FilmUP.com > Opinioni > Quando la notte
HomePage | Elenco alfabetico | Top 100 - La Classifica | Scrivi la tua Opinione


Quando la notte

Opinioni presenti: 12
Media Voto: Media Voto: 8.5 (8.5/10)

Scrivi la tua opinione su questo film


Altre risorse sul film:
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale: interviste.

Ordina le opinioni per: Data | Voto | Età | Città

Attenzione: nei testi delle opinioni, potresti trovare parti rivelatorie del film.



Non convincente

(5/10) Voto 5di 10

Nulla è convincente in questo film: la storia, la sceneggiatura, la recitazione. Film molto fiacco, lentissimo ed irritante all'inizio. Potevo godere con la montagna...ma non ce n'è stato il tempo.



pciarl, 60 anni, Roma.




bello...

(8/10) Voto 8di 10

un film intenso, originale, intimo. Lo consiglio per chi vuole distaccarsi dalle recenti pagliacciate cinematografiche. Ottimo Timi.



nicola, 37 anni, mestre (VE).




bocciato

(6/10) Voto 6di 10

A me purtroppo non è piaciuto. Intenso e realistico senz'altro... ma scarso il pathos che mi ha trasmesso. Devo dire comunque bravi i due protagonisti anche se a volte un po' troppo melodrammatici (come pure le profonde occhiaie incorporate della povera Pandolfi). Mi era piaciuto tanto 'La Bestia nel cuore' sempre della Comencini....che a differenza di questo mi ha davvero colpito nell'anima e che ancora oggi non riguarderei perchè a volte troppo pathos può anche fare male. Maria Grazia



Maria Grazia, 46 anni, Parma (PR).




TEMA DIFFICILE AFFRONTATO OTTIMAMENTE

(8/10) Voto 8di 10

Bellisssimo, carico di emozioni, mai noioso, estremamente introspettivo pur senza dialoghi lunghi e complessi . Un tema difficile affrontato con coraggio.Penso che solo una donna e madre possa capire davvero quanta verità ci sia in quest'opera.La difficoltà nell'accettare la maternità si è oltremodo accentuata in un mondo dove le donne sono sempre più, mentrein un recente passato " coro" di sorelle, mamme , zie, cugine aiutavano con la loro esperienza a superare tante paure e insicurezze, Ben venga il parlarne, l'affrontare il tema come si sta facendo finalmente con dei libri ma anche con questo film.L' incontro che avviene dopo quindici anni non mi lascia così sorpresa, dovremmo tutti imaparare,quando si giudica un film , ad accettare che ognuno vive esperienze uniche che è sbagliato giudicare.Un rapporto sessuoale così intenso non e, per me fuori luogo : anzi riafferma il diritto della donna di essere madre ma anche amante appassionata. Ci sono incontri che magari si rimandano per anni ma che devono aver luogo perchè la vita vuole così. Solo a lui lei ha confessato il suo odio amore che è poi quello che Manfred prova per tutte le donne e questa esperienza speculare li unisce. Quando Timi dici alla Pandolfi " tu sei la mia donna " sa che non la potrà mai avere e che probabilmente una convivenza con lui sarebbe impossibile dato il suo carattere. Ma è la sua donna e la deve avere almeno per una volta anche se questo significherà ricordare e rimpiangere per tutta la vita.... Inutile parlare di verosimiglianza o meno : questo è la vicenda come ce la propone ,secondo me ottimamente, la Comencini perchè il mondo è pieno di storie ognuna con i suoi ritmi, i suoi tempi , le sue contraddizioni e il suo dolore... Intensa la figura della cognata che possiamo definire "archetipo della maternità" con l'indimenticabile scena del marito che succhia dal suo seno per facilitarle l'allattamento e che porterà ad una nuova gravidanza: un gesto d'amore a 360 gradi.



MARIA LUISA, 58 anni, SARONNO (VA).




bello e profondo

(10/10) Voto 10di 10

Il film é coinvolgente emotivamente e profondo in ciò che racconta;certo non é un film per passare il tempo senza rifletter,anzi,ti porta fare considerazioni sul rapporto di coppia,l'essere madre,insomma ti fa pensare.cosa che forse non fa più piacere fare,soprattutto al cinema.ma si può dire che questo è un limite? Magari ce ne fossero tanti di film così,che generano discussioni,controversie e perchè no anche malessere.la critica che lo ha stroncato è delinquenziale e ipocrita,poichè col suo immotivato attacco anche offensivo,non ha fatto altro che nutrire quel sentimento di ignoranza e cafoneria che purtroppo sta obnubilando le menti nostre e purtroppo cosa assai più grave quelle dei nostri figli.mascalzoni che con i giornalisti di una volta purtroppo non hanno neanche la più lontana somiglianza.



Teresa, 39 anni, Roma (Rm).





Sfoglia indietro   pagina 1 di 3   Sfoglia avanti

Scrivi la tua opinione su questo film


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale: interviste.



Ricerca Opinioni
Elenco alfabetico:    0-9|A|B|C|D|E|F|G|H|I|J|K|L|M|N|O|P|Q|R|S|T|U|V|W|X|Y|Z

Cerca:     Titolo film     

I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Warning: main(/www/filmup/includes/strillo_tv20200713.php): failed to open stream: No such file or directory in /www/filmup/includes/template/curiosita/ultime_curiosita.php on line 20

Fatal error: main(): Failed opening required '/www/filmup/includes/strillo_tv20200713.php' (include_path='.:/apps/php_apache/lib/php') in /www/filmup/includes/template/curiosita/ultime_curiosita.php on line 20