FilmUP.com > Forum > Critica il critico - Orrori dalla carta stampata
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Cinema > Critica il critico > Orrori dalla carta stampata   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 )
Autore Orrori dalla carta stampata
Petrus

Reg.: 17 Nov 2003
Messaggi: 11216
Da: roma (RM)
Inviato: 17-04-2005 13:12  
quote:
In data 2005-04-17 12:52, gatsby scrive:


Il discorso qui comunque verteva su un altro argomento, ovvero veri e propri errori su argomenti oggettivi. Come puoi inventare cose che non succedono in un film?
L'altro giorno leggendo city, e la rubrica dedicata al cinema del weekend una giornalsista (non Guzzano) consigliava Litigi d'amore con una breve critica parlando del film come della storia di un uomo combattuto tra l'amore di una madre abbandonata e quello di una figlia delle figlie di lei. Cosa assolutamente falsa!
Da ciò ne consegue che ogni parola successiva è mero frutto della fantasia, visto che il film non è stato visionato.




ecco si, di questo verteva il topic, più che su un discorso, per altro legittimo, sul valore della critica quotidianista

  Visualizza il profilo di Petrus  Invia un messaggio privato a Petrus  Vai al sito web di Petrus    Rispondi riportando il messaggio originario
ilaria78

Reg.: 09 Dic 2002
Messaggi: 5055
Da: latina (LT)
Inviato: 17-04-2005 14:02  
quote:
In data 2005-04-17 12:52, gatsby scrive:

Come puoi inventare cose che non succedono in un film?
L'altro giorno leggendo city, e la rubrica dedicata al cinema del weekend una giornalsista (non Guzzano) consigliava Litigi d'amore con una breve critica parlando del film come della storia di un uomo combattuto tra l'amore di una madre abbandonata e quello di una figlia delle figlie di lei. Cosa assolutamente falsa!
Da ciò ne consegue che ogni parola successiva è mero frutto della fantasia, visto che il film non è stato visionato.



beh ma è chiaro che molta gente dovrebbe andare a zappare la terra, non merita la minima attenzione e non merita di "interagire" con un pubblico che quanto meno pensa che chi scrive sia in buona fede, e parlo con tutto il rispetto per i contadini!
anche in questo ci vorrebbe l'umiltà di farsi un esame di coscienza...
_________________
...quando i morti camminano signori..bisogna smettere di uccidere...

  Visualizza il profilo di ilaria78  Invia un messaggio privato a ilaria78    Rispondi riportando il messaggio originario
Tristam
ex "mattia"

Reg.: 15 Apr 2002
Messaggi: 10671
Da: genova (GE)
Inviato: 18-04-2005 02:26  
Io credo invece che un buon recensore sia un buon critico. Un recensore deve dire in 3000/5000 battute quello che un critico potrebbe dire in molte di più, ma questo non vuol dire assolutamente che il ruolo del recensore sia quello di raccontare la trama correttamente (nè di sbagliarla ovviamente) o che il suo ruolo sia meno nobile e inferiore a quello del critico. D'altronde un buon recensore è un critico con limitazioni di spazio. Inoltre queste limitazione di spazio devono essere funzionali e ben organizzate e spesso è molto più difficilie scrivere poco. Le idee vengono espresse ugualmente, cambia solo la forma e la modalità di approfondimento.

_________________
Una minchia/sapida

[ Questo messaggio è stato modificato da: Tristam il 18-04-2005 alle 02:28 ]

  Visualizza il profilo di Tristam  Invia un messaggio privato a Tristam  Vai al sito web di Tristam    Rispondi riportando il messaggio originario
Petrus

Reg.: 17 Nov 2003
Messaggi: 11216
Da: roma (RM)
Inviato: 18-04-2005 07:58  
quote:
In data 2005-04-18 02:26, Tristam scrive:
Io credo invece che un buon recensore sia un buon critico. Un recensore deve dire in 3000/5000 battute quello che un critico potrebbe dire in molte di più, ma questo non vuol dire assolutamente che il ruolo del recensore sia quello di raccontare la trama correttamente (nè di sbagliarla ovviamente) o che il suo ruolo sia meno nobile e inferiore a quello del critico. D'altronde un buon recensore è un critico con limitazioni di spazio. Inoltre queste limitazione di spazio devono essere funzionali e ben organizzate e spesso è molto più difficilie scrivere poco. Le idee vengono espresse ugualmente, cambia solo la forma e la modalità di approfondimento.





concordo pienamente

  Visualizza il profilo di Petrus  Invia un messaggio privato a Petrus  Vai al sito web di Petrus    Rispondi riportando il messaggio originario
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 19-04-2005 11:07  
quote:
In data 2005-04-17 12:52, gatsby scrive:

L'altro giorno leggendo city, e la rubrica dedicata al cinema del weekend una giornalsista (non Guzzano) consigliava Litigi d'amore con una breve critica parlando del film come della storia di un uomo combattuto tra l'amore di una madre abbandonata e quello di una figlia delle figlie di lei. Cosa assolutamente falsa!
Da ciò ne consegue che ogni parola successiva è mero frutto della fantasia, visto che il film non è stato visionato.




Ho trovato il giornale che avevo conservato con quel pezzo. L'autrice è tale Emanuela Griglié:

Litigi d'amore (foto)
"Kevin Costner, 50 anni conteso da madre e figlia(?????) in Litigi d'amore, da oggi nelle sale. La madre è Terry (Joan Allen) vedova depressa e un pò alcolista con quattro figlie adolescenti e polemiche. Denny (Costner) è il suo vicino di casa: un ex giocatore di baseball (ancora un volta dopo Bull Durham e Luomo dei sogni)ora sfatto e spesso fatto (?) che sbarca il lunario lavorando in una radio. Denny si innamora di Terry, ma è anche attratto da una delle sue figlie, il che ovviamente complica il ménage familiare (???????????).....






[ Questo messaggio è stato modificato da: gatsby il 19-04-2005 alle 11:09 ]

  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 )
  
0.107748 seconds.






© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: