppo a lungo senza droga, perché siamo tutti drogati.
Per il resto, è solo l'efficace montaggio di François Gédigier - il cui lungo curriculum comprende "La regina Margot" e "Intimacy - Nell'intimità" di Patrice Chéreau - a contribuire in maniera positiva nel rendere scorrevole e sufficientemente godibile un elaborato di celluloide che, con uno sguardo rivolto in parte alle opere del nouvellevaguiano Eric Rhomer, sembra avere ben poco (e soprattutto ben poco di originale) da raccontare ai propri spettatori.
Spettatori nella cui testa, una volta terminata la visione, anziché riecheggiare il superfluo coro polifonico che apre e chiude il film, canta ripetutamente la versione targata Boys town gang di "Can't take my eyes off you", sulle cui note si abbandona a un certo punto anche la "povera" Carole.

La frase: Certi dicono che si possono amare due persone insieme

Francesco Lomuscio

Scrivi la tua recensione!


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.












I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Vulnerabili (2017), un film di Gilles Bourdos con Alice Isaaz, Vincent Rottiers, Grégory Gadebois.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: