Intermission
L'opera prima del regista teatrale John Crowley narra, sì, tutto ciò che accade nell'intervallo (intermission, per l'appunto) tra la separazione e la riconciliazione di una coppia di giovani fidanzati, ma non è un caso che la grafica del titolo sia stata ideata con l'intento di mettere in risalto la parola "mission".
Già, perché ogni singolo personaggio delle 7 storie che si intrecciano in questo film ha, inconsapevolmente o meno, una propria missione da compiere, che si tradurrà - con modalità diverse ma senza escludere nessuno - in una sorta di "viaggio interiore" alla scoperta di sé.
Anche se i 'personaggi con battute' sono ben 54, la vicenda è incentrata su 11 protagonisti principali: due ex fidanzati, l'amico di lui, la sorella e la madre di lei, il nuovo compagno (sposato) di lei, la moglie dell'adultero, un autista di autobus, un criminale da quattro soldi, un detective e un giornalista televisivo. Ognuno di loro conduce la propria esistenza in modo più o meno tranquillo, e le scene iniziali del film rappresentano frammenti di vita apparentemente indipendenti e scollegati gli uni dagli altri. Ma poco a poco le storie si incrociano, si sovrappongono... e la trama si infittisce; si finisce, così, per essere catapultati in un gioco di rimandi ed interazioni che andranno a comporre un gran bel mosaico, perfetto nei tempi, nello spazio e nei colori di questa immensa storia corale. Una vicenda piena di coincidenze, insomma, ma anche di sentimento, complicazioni e di sorprese nel finale.
Frutto della collaborazione di un regista teatrale e di uno sceneggiatore, Mark O'Rowe, proveniente anche lui dal teatro, "InterMission" non ha niente che lo riconduca a questo mondo eccetto la centralità ricoperta dai suoi dialoghi: ora ridicoli, ora sofferti, ora divertenti, ora profondi, gli scambi di battute tra i vari personaggi sono puntuali e decisivi nel rendere con i giusti chiaroscuri le tante personalità presenti, tutte estremamente differenti tra loro. Pertanto, il risultato finale è un film che può definirsi commedia ma che, in effetti, non è solo questo: inevitabili sono le multisfaccettature della storia che scaturiscono dalla molteplicità di caratteri, e di conseguenza, inevitabile è l'essenza fresca, dinamica e squisitamente originale della pellicola.
Ottima, dunque, la prova di un Crowley alla sua prima esperienza cinematografica tanto quanto quella dell'intero cast, che vanta nomi come Colm Meaney ("Star Trek" serie tv, "Gente di Dublino", "The Snapper"), Cillian Murphy ("28 giorni dopo"), Shirley Henderson, Kelly Macdonald (entrambe in "Trainspotting") e, su tutti, un irresistibile Colin Farrell, che conferma - qualora ce ne fosse ancora bisogno - il suo grande talento e la sua straordinaria capacità interpretativa.
In conclusione, "InterMission" è decisamente promosso, assieme alla sua colonna sonora da comprare immediatamente dopo l'uscita nei negozi di dischi...

Laura Spina

Scrivi la tua recensione!


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.














I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Warning: main(/www/filmup/includes/strillo_tv20200704.php): failed to open stream: No such file or directory in /www/filmup/includes/template/curiosita/ultime_curiosita.php on line 20

Fatal error: main(): Failed opening required '/www/filmup/includes/strillo_tv20200704.php' (include_path='.:/apps/php_apache/lib/php') in /www/filmup/includes/template/curiosita/ultime_curiosita.php on line 20