FilmUP.com > Forum > Cineclassifiche - IOMA 2005 - IL DIARIO DI SANDRIX
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Cinema > Cineclassifiche > IOMA 2005 - IL DIARIO DI SANDRIX   
Autore IOMA 2005 - IL DIARIO DI SANDRIX
sandrix81

Reg.: 20 Feb 2004
Messaggi: 29115
Da: San Giovanni Teatino (CH)
Inviato: 06-10-2004 17:54  
VISTI
29 palms
Regia: Bruno Dumont
SCENEGG. ORIGINALE

L'alba del giorno dopo
Regia: Roland Emmerich
Cast: (AP)Dennis Quaid, Jake Gyllenhaal, Sela Ward, Ian Holm, Emmy Rossum

Certi bambini
Regia: Andrea e Antonio Frazzi
Cast: Gianluca Di Gennaro, Carmine Recano, Arturo Paglia

Fahrenheit 9/11
Regia: Michael Moore
Cast: Michael Moore

Japanese Story
Regia: Sue Brooks
Cast: Toni Collette, Gotaro Tsunashima, Matthew Dyktynski, Lynette Curran, Yumiko Tanaka

Kill Bill Vol2
Regia:Quentin Tarantino
Cast: (AP)Uma Thurman, David Carradine, Daryl Hannah, Michael Madsen, Vivica A. Fox, Lucy Liu, Samuel L. Jackson.
SCENEGGIATURA ORIGINALE

Luther-Genio,Ribelle,Liberatore
Regia: Eric Till
Cast: Joseph Fiennes, Sir Peter Ustinov, Alfred Molina, Bruno Ganz, Claire Cox, Jonathan Firth
SCENEGGIATURA NON ORIGINALE

Ladykillers
Regia: Ethan Coen, Joel Coen
Cast: (AP)Tom Hanks, Greg Grunberg, (AP)Irma P. Hall, Ryan Hurst, Tzi Ma, Freda Foh Shen, J.K. Simmons, George Wallace, Marlon Wayans, Jason Weaver

La Passione di Cristo
Regia: Mel Gibson
Cast: (AP)James Caviezel, (AP)Maia Morgenstern, Monica Bellucci, Ivano Marescotti, Rosalinda Celentano, Claudia Gerini, Sergio Rubini
SCENEGGIATURA NON ORIGINALE

Peter Pan
Regia: P.J. Hogan
Cast: Jeremy Sumpter, Jason Isaacs, Rachel Hurd-Wood, Olivia Williams, Lynn Redgrave, Ludivine Sagnier
SCENEGGIATURA NON ORIGINALE

Secret Window
Regia: David Koepp
Cast: (AP)Johnny Depp, John Turturro, Maria Bello, Timothy Hutton, Ving Rhames, Charles Dutton
SCENEGGIATURA NON ORIGINALE

Troy
Regia: Wolfgang Petersen
Cast: (AP)Brad Pitt, Eric Bana, Orlando Bloom, (AP)Diane Kruger, Sean Bean, Brian Cox, Peter O'Toole, Brendan Gleeson, Saffron Burrows

La terra dell'abbondanza
Regia: Wim Wenders
Cast: John Diehl, Michelle Williams, Burt Young

Van Helsing
Regia: Stephen Sommers
Cast: (AP)Hugh Jackman, Kate Beckinsale, Richard Roxburgh, David Wenham, Will Kemp, Shuler Hensley

[ Questo messaggio è stato modificato da: sandrix81 il 25-10-2004 alle 00:32 ]

  Visualizza il profilo di sandrix81  Invia un messaggio privato a sandrix81  Vai al sito web di sandrix81    Rispondi riportando il messaggio originario
sandrix81

Reg.: 20 Feb 2004
Messaggi: 29115
Da: San Giovanni Teatino (CH)
Inviato: 06-10-2004 17:55  
PRONTI IN DIVX

A/R Andata e Ritorno
Regia: Marco Ponti
Cast: (AP) Libero Di Rienzo, (AP) Vanessa Incontrada, Kabir Bedi, Remo Girone, Ugo Conti
SCENEGGIATURA ORIGINALE

L'alba dei morti viventi
Regia: Zack Snyder
Cast: Sarah Polley, Ving Rhames, Jake Weber, Mekhi Phifer, Ty Burrell
SCENEGGIATURA NON ORIGINALE

La casa dei 1000 corpi
Regia: Rob Zombie
Cast: Sid Haig, Bill Moseley, Sheri Moon, Karen Black

Le chiavi di casa
Regia: Gianni Amelio
Cast: (AP)Kim Rossi Stuart, Charlotte Rampling, Andrea Rossi, Alla Faerovich, Pierfrancesco Favino

The Company
Regia: Robert Altman
Cast: (AP)Neve Campbell, Malcolm McDowell, James Franco, Barbara Robertson
SCENEGGIATURA ORIGINALE

I diari della motocicletta
Regia: Walter Salles
Cast: Gael García Bernal, Rodrigo De la Serna, Mía Maestro

Harry Potter e il prigioniero di Azkaban
Regia: Alfonso Cuaron
Cast: (AP)Daniel Radcliffe, Rupert Grint, Emma Watson, Gary Oldman, Michael Gambon, Alan Rickman, Maggie Smith, David Thewlis, Tom Felton, Timothy Spall, Emma Thompson

Hero


Identità Violate
Regia:D.J.Caruso
Cast: Angelina Jolie, Ethan Hawke, Kiefer Sutherland, Gena Rowlands, Olivier Martinez, Jean-Hugues Anglade
SCENEGGIATURA NON ORIGINALE

Monster
Regia: Patty Jenkins
Cast: Charlize Theron, Christina Ricci, Bruce Dern, Scott Wilson, Lee Tergesen, Pruitt Taylor Vince
SCENEGGIATURA NON ORIGINALE

L'odore del sangue
Regia: Mario Martone
Cast: Fanny Ardant, Michele Placido, Giovanna Giuliani
SCENEGGIATURA NON ORIGINALE

Primavera, estate, autunno, inverno....e ancora primavera
Regia: Ki-duk Kim
Cast: (AP)Kim-Ki duk, Oh Young-Su, Jong-ho Kim

School of Rock
Regia: Richard Linklater
Cast: (AP)Jack Black, Mike White, Joan Cusack, Sarah Silverman
SCENEGGIATURA ORIGINALE

Spiderman 2
Regia: Sam Raimi
Cast: Tobey Maguire, Kirsten Dunst, Alfred Molina, James Franco, Willem Dafoe

The Terminal
Regia: Steven Spielberg
Cast: (AP)Tom Hanks, (AP)Catherine Zeta-Jones, Stanley Tucci, Chi McBride, Diego Luna, Barry "Shabaka" Henley

Two Sisters
Regia: Ji-woon Kim
Cast: Kap-su Kim, Jung-ah Yum, Su-jeong Lim, Geun-yeong Mun

[ Questo messaggio è stato modificato da: sandrix81 il 11-10-2004 alle 19:52 ]

  Visualizza il profilo di sandrix81  Invia un messaggio privato a sandrix81  Vai al sito web di sandrix81    Rispondi riportando il messaggio originario
sandrix81

Reg.: 20 Feb 2004
Messaggi: 29115
Da: San Giovanni Teatino (CH)
Inviato: 06-10-2004 17:55  
IN DVD

Kill Bill Vol2
Regia:Quentin Tarantino
Cast: (AP)Uma Thurman, David Carradine, Daryl Hannah, Michael Madsen, Vivica A. Fox, Lucy Liu, Samuel L. Jackson.
SCENEGGIATURA ORIGINALE

La Passione di Cristo
Regia: Mel Gibson
Cast: (AP)James Caviezel, (AP)Maia Morgenstern, Monica Bellucci, Ivano Marescotti, Rosalinda Celentano, Claudia Gerini, Sergio Rubini
SCENEGGIATURA NON ORIGINALE

School of Rock
Regia: Richard Linklater
Cast: (AP)Jack Black, Mike White, Joan Cusack, Sarah Silverman
SCENEGGIATURA ORIGINALE


_________________
"Non vorrei mai appartenere ad un club che accettasse tra i suoi soci uno come me." (Groucho Marx)
"Ci vuole tutta la vita per vivere.O anche: ci si mette tutta la vita per imparare a vivere.Si può dire in tutt'e due i modi." (Tiziano Sclavi)

[ Questo messaggio è stato modificato da: sandrix81 il 13-10-2004 alle 17:57 ]

  Visualizza il profilo di sandrix81  Invia un messaggio privato a sandrix81  Vai al sito web di sandrix81    Rispondi riportando il messaggio originario
sandrix81

Reg.: 20 Feb 2004
Messaggi: 29115
Da: San Giovanni Teatino (CH)
Inviato: 06-10-2004 17:59  
LA TERRA DELL'ABBONDANZA
(Land of plenty)

E' un film sui fantasmi, ma qui i fantasmi non sono gli spiriti dei defunti che si divertono a spaventare. I fantasmi ripresi da Wenders sono ben più realistici, e sono nella mente degli uomini.
E' il film sulla paura post-11 settembre, un film sull’America di oggi, che non è più la terra promessa, non è più "la terra dell’abbondanza". E non è più neanche una terra sicura e pacifica. Oggi l'America è una terra inospitale, intollerante, pericolosa, più povera.

Paul è l'emblema di questa America e delle sue paranoie, ed è proprio questa la facciata degli USA contro cui si schiera il regista tedesco; racchiude tutte le paure dell’americano medio, che si insospettisce alla sola vista di un arabo. Il suo personaggio è portato all’eccesso (sfociando un po’ nel macchiettismo), con tanto di inno nazionale come suoneria del telefonino e foto e ritagli di giornale dedicati ad Osama Bin Laden a fare da tappezzeria del furgone, ma trattato con sublime e raffinata ironia. Il suo modo di vedere terroristi ovunque (e la critica di Wenders a ciò) è evidente anche in frasi quali: "Quella risata era araba!" (riferendosi alla scena dell'omicidio) o, ancora di più, "Questa gente non è quella gente." (dopo l'evidente fiasco della sua "missione" a Trona).
In realtà, nel caso dell’omicidio, i responsabili, che Paul crede di vedere nei mediorientali, saranno proprio i frutti marci della società statunitense.

L'altra facciata di quella società è rappresentata dal personaggio di Lana. Lana è l'emblema della speranza, della possibilità di un futuro "migliore" e tranquillo.
L'importanza di ciò che Lana rappresenta è palese in molti dei dialoghi delle ultime scene.
Lana: "(durante l'attentato dell'11/9/01) io non sentivo nulla di ciò che stava accadendo... sentivo solo la gente che esultava."
Paul: "eri in mezzo ai terroristi?!"
L: "No, solo gente comune."
P: "Ma, allora, perché diavolo esultavano?"
L: "Perché ci odiano, perché odiano l'America."

e ancora, sempre parlando dell'attentato alle Twin towers:
P: "3000 civili sono morti..."
L: "Già, e sono le loro voci che vorrei sentire; penso che non vorrebbero che altri esseri umani vengano uccisi in nome loro."

I riferimenti e le critiche sono abbastanza espliciti.


Pur senza tradire il suo stile ampio e rassicurante, con la mdp che abbraccia ampiamente e completamente le location e i paesaggi, volteggiando dai tetti degli alti palazzi metropolitani fino ai volti dei protagonisti, ripresi molto spesso in primissimo piano, Wenders adotta una regia turbolenta, una regia delle emozioni e delle paure, in perfetta linea con gli stati d'animo dei vari momenti del film.
Nella prima parte, forse la struttura alternata delle vicende dei due protagonisti è un po' forzata e schematizzata, ma questa regolarità nei cambi di scena va a vantaggio dello spettatore, che riesce a seguire agevolmente il susseguirsi degli eventi. Nella seconda parte, quando Paul e Lana sono (e agiscono e si muovono) finalmente insieme, il film si incanala sugli schemi del thriller, per poi liberarsi completamente all'aspetto emotivo nel finale.

Da segnalare il magistrale utilizzo della colonna sonora, che diventa parte integrante della messa in scena, spesso sottolineando sensazioni che i dialoghi forse non renderebbero al meglio.


Voto: 7+.


DA TENERE IN CONSIDERAZIONE PER:
Miglior film
miglior regia
miglior colonna sonora

  Visualizza il profilo di sandrix81  Invia un messaggio privato a sandrix81  Vai al sito web di sandrix81    Rispondi riportando il messaggio originario
sandrix81

Reg.: 20 Feb 2004
Messaggi: 29115
Da: San Giovanni Teatino (CH)
Inviato: 06-10-2004 18:09  
LADYKILLERS

In questo film le cose da segnalare sono due:
1) la colonna sonora
2) l'interpretazione di Tom Hanks.

Il resto è nulla.
Non è noioso, non è malfatto. E' nulla.

Ricominciamo, dai lati positivi.

Il Mississippi per fortuna ha un ruolo abbastanza importante in questo film, e questo imponeva una colonna sonora che si muovesse a suo agio tra li Blues e il gospel. Se poi a queste sonorità si aggiungono anche brani di musica da camera, tanto di guadagnato.

L'interpretazione di Tom Hanks è ottima, in quanto riesce a dare un senso ad un personaggio, il Professor G.H. Dorr, assolutamente piatto e privo di sfaccettature, come tutti gli altri protagonisti della storia.

Il film comincia bene, dopo i primi due minuti (titoli di testa, Mississippi e un malinconico blues) ero entusiasta.
Poi c'è la presentazione dell'anziana Marva Munson; tutto sommato una scena godibile, si fa fatica a credere che al giorno d'oggi esistano signore così, ma poi pensi che tua nonna probabilmente si comporterebbe e la penserebbe allo stesso identico modo, e allora ti scappa qualche risata.
Anche le presentazioni degli altri personaggi sono interessanti e più o meno divertenti (in particolare quella del Generale; la scena del cane che muore soffocato lascia invece un po' basiti).
Il problema grosso è che, nel susseguirsi degli eventi, i personaggi non evolvono. Non mostrano sfaccettature, non sono caratterizzati.
Ti aspetti che il Professore perda la sua proverbiale flemma da un momento all'altro, ti aspetti che la vedova Munson faccia qualcosa di avventato (oltre agli schiaffoni che regala a Gawain), ti aspetti che il Generale parli, ti aspetti che Lump faccia qualcosa di particolarmente geniale e brillante.
E invece non accade nulla di tutto questo.
I protagonisti della storia sono tanti brutti stereotipi, schematizzati in maniera infantile e senza spessore.

Di gag divertenti ce ne sono poche. Il 90% sono usate e abusate nel cinema, e molte si ripetono fino alla nausea nel film stesso (ad esempio il Generale che si mette tutta la sigaretta in bocca).
La volgarità di Gawain non ha nessuno scopo, e quindi è volgarità, così come non ha senso il disturbo intestinale di cui soffre Garth.
Il quadro che cambia espressione a seconda di cosa accade è usato - faccio il primissimo esempio che mi viene in mente - in Dellamorte Dellamore, e in maniera molto più ironica (lì era la foto su una lapide a cambiare).
E poi le esplosioni, i goffi tentativi di assassinare la povera anziana signora, tutto a mio avviso banale e già visto.

Un'altra cosa che non si capisce bene è la figura del gatto. Al di là di qualche simbolismo che nei gatti si può sempre ritrovare, che ruolo ha nello svolgimento e nel senso della commedia?

Comunque la prima metà del film si lascia guardare, probabilmente è il ritmo della narrazione ad essere buono, ma nella seconda parte ci si annoia di brutto.

Lo stile finto-gotico americano del ponte mi irrita, ma qui è una questione di gusti artistici personali.

Alla fine la commedia cerca di trasformarsi in un noir, ma il risultato è scarsino.
Le morti dei cinque rapinatori sono banali o ridicole: la lite in cui scoppia lo sparo (espediente usato nel 99% dei film di Hollywood), la caduta per le scale di un freddo calcolatore come il Generale, l'idiozia di Lump che per vedere perché la pistola non ha sparato si spara in fronte.

E' un film che non aggiunge nulla al mondo del cinema, se non l'ennesima ottima prova di un grande attore.


Voto 5-


DA TENERE IN CONSIDERAZIONE PER:
Miglior attore protagonista (Tom Hanks)
Miglior colonna sonora
Migliori costumi
Miglior scenografia

[ Questo messaggio è stato modificato da: sandrix81 il 11-10-2004 alle 19:54 ]

  Visualizza il profilo di sandrix81  Invia un messaggio privato a sandrix81  Vai al sito web di sandrix81    Rispondi riportando il messaggio originario
sandrix81

Reg.: 20 Feb 2004
Messaggi: 29115
Da: San Giovanni Teatino (CH)
Inviato: 06-10-2004 18:12  
VAN HELSING

Oltre a tutto lo schifo che avete già detto voi su questo film... pardon, su questa porcata immane, e a cui mi associo, c'è anche da dire come tutta la storia sia una sequenza assurda di copiazzature da altri film: oltre a "La leggenda degli uomini straordinari" (per tutto quello che avete detto), a James Bond (mi pare evidente), ci sono "Il signore degli anelli" per molti tipi di inquadrature e scelte di regia (malamente copiate), "La storia infinita" (lo specchio che in realtà è una porta, e l'uomo lupo identico alla bestia che alla fine si scontra con Atreyiu), "Blade II" (la bomba di luce ideata da Carl) e altri che ora non mi vengono in mente.

E non parliamo delle bestemmie presenti nel film: dal nome di Van Helsing (Gabriel e non Abraham), all'identità e alla storia di Dracula (conte di nonsocchè e non più Vlad Tepes "l'impalatore" principe di Valacchia), all'argento che uccide i vampiri, a Dracula che può essere ucciso solo da un uomo lupo, alla creatura di Frankenstein che parla e ragiona meglio di tutti gli altri protagonisti.

Basta, questo film è veramente pessimo.
Voto 3.

[ Questo messaggio è stato modificato da: sandrix81 il 06-10-2004 alle 18:32 ]

  Visualizza il profilo di sandrix81  Invia un messaggio privato a sandrix81  Vai al sito web di sandrix81    Rispondi riportando il messaggio originario
sandrix81

Reg.: 20 Feb 2004
Messaggi: 29115
Da: San Giovanni Teatino (CH)
Inviato: 06-10-2004 18:31  
LA PASSIONE DI CRISTO
The passion


In due parole: esagerato ed esasperato.


E' sicuramente un buon film, ma (a parte vari errori più o meno gravi) Gibson esagera.

Concordo con chi ha detto che troppe 'cadute' alla fine hanno l'unico effetto di stufare lo spettatore. Non me ne fotte (e comunque non lo sa nessuno) se è andata realmente così, ma 2-3 rovinamenti a terra si potevano evitare.

Eccessivi, secondo me, tutti i flashback. Gesù (almeno secondo le credenze su cui si basa il film) non era un uomo normale, per cui non sono convinto che nelle sue ultime ore abbia avuto tutti quei ricordi, come invece avrebbe avuto uno di noi comuni mortali. Secondo me qui Gibson ha messo troppa carne al fuoco. (Stai facendo un film SOLO sulla passione? bravo, hai avuto un'ottima idea. Ma tieniti fedele, lascia stare le altre vicende sulla sua vita.)

Sul fatto che nessuno ha tutto quel sangue, che quando uno è morto il sangue non dovrebbe schizzare (come invece accade quando il soldato lo trafigge con la lancia), che se una mano viene trafitta da un chiodo il sangue non dovrebbe uscire (se non dopo un po' di tempo) e tantomeno schizzare, perché il chiodo, finchè è dentro, tampona il buco creato... su tutti questi e altri fatti, qui siamo in pieni mitologia e misticismo, per cui non si può protestare più di tanto.

Belle le parti horror: la prima scena, cioè tutta quella nel giardino degli ulivi, le visioni di Giuda, grandissima la Celentano, più che convincente ed efficace come Satana.
Sicuramente queste scene sono la cosa migliore del film.
La prima visione di Giuda (il mostro che sbuca dalla penombra, di notte) mi ha fatto fare un bel salto dalla poltrona. E' valsa da sola quasi tutto il prezzo del biglietto.


Voto: 6,5


DA TENERE IN CONSIDERAZIONE PER:
Migliori effetti speciali sonori
Migliori effetti speciali visivi
Miglior trucco
Migliori costumi
Miglior scenografia
Miglior attrice non protagonista (Maya Morgenstern)
Miglior attore non protagonista (Hristo Jivkov)
Miglior attore protagonista (James Caviezel)

  Visualizza il profilo di sandrix81  Invia un messaggio privato a sandrix81  Vai al sito web di sandrix81    Rispondi riportando il messaggio originario
sandrix81

Reg.: 20 Feb 2004
Messaggi: 29115
Da: San Giovanni Teatino (CH)
Inviato: 07-10-2004 11:38  
TROY

Lasciando perdere le innumerevoli incoerenze con l'Iliade - che, come vedo, avete già fatto notare voialtri - e lasciando perdere il fatto che l'insistere sulle storie d'amore mi ha tediato a morte, non vale una cicca neanche come kolossal -o "americanata" -, in quanto non dice e non aggiunge nulla di nuovo al bagaglio di mattoni di scene tutte effetti speciali e gran casino.

Gli attori sono imbarazzanti: Brad Pitt mi ha deluso e credo abbia dato la sua peggior interpretazione di sempre; Orlando Bloom è rimasto con la stessa espressione dall'inizio alla fine (il ruolo del coglione che combina solo disastri è sprecato per lui); Peter O'Toole deve avere fumato qualcosa di brutto, perché mi ha lasciato veramente a bocca aperta: aveva delle espressioni che non mi hanno fatto neanche ridere, per quanto erano ridicole; Eric Bana credo sia stato il meno peggio, la faccia e l'espressione del guerriero ce l'ha, anche se purtroppo non è un grande attore.
Considerando che Sean Bean (Ulisse) si è visto poco, direi che le migliori (o, ci risiamo, meno peggiori) sono state le donne.

Bizzarro, per un film storico-di guerra, no?
_______________________________________

mi ero scordato di parlare male del doppiaggio, vero punto di forza di tutto ciò che è di negativo in questo film.

Tornando a Brad Pitt, sono d'accordo sul fatto che la scena del duello con Ettore sia la migliore del film, ma non sono d'accordo sulla sua credibilità nei panni di Achille; non so, fin dalle prime scene mi ha dato l'impressione di trovarsi in un ruolo che non gli si addice.
Non ha l'espressione del guerriero, i suoi sguardi nel vuoto sono quelli di un seduttore, ma non quelli del miglior combattente della storia. Mi ha deluso, è un attore che stimo e quindi speravo in molto di più da lui.
Molto meglio Eric Bana, verso il quale invece partivo prevenuto visto il 'disastro Hulk'.

Per quanto riguarda O'Toole, almeno 2-3 delle sue espressioni hanno scatenato le risate del pubblico in sala.


Un disastro.


Voto: 1,5


DA TENERE IN CONSIDERAZIONE PER:
Miglior scenografia
Miglior attore non protagonista (Eric Bana)

  Visualizza il profilo di sandrix81  Invia un messaggio privato a sandrix81  Vai al sito web di sandrix81    Rispondi riportando il messaggio originario
  
0.118729 seconds.






© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: