FilmUP.com > Opinioni > I ragazzi stanno bene
HomePage | Elenco alfabetico | Top 100 - La Classifica | Scrivi la tua Opinione


I ragazzi stanno bene

Opinioni presenti: 17
Media Voto: Media Voto: 7.5 (7.5/10)

Scrivi la tua opinione su questo film


Altre risorse sul film:
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.

Ordina le opinioni per: Data | Voto | Età | Città

Attenzione: nei testi delle opinioni, potresti trovare parti rivelatorie del film.



Il matrimonio è il matrimonio

(7/10) Voto 7di 10

La famiglia è la famiglia e il matrimonio è tale anche se a viverlo sono coppie omosex. Partendo da questo dato oggettivo, Lisa Cholodenko rovescia con intelligenza la situation-comedy su cui si basava tanta parte della commedia americana incentrata una volta sulla famiglia. In questa prova dei giorni nostri la regista parte dall’assunto che siamo alle prese con un gruppo familiare normalissimo. C’è un ruolo materno e paterno, due figli né migliori né peggiori di tanti a dolescenti d’oggi, una bella casa trattandosi di classe media, un membro della coppia che lavora, l’altro che aspira a farlo coltivando qualche frustrazione. L’unico particolare che rompe questo quadretto-tipo è il fatto che la coppia si compone di due lesbiche, madri biologiche dei rampolli avuti con inseminazione eterologa da un unico donatore. E qui si spalanca il vero problema, perché il figlio minore spinge la sorella ormai maggiorenne ad informarsi sull’identità del padre di entrambi. Dopo qualche esitazione la ragazza acconsente, consulta la banca del seme e il nome viene fuori. L’uomo in questione, conosciuti i due ragazzi, entra a far parte in qualche modo del gruppo familiare, cosa che è la vera trasgressione relativa alla situazione esistente. L’esito finale, dopo il temporale provocato da tale novità, non si discosterà ancora una volta dalla norma. A giocare la parte del leone nel film, tipico prodotto del cinema indipendente americano a basso budget, nei ruoli di Nic e Jules, sono Annette Bening con capello corto e piglio da padre autoritario e un po’ schematico e Julianne Moore, moglie sostanzialmente a suo agio perché la coppia ha maturato negli anni un buon rapporto. Entrambe le attrici, al meglio delle rispettive performance, esibiscono anche con disinvoltura rughe e zone grigie delle loro mature bellezze. Il che oggi non è cosa da poco. I ragazzi, anche loro sufficientemente naturali, imbranati come sono, nelle problematiche adolescenziali, risultano convincenti. Altrettanto adatto al personaggio dello sciupafemmine ecologista, superficiale ma simpatico, è Mark Ruffallo. L’altro elemento interessante nella storia è il fatto che questo tipo d’uomo, a llergico al matrimonio, pensa di poter fare “suo” il gruppo familiare proprio perché parte dal pregiudizio che quella non è una famiglia , anche se ne avverte il calore. In quanto alla profondità dell’analisi psicologica dei personaggi e ai dialoghi di cui il film si fa forte ed è intessuto, la regista riesce a non essere scontata per la delicata lucidità con cui affronta il tema. Anche la colonna sonora regala emozioni (vedi ricordo di Jane Joplin e canzone di Who da cui è tratto il titolo del film). Un lavoro da vedere quindi, qualsiasi cosa ne pensino molti in Italia, fermi sull’argomento al Medioevo prossimo venturo, non essendo in grado di vedere al di là della punta del proprio naso.



olga, 65 anni, perugia (PG).




ma non vedete che questa trama è violenza !

(3/10) Voto 3di 10

Sugli attori nulla da ridire anzi un buon otto ma che nessuno riesca a vedere la violenza di quel medico/capo famiglia/mamma capo, accentrata su se stessa, con la sua forte personalità e carattere schiaccia tutti in primis la sua compagna che non si ribella mai mai ma subisce, non è mai stata lesbica ma ha solo subito per la sua debolezza scoprendo avanti nell'età che è più che etero ma lo nega in onore di un amore grande per un'altra persona! nega sè stessa. Questo film rappresenta la violenza degli stereotipi sull'omosessualità fino a non poter negare di esserlo. non ho trovato differenza fra questo film e quelli che trattano della violenza dei mariti/maschi sulle mogli/donne, parlo della violenza psicologica dove il marito giorno dopo giorno lava il cervello della donna/debole dalla tua vera essenza ed in questo film è ugualmente drammatico SI TRATTA SEMPRE E COMUNQUE DI UNA PERSONA PSICOLOGICAMENTE FORTE CHE PESTA LA DEBOLE fino a negare sè stessa



angela, 56 anni, ravenna (RA).




Bello

(9/10) Voto 9di 10

Un film molto carino e divertente che si gusta con leggerezza e alla fine del film esci soddisfatto. da vedere.



giorgio, 53 anni, udine (UD).




Bello bello bello

(8/10) Voto 8di 10

Infatti mi è paiciuto tantissimo, ancora di più vederlo con mio marito e riconoscere i limiti,la daily-routine, le difficoltà, la noia e l'affetto che lega e divide, manda in crisi e riappacifica qualunque matrimonio anche quello "diverso". In particolar modo è stata splendida la sequenza in cui la Moore, quasi alla fine del film, chiede scusa e perdono per la sua "scappattella" (la possiamo chiamare così?) e dice che è maledettamente difficile mandare avanti un matrimonio, un unione per molto tempo senza problemi ... però ama Nic: commovente e Nic/A.Benning meravigliosamente piange,piange in modo magistrale perchè mentre si commuove anche lei già sta perdonando.



elisabetta, 46 anni, bari (BA).




bello

(8/10) Voto 8di 10

Un gran bel film, tutti attori eccezionali, sopra tutti le due protagoniste, semplicemente meravigliose. Bella la storia, i contenuti, il messaggio.



Chiara, 45 anni, Barbi (TO).





Sfoglia indietro   pagina 1 di 4   Sfoglia avanti

Scrivi la tua opinione su questo film


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.



Ricerca Opinioni
Elenco alfabetico:    0-9|A|B|C|D|E|F|G|H|I|J|K|L|M|N|O|P|Q|R|S|T|U|V|W|X|Y|Z

Cerca:     Titolo film     

I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Sulle ali dell'avventura | Jumanji - The Next Level | Judy | La Dea Fortuna | Bad Boys for Life | La mia banda suona il pop | Cats (V.O.) | A Beautiful Day | Parasite (V.O.) | Judy (V.O.) | Frozen 2 - Il Segreto di Arendelle (NO 3D) | Ritratto della giovane in fiamme | Tolo Tolo | L'hotel degli amori smarriti | Tappo - Cucciolo in un Mare di Guai | Blow-up | Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn | Pepe Mujica, una vita suprema | Odio l'estate | Star Wars - L'Ascesa di Skywalker (NO 3D) | Lazzaro Felice | La fattoria dei nostri sogni | Il Dottor Stranamore | Beautiful Boy | Arctic - Un'avventura glaciale | Alla mia piccola Sama | Pinocchio | Piccole donne | Cattive acque (V.O.) | 1917 (V.O.) | Aspromonte - La terra degli ultimi | Parasite | L'inganno perfetto | Dolittle | Bad Boys for Life (V.O.) | Gli anni più belli | Il mistero Henri Pick | Richard Jewell | Sonic il Film | Il richiamo della foresta | Lontano lontano | Volevo nascondermi | Il Commissario Montalbano | Fantasy Island | Il diritto di opporsi | Jojo Rabbit (V.O.) | Figli | Alla mia piccola Sama (V.O.) | The Grudge | Villetta con ospiti | Ploi | La ragazza d'autunno (V.O.) | Cattive acque | Alice e il sindaco | Criminali come noi | Jojo Rabbit | Oldboy | 1917 | 18 regali | Storia di un Matrimonio | Sorry We Missed You | Herzog incontra Gorbaciov (V.O.) | Memorie di un assassino | Il richiamo della foresta (V.O.) | Memorie di un assassino (V.O.) | Playmobil The Movie | Me contro Te - La vendetta del Signor S | Doppio sospetto | Fabrizio De André e PFM - Il concerto ritrovato | Cats |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Black Christmas (2019), un film di Sophia Takal con Imogen Poots, Cary Elwes, Brittany O'Grady.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: