L'amore buio
Il mondo giovanile torna ad interessare il cinema, i tormenti dell’età adolescenziale si intrecciano, come sempre, con il grande sentimento dell’amore, ma questa volta è un amore diverso, confuso, scaturito da una violenza carnale. Luce e ombra si intrecciano e si fondono, in un sordo, continuo e tormentoso rincorrersi sullo sfondo della città di Napoli. Antonio Captano, ispirandosi a fatti di cronaca, cerca di analizzare i risvolti e le conseguenze che possono nascere nell’animo di due ragazzi le cui vite, nonostante il tempo, sono definitivamente legate da un sottile filo rosso. E’ un’opera drammatica e lirica caratterizzata da lunghi silenzi spezzati dalla musica e dalle parole, silenzi che vogliono descrivere e rappresentare i sentimenti confusi, i tormenti, i desideri, la disperazione di queste due persone. Ciro, interpretato da Gabrile Agrio, è un ragazzo di sedici anni che si fa coinvolgere dai giochi dei suoi compagni arrivando a violentare la giovane adolescente Irene (Irene De Angelis). Il ragazzo però, nonostante appartenga ad una classe sociale degradata, a contatto stretto con la camorra, dove per vivere bisogna per forza essere legati a qualche famiglia, ha un animo sensibile, riesce a capire cosa sia giusto e cosa sia sbagliato, così il giorno dopo la violenza arriva a denunciare se stesso e i suoi amici dell’abuso sessuale, infrangendo la barriera dell’omertà. Il suo mondo negli anni successivi è quello ovattato del carcere di Nisida, una vita diversa fatta di regole da cui cerca di scappare, di rifiutare, ma qualcosa dentro di lui lo tormenta e rende questo periodo ancora più difficile da vivere: il tormento per ciò che ha fatto. Lentamente Ciro cambia rendendosi conto della differenza che esiste fra un rapporto sessuale e l’amore, cerca il perdono da parte di Irene. Irene, ragazza elegante ed educata appartenente all’ambiente borghese, a cui Ciro ha stravolto la vita e il carattere, infatti, dal giorno dello stupro ella non accetta più il suo corpo e non riesce più a sorridere, tormentata nei sogni dal ricordo. L’amore, il tormento, il dolore e il perdono sono gli elementi cardine su cui ruota il film, il desiderio sordido di una violenza, la differenza sociale non ferma i due giovani che lentamente cominciano a provare un sentimento di affetto reciproco. A far da sfondo a questa storia è la città di Napoli, sempre presente nella filmografia del regista, che diventa al tempo stesso protagonista silenziosa ed elemento costitutivo dell’opera con i suoi tesori, la sua complessa stratificazione sociale, con il suo degrado, con i suoi affanni, i suoi colori e le sue sottili sfumature. Vi è una grande attenzione per la fotografia con un’attenzione estetica marcata per sottolineare la differenza degli ambienti sociali opposti dei due giovani. Un plauso agli attori di contorno come Luisa Ranieri e Corso Salani, recentemente scomparso, Fabrizio Gifuni e soprattutto Valeria Golino che interpreta il ruolo della brutta psicologa del carcere dal viso ben poco curato. "L’amore buio" è un invito ai giovani ad avere coraggio e combattere il modo comune di sentire e pensare, spronando i giovani a lavorare insieme per cambiare il mondo che li circonda, un invito che viene rappresentato e sintetizzato nel discorso che Don Luigi Merola tiene ai giovani ospiti del carcere.

La frase: "L’amore se ci pensate è come la benzina che fa muovere i nostri corpi".

Federica Di Bartolo

Scrivi la tua recensione!


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.














I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Black Christmas (2019), un film di Sophia Takal con Imogen Poots, Cary Elwes, Brittany O'Grady.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: