Hereafter
Sebbene abbia ancora un aspetto attraente e vigoroso, Eastwood ha superato gli ottanta anni e anagraficamente inizia a chiedersi "cosa succede dopo la morte?"; sarà per questo che quando – tramite Steven Spielberg, produttore della pellicola – gli hanno proposto di dirigere "Hereafter" ("aldilà", in italiano) ha accettato senza riserve.
Scritto da Peter Morgan ("The Queen", "Frost/Nixon"), il film racconta la storia di tre persone utilizzando altrettanti indipendenti binari narrativi riprendendo lo stile caro a Guillermo Arriaga (sceneggiatore della Trilogia Amores perros/21 grammi/Babel di Inarritu, ndr).
Marie Lelay (Cécile de France) a Parigi è una nota giornalista francese che si è salvata per miracolo durante un tragico maremoto alle Hawaii; George Lonegan (Matt Damon) a San Francisco è un medium renitente in possesso di poteri soprannaturali; Marcus a Londra perde il suo fratellino gemello in un drammatico incidente.
Vite e città distanti, condizioni socio-culturali profondamente differenti, stati d'animo contrastanti ma comunque uniti a doppio filo dalla ricerca di quel qualcosa che c'è oltre il mondo terreno: l'aldilà, vero o presunto che sia. Un tema profondo e serio, certamente difficile da maneggiare; anche se di nome fai Clint e conservi in bacheca due Oscar. Il regista americano indaga sui tormenti comuni ed esplora con tatto le credenze in materia, spingendo sull'acceleratore delle emozioni come ci ha abituati, ma in questa prova manca più di qualcosa. Innanzitutto la rappresentazione parallela, che poco si addice alla macchina da presa dell'ex Ispettore Callaghan: la coreografica sequenza iniziale dello tsunami, le lezioni culinarie di George sullo sfondo di un ristorante italiano, l'attentato nella metropolitana, sono effimeri e roboanti bagliori in una rappresentazione piuttosto incolore. E l'idea, senza dubbio apprezzabile, di inserire stralci di attualità (non solo le tragedie naturali o gli atti terroristici, ma anche il product-placement integrato o l'uso massiccio di Google) alla lunga sfiancano lo spettatore.
Ognuno dei protagonisti medita e patisce un trauma interiore, vive da inquieto e disadattato la propria condizione, desidera ritrovare la propria anima o "sente" quelle altrui, però dall'altra parte dello schermo arrivano briciole di energia e bisogna accontentarsi dei fantasmi dickensiani o delle visioni paranormali del medium George.
Curioso, inoltre, che Eastwood si mostri assai critico attaccando frontalmente la categoria di coloro che "parlano con i morti" catalogandoli come (giusto che sia) imbroglioni, e poi arrivi a santificare il suo protagonista sensitivo solo perché decide di smettere di lucrare con questa dote.
Va detto, però, che lo sguardo del regista sa essere anche pragmatico, infatti, in "Hereafter" non c'è una destinazione precisa o un prevedibile Paradiso su cui approdare, non c'è una comoda strada cattolica da seguire; anzi, il veloce e stereotipato funerale del ragazzino a Londra sembra quasi prendere le distanze con ironia dalla morale cristiana. Dell'ultimo Eastwood apprezziamo l'onesta e l'ambiziosa intenzione di riflettere con umiltà su un argomento tanto indefinibile quanto sacro e inviolabile. Progetto riuscito o tentativo mancato? Per chi scrive, come probabilmente si evince, la seconda. Ciò nonostante, alcuni potrebbero apprezzare questo viaggio contemplativo e gradire la vena malinconica del vecchio Clint; con il quale condividiamo il pensiero circa l'impossibilità di stabilire l'esistenza di un'oltretomba e per cui al di qua della terra ci auguriamo di gioire per lunghi anni ammirando le sue pellicole.

La frase: "La morte è solo un punto di partenza".

Nicola Di Francesco

Scrivi la tua recensione!


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.














I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
La zona d'interesse | Il mistero della casa del tempo | La sala professori | Martedì e Venerdì | Green book | Finalmente l'alba | Prendi il volo | Wonka | Il fantasma di Canterville | Demon Slayer - Il treno Mugen | Un colpo di fortuna - Coup de Chance | Dune - Parte due | Trolls 3 - Tutti insieme | The Cage - Nella gabbia | Millennium - Quello che non uccide | Il Gatto con gli Stivali 2 - L'ultimo desiderio | Neve (2013) | La natura dell'amore | Mary e lo spirito di mezzanotte | C'e' ancora domani | Dieci minuti | One Piece Stampede - Il Film | Il balletto del Bolshoi - Romeo e Giulietta | Estranei | Romeo e Giulietta | La Petite | Pare parecchio Parigi | Navalny | Il ragazzo e l'airone | Upon Entry - L'arrivo | Persepolis | Sansone e Margot - Due cuccioli all'opera | Volare | Castelrotto | Foglie al vento | Viaggio in Giappone | Perfect Days | The Holdovers - Lezioni di vita | Caracas | Palazzina Laf | Bob Marley: One Love | Adagio | La quercia e i suoi abitanti | The beekeeper | Night swim | Memory | Drive - Away Dolls | I tre moschettieri - Milady | Past Lives | Appuntamento a Land's End | I soliti idioti 3 - Il ritorno | Wonder: White Bird | Captain Marvel (V.O.) | Anatomia di una caduta | Tutti tranne te | Ricomincio da me | One Life | Madame Web | Puffin Rock - Il film | Cold war | Alita: Angelo della battaglia | Sound of Freedom - Il canto della libertà | Killers of the Flower Moon | Creed II | My sweet monster | Le avventure del piccolo Nicolas | Povere Creature! | Green Border | Emma e il giaguaro nero | Romeo è Giulietta | Antonia | A dire il vero | Demon Slayer: Kimetsu no Yaiba - Verso l’allenamento dei Pilastri |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Deserto Particular (2021), un film di Aly Muritiba con Antonio Saboia, Pedro Fasanaro, Thomas Aquino.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: