HomePage | Prossimamente | Settimana precedente | Archivio x settimana | Archivio

Nella terra del sangue e del miele











Accompagnato da polemiche prima ancora di essere girato, da una parte con le bosniache mussulmane reduci dalla guerra che dopo avere letto il soggetto ne lamentavano la superficialità con cui descriveva violenze da loro subite, dall’altro lato con i serbi, già certi di ricoprire anche questa volta la parte dei "cattivi", l’esordio di Angelina Jolie alla regia è meno peggio di quel che si potrebbe pensare. Certo la sensazione che abbia scelto di andare ad ambientare un’ambigua storia d’amore sullo sfondo del massacro di Srebrenica per dargli visibilità e così aggiungere un’altra tacca alle sue celebri azioni umanitarie permane dall’inizio alla fine del film, ma sia nella sua sceneggiatura che nella sua regia, si può notare la voglia di non essere superficiali o, come spesso si dice, "americani".
Anzi la Jolie è fin troppo europea: rallenta ogni dialogo sempre qualche secondo più del necessario ed indugia oltre modo su stati d’animo e situazioni da camera i cui significati e funzionalità sono spesso immediati. Inventarsi di sana pianta che una donna prigioniera sia in qualche modo infatuata di uno degli ufficiali che l’ha incarcerata non era uno spunto semplice da rappresentare senza rischiare il grottesco e la Jolie in qualche modo riesce a far apparire il tutto credibile. Peccato che la struttura della storia sia spesso oltremodo ripetitiva e dopo un’oretta abbia già finito ciò che c’era da dire sia sulle violenze subite che sull’orgoglio e la legittimità di alcune rivendicazioni serbe. Si poteva fare di più, soprattutto in fase di scrittura, ma per essere un esordio e per essere un film della Jolie (non deve essere facile girare quando hai tutti gli occhi puntati su di te) non ci si può lamentare più di tanto.

La frase:
"Ti ricordi? C’era qualcosa tra di noi, prima...".

a cura di Andrea D'Addio

Scrivi la tua recensione!



FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.


I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Vulnerabili (2017), un film di Gilles Bourdos con Alice Isaaz, Vincent Rottiers, Grégory Gadebois.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: