50 volte il primo bacio
L'idea della memoria a breve termine che si cancella non è nuova nel panorama cinematografico, basti pensare al recente Memento, ma applicarla ad una commedia è stato il colpo di genio di Gorge Wing, colto al volo da Adam Sandler e Drew Barrymore nelle loro vesti di produttori ed attori.
Henry Roth (Adam Sandler/Mr. Deeds) è un naturalista che vive alle Hawaii all'insegna del: "rimorchia una turista e sparisci non appena se ne torna sul continente". Un sistema di vita particolarmente divertente ed efficace che consente di restare sempre liberi. Perfetto, finché Henry non incontra Lucy (Drew Barrymore / Duplex) una ragazza affascinante, ma con un piccolissimo problema: a causa di un incidente Lucy ogni mattina non ricorda tutto quello che gli è successo il giorno prima; la sera quando va a letto rimuove i ricordi della giornata precedente. Per Henry è l'inizio di un'odissea senza fine che lo costringe a riconquistare Lucy ogni giorno, cercando nel frattempo di evitare il padre ed il fratello che non vedono certo di buon occhio le sue attenzioni.

Di fatto Adam Sandler - che qui ci stupisce una volta tanto con un film che non è un inno all'idiozia semplicistica dell'americano medio, ma forse il merito è più di Peter Segal (Terapia d'urto) - non fa che concretizzare il sogno di ogni donna: avere un uomo innamoratissimo che ogni giorno le conquista con espedienti nuovi e non avere così mai lo spettro della routine "ammazza-sentimento".
Il tutto è condito da gag divertenti e da personaggi di contorno molto azzeccati, tipo il dottore interpretato da Dan Aykroyd o il samoano della tavola calda. Due appunti, uno sull'onnipresente Rob Schneider, amico di Sandler, ma spesso più irritante che divertente, l'altro sulla protagonista femminile che non è proprio il massimo, o forse sono io che ce l'ho con la Barrymore.

Curiosità: il personaggio di Ula è ispirato a Siope Samuela Ula Lomu (compreso l'occhio ceco) il concierge del Tongan, un resort dove alloggiavano gli attori.

La chicca: nella scena sulla barca di notte, dopo l'incidente velico, Ula, a torso nudo, non ha la cicatrice del morso di squalo, che poi riappare alla fine.

La frase: ammirando un disegno: "Ehi, me lo presti, cerco giusto qualcosa per pulirmi il culo!"

Indicazioni:
Una commedia veramente divertente e meno stupida del solito.

Valerio Salvi

Scrivi la tua recensione!


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.














I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Vulnerabili (2017), un film di Gilles Bourdos con Alice Isaaz, Vincent Rottiers, Grégory Gadebois.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: