My Fair Son
L’odierna Cina davanti ai cambiamenti di costume, incarnata da due generazioni in un interno. Per una sorta di film documentario che studia un padre di mezza età, della borghesia imprenditoriale cittadina, alle prese con il figlio di quasi diciotto anni, omosessuale. Chiaramente, sul primo grava la responsabilità principale degli sviluppi del rapporto. E’ un genitore sostenitore della famiglia classica (“sposati e fai un figlio, è una cosa buona”), con una filosofia economista della vita (“niente soldi, niente amici”), e poco tempo a disposizione al di fuori dell’azienda. Il regista si concentra sulle di lui debolezze, travagli e contraddizioni: vuole avere un buon dialogo col pargolo, gli chiede se lo odia per averlo mandato a vivere dal nonno, beve e quando vede il giovane in situazioni equivoche lascia correre, è pronto a difenderlo dalle battute anche arrabbiandosi. Allo stesso tempo, nel momento in cui scopre che il suo assistente comincia una relazione col figlio, lo licenzia per poi mentire su come sono andate le cose. Il ragazzo invece ha i comportamenti di un adolescente curioso, inquieto (si fissa allo specchio, parla nel sonno, annusa gli indumenti, carezza l’amante addormentato) e fragilmente romantico (“ho bisogno di un senso di sicurezza. Non ho niente in questo mondo. Non ho paura di lasciare tutto, tranne te”).

Immagini poetico-simboliche (una mela morsa in due alternativamente, il giovane nudo davanti alle tende chiuse della camera battute dal sole prima compie larghi movimenti delle braccia poi le spalanca improvvisamente) ed episodi teneri (il figlio insegna gli scacchi al padre, lui lo copre quando si addormenta nudo, gli si sdraia accanto provando ad abbracciarlo), però l’opera soffre di un digitale casalingo, momenti di immobilità (come la lunga sequenza degli esercizi ginnici) e ripetizioni (l’insistito panorama dal tetto del palazzo).

La frase: "Non sei più un bambino, vuoi comportarti come un uomo? Cosa dovrei fare con te?".

Federico Raponi

Scrivi la tua recensione!


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.



I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Clifford - Il grande cane rosso (2021), un film di Walt Becker con John Cleese, Sienna Guillory, Jack Whitehall.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: