Bios
La voce femminile che, con tanto di forte accento romanesco alla Gabriella Ferri, introduce il lungometraggio di Fabio Morichini e Matteo Sapio, lascia già intuire che sia volta a prendersi tutt’altro che sul serio la vicenda di due fratelli residenti nella capitale italiana, l’uno responsabile in un certo senso della morte di una donna in un incidente stradale, l’altro della sua resurrezione.
Scandito da un efficace montaggio che difficilmente permette allo spettatore di annoiarsi nel corso della visione, infatti, quello che potremmo definire un film punk, in quanto realizzato in HD con un budget di soli 400 euro, non manca certo d’ironia nell’affrontare un argomento di solito al centro di prodotti più seriosi, mentre un’asfissiante Roma estiva ed a tratti esoterica fa da sfondo ad un racconto anarchicamente costruito alla maniera del giallo.
Anarchicamente perché, tra assurdi spettacoli teatrali, strane insegnanti universitarie e compagnie americane che pubblicizzano in tv il loro metodo per sconfiggere la morte, i due autori non scelgono la strada della classica struttura alla base degli elaborati medi dello stivale d’inizio millennio, bensì quella più sperimentale e folle che, in fin dei conti non lontana da certi stratagemmi tanto cari a diversi esponenti della Nouvelle Vague, prevede anche immagini in bianco e nero alternate ad altre che presentano colori desaturati.
E, con un comparto attoriale la cui discreta recitazione non sempre risulta pienamente convincente, c’invitano tra l’altro a riflettere su cosa sia l’amore e a domandarci se la verità sia una sola o una sòla, tirando in ballo anche una divertente leggenda riguardante i fantasmi di antichi soldati uccisi che si aggirerebbero per piazza Vittorio Emanuele.
Il tutto, individuando uno dei personaggi più interessanti in uno pseudo-tassista che sembra uscito dallo splendido albo dylandoghiano "Dopo mezzanotte", anche se l‘eccesso di cambi di registro rischia non poco di rendere difficile la comprensione totale dell’opera nel corso degli ultimi minuti.

La frase: "La verità nasce dall’interpretazione, interpretare significa scavare, scavare, sca-va-re".

Francesco Lomuscio

Scrivi la tua recensione!


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.



I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Caro Evan Hansen (2021), un film di Stephen Chbosky con Ben Platt, Amy Adams, Julianne Moore.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: