L'altra sporca ultima meta
La scorsa estate la rodata coppia Sandler e Segal (il primo attore, il secondo regista) ci deliziò con la commedia "50 volte il primo bacio". Quest'anno con l "Altra sporca ultima meta" i due si cimentano nella rilettura in chiave commedia di un classico della filmografia anni 70: "Quella sporca ultima meta" di Robert Aldrich.Insomma, stiamo per parlarvi dell'ennesimo remake hollywoodiano.

Adam Sandler è Paul Crewe, un ex giocatore di football finito in galera. Qui il direttore della prigione lo costringe ad accettare l'incarico di allenatore della squadra di football dei detenuti affinché quella dei secondini possa avere un adeguato avversario durante la preparazione precampionato. Quella che doveva essere una semplice amichevole diventa però ben presto l'occasione per i galeotti per vendicare le continue vessazioni subite in carcere dai propri controllori…

Il film rimane purtroppo un ibrido fra la parodia e la storia di redenzione. Chi cerca risate rimarrà deluso così come chi si aspetta di vedere la classica pellicola sportiva dove una squadra di sfigati e perdenti cerca sul campo le proprie rivincite esistenziali. Sprecato è il cast, dove a parte Adam Sandler (decisamente sottotono) che riveste il ruolo di protagonista, al comico Chris Rock e al redivivo Burt Reynolds (protagonista dell'originale del '74) sono affidate parti davvero misere ed "inutili". L'attenzione quasi esasperata per la ricreazione di realismo e dinamicità nelle scene sportive ( il match di football conclusivo dura quasi mezz'ora….) finisce per surclassare il racconto vero e proprio, rendendolo ancor più fiacco di quanto un film dichiaratamente leggero già non sia. Gli spunti comici sono quasi sempre basati sulla creazione del paradosso tra la virilità dei corpi dei protagonisti e l'equivocità dei loro atteggiamenti (all'occasione bambini, effeminati, fifoni, etc…), e se anche molte battute erano incentrate sui giochi di parole, molto si è perso nel doppiaggio (Chris Rock ad esempio è celebre negli States per la propria parlantina). E poco fanno ridere la prigione che pare un parco giochi, gli scherzi da prete fatti agli avversari e i ragazzi pon pon.
Il film negli Usa ha incassato parecchio. Sicuramente il fatto che da noi il football lo si sia visto più volte al cinema che allo stadio gioca un ruolo fondamentale nell'approccio a questa pellicola dove in ruoli minori figurano anche molte vere stars del football americano che pochi sapranno riconoscere (Michael Irvin, Bill Romanowski, Brian Bosworth e Terry Crews). A quando un'analoga commedia italiana sul calcio con apparizioni in pompa magna di Rino Gattuso, Antonio Cassano e Pietro Vierchowod?

La frase: Siamo delinquenti giusto? Forse è ora di ricordarcene…

Andrea D'Addio

Scrivi la tua recensione!


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.














I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Warning: main(/www/filmup/includes/strillo_tv20200707.php): failed to open stream: No such file or directory in /www/filmup/includes/template/curiosita/ultime_curiosita.php on line 20

Fatal error: main(): Failed opening required '/www/filmup/includes/strillo_tv20200707.php' (include_path='.:/apps/php_apache/lib/php') in /www/filmup/includes/template/curiosita/ultime_curiosita.php on line 20