La sombra del iceberg
Il 5 settembre 1936 a Cerro Muriano, Cordova, Robert Capa fissò il ritratto di un miliziano colpito a morte che divenne “la” fotografia della Guerra Civile spagnola e una delle più celebri immagini belliche, oltre a renderlo famoso. Ma già pochi giorni dopo scoppiò una prima polemica sull’autenticità dello scatto, continuata poi nel ’75 e ripresa ora da Hugo Doménech e Raúl M. Riebenbauer, che alla vicenda dedicano addirittura un documentario viaggiando tra Spagna, Francia e Stati Uniti per intervistare giornalisti, studiosi, colleghi loro e di Capa. Richard Whelan - biografo dell’artista e curatore del suo archivio - lo difende e non si rende disponibile a un confronto, mentre la fotografia viene vivisezionata con l’aiuto di esperti. Del negativo non si sa nulla, secondo un medico non si capisce la causa di morte, la distanza è minore di quella dichiarata, per un fisico è stata scattata al mattino presto (e non nel pomeriggio come vuole la versione ufficiale), l’analisi degli altri scatti della serie e del soggetto rivela che si ritrova vivo in altre foto e non corrisponde all’identità accertata di Federico Borrell García (nome di battaglia “Taino”), così come il luogo pare non sia quello, anche se sempre in zona.

Gli autori della ricerca - è l’impressione che dà il titolo - non sembrano puntare però, intelligentemente, alla distruzione di un mito.
Anche perché non solo il valore estetico, civile e storico dell’immagine è ormai dato e indiscutibile, ma Capa (pseudonimo di Endre Ernö Friedmann) per diventare noto fotografo di guerra seguì 5 conflitti per poi morire su una mina nel ’54 (diceva: «se la tua non è una buona foto, significa che non ti sei avvicinato abbastanza») lasciando un patrimonio di 75 mila negativi. Semmai il filmato – a suo modo omaggio ad una personalità - aspira ad essere un giallo-saggio sull’arte dell’inganno, sulle potenzialità della manipolazione, sulle tante indicazioni che può fornire una singola immagine. Altrimenti sarebbe fatica sprecata.

La frase: "Tutto può essere spiegato usando i numeri".

Federico Raponi

Scrivi la tua recensione!


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.














I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Il colore della libertà (2020), un film di Stephen Chbosky con Ben Platt, Amy Adams, Julianne Moore.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: