09 Febbraio 2007 - Conferenza stampa
"Notte prima degli esami - Oggi"
Intervista al regista e al cast.
di Francesco Lomuscio


Dopo il grande successo di "Notte prima degli esami", esordio dietro la macchina da presa per lo sceneggiatore Fausto Brizzi, il cast al completo, con qualche elemento in più e qualcuno in meno, torna nelle sale cinematografiche, sotto la direzione dello stesso regista, con il newquel "Notte prima degli esami oggi"…

Fausto, perché definisci "Notte prima degli esami oggi" un newquel?
Fausto Brizzi: Non essendo né un sequel, né un remake, era l'unica definizione che potevo dargli; come si fa con Pippo e Topolino, ho preso gli stessi personaggi per fargli affrontare un'altra notte prima degli esami, ambientata, però, nel 2006 e non più nell'estate del 1989.

Rispetto al primo film, qui viene concesso più spazio agli adulti ed ai nudi, eravate forse intenzionati ad alzare il target di età degli spettatori?
Fausto Brizzi: Bisognava dare un forte segnale di cambiamento; il primo film era una sorta di "Happy days" all'italiana, ma ora non siamo più nel 1989 ed i ragazzi, anziché darsi il bacino sotto al portone, fanno l'amore. Poi gli adulti del film io li vedo come i ragazzi del 1989.

Questa volta sembra che il film presenti un taglio decisamente internazionale, molto vicino a "American pie"…
Fausto Brizzi: Un po' di "American pie" c'era anche nel primo film, soprattutto nel personaggio di Massimo; l'impianto internazionale era comunque un nostro obiettivo, infatti il primo "Notte prima degli esami" si sta facendo ora strada all'estero.

Giorgio, è vero che gli esami non finiscono mai?
Giorgio Panariello: Gli esami non finiscono mai e bisogna sempre procurarsene altri; ci ha pensato Fausto a procurarmene uno nuovo affidandomi il personaggio di questo eterno Peter Pan che, in un certo senso, rispecchia me stesso. E' stato abbastanza semplice interpretarlo perché era scritto benissimo, poi a me piace relazionarmi con i ragazzi.

Tu Serena, cosa ci racconti di questa esperienza?
Serena Autieri: Anche io devo ringraziare Fausto, perché amo stare con i ragazzi ed è venuta fuori la mia parte giocosa; con Giorgio, poi, ci siamo divertiti da matti.

Questo film segna anche il ritorno al cinema per Paola Onofri…
Paola Onofri: Non posso fare altro che ringraziare Fausto per avermi riportato al cinema, sono emozionata e mi batte ancora il cuore come ai tempi del mio primo film, "I due carabinieri" con Carlo Verdone ed Enrico Montesano.

Anche tu, Carolina, ti aggiungi al cast del primo film…
Carolina Crescentini: E' stata un'esperienza fantastica, sono emozionatissima, ma sono felice e devo sicuramente ringraziare Fausto, perché di provini se ne fanno tanti, ma quando ti vedi sul grande schermo è una gran bella sensazione.

Anche la scena del Flash Mob tutta nuda?
Carolina Crescentini: Non mi sono mai divertita così tanto (ride).
Fausto Brizzi: Quella è stata la sequenza più difficile da girare perché non riuscivamo a tenere a bada tutti, sembrava Woodstock (ride).

Voi invece, ragazzi, tornate ad interpretare i personaggi del primo film…
Sarah Maestri: Io, a differenza di Carolina, ero imbarazzatissima per il mio nudo (ride); comunque, tengo a precisare che, sebbene negli ultimi due anni io abbia avuto la fortuna di lavorare molto, da spettatrice, dei miei personaggi è quello di Alice che amo di più.
Nicolas Vaporidis: Praticamente, dall'estate dello scorso anno ad oggi siamo stati insieme tutti i giorni; interpretare Luca Molinari per la seconda volta, con nuovi elementi di contorno, è stato bellissimo. Questa volta, poi, gli ho dato soprattutto il cuore.
Chiara Mastalli: Io colgo innanzitutto l'occasione per ringraziare Fausto, perché sono l'unica rimasta in reggiseno; il personaggio di Simona è diverso da me, infatti, per interpretare la scena in cui mi ubriaco, ho chiesto di farla prendendo tre prosecchi, perché nella realtà non mi sono mai ubriacata (ride).
Andrea De Rosa: Io nel primo film ero carnefice, qui, invece, sono vittima; ma mi sono divertito molto di più, poi credo che il risultato stavolta sia anche commovente.
Eros Galbiati: Nonostante venga concesso più spazio alla storia tra Luca e Azzurra ed alle vicende dei suoi genitori, credo che i personaggi secondari siano questa volta maggiormente delineati rispetto al primo film.

Per concludere, sappiamo che Carolina interpreterà il primo film da regista del co-sceneggiatore Marco Martani…
Carolina Crescentini: Sì, s'intitolerà "Cemento armato" ma sarà tutta un'altra storia, anche il mio personaggio sarà molto distante da quello di Azzurra.

FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale: interviste.


I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Gagarine - Proteggi ciò che ami (2020), un film di Fanny Litard, Jeremy Trouilh con Alséni Bathily, Lyna Khoudri, Jamil McCraven.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: