FilmUP.com > Opinioni > Figli delle stelle
HomePage | Elenco alfabetico | Top 100 - La Classifica | Scrivi la tua Opinione


Figli delle stelle

Opinioni presenti: 12
Media Voto: Media Voto: 5 (5/10)

Scrivi la tua opinione su questo film


Altre risorse sul film:
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale: interviste.

Ordina le opinioni per: Data | Voto | Età | Città

Attenzione: nei testi delle opinioni, potresti trovare parti rivelatorie del film.



Simpatico

(7/10) Voto 7di 10

Anche se concordo con la recensione segnalata sul sito, a me è piaciuto! Certo poteva essere più approfondito e preciso, ma magari questa mancanza puo' lasciare allo spettatore più libertà nell'interpretazione generale del film e delle motivazioni e sviluppo dei singoli personaggi... :-) Sarà che il cast è formato dai miei attori preferiti: stupendi Favino e Battiston come sempre!!



Daniela, 36 anni, Napoli.




riso amaro 2

(6/10) Voto 6di 10

Ho l’impressione che quanto più si aggrava e si fa pesante questo nostro clima plumbeo da decadenza imperiale, con tutti contro tutti e nessuno che faccia davvero il timoniere di una barca allo sbando, tanto più cresce il bisogno di una risata e di un racconto che renda più sopportabile, anche sconfinando nel surreale, una realtà difficile e complicata, dove anche il riso alla fine è (quando va bene) sottilmente amaro e facile a mutarsi in un ghigno. Ecco quindi sullo schermo Benvenuti al Sud, Donne contro uomini e I figli delle stelle. In quest’ultimo ho trovato un po’ di evasione, non volgare come quella grossolana e luccicante delle varie tivù sotto ricatto commerciale e pubblicitario. Certo non mi va di parlare di successo in toto, anche se momenti d’ilarità la commedia di Lucio Pellegrini ce li regala. Peccato che, soprattutto nella prima parte, siano presenti caratterizzazioni qualunquiste e discutibili. Facile fare del precario una macchietta o schernire l’imbarazzo dell’operaio ignorante che si blocca durante l’intervista o riesumare la presa in giro dell’ideologo del ’68. Eppure il film non si esaurisce in questi limiti. Specialmente nella seconda parte, che si svolge in una località nei pressi del Cervino, il racconto acquista lampi drammatici, deformazioni del reale indovinate, inquadrature di paesaggi non consueti perché in abbandono invernale e non popolati dai turisti. Si riscatta così quel quadro da sfigati, brutta copia dei Soliti ignoti. Questo misto di critica politica e grottesco nostrano si fonde anche per merito e bravura di almeno tre interpreti, Favino Battiston e Tirabassi. Il tutto è sottolineato da musiche un po’ retrò di Finardi e Alan Sorrenti. In breve la trama. Un gruppetto di precari a vario titolo e in diverse situazioni, più una giornalista confusa, complice quasi senza volerlo, sequestrano per sbaglio un incolpevole sottosegretario invece dell’acido e supponente ministro che vorrebbero punire. Scopo della cattura è anche quello di ricavare un riscatto che aiuti la vedova di un operaio morto sul lavoro nonché di autofinanziare la banda abbastanza sgangherata. Ma non tutto andrà come nei piani… E alla fine ci si accorge che c’è poco da ridere!



olga, 65 anni, perugia (PG).




Doppio problema....

(3/10) Voto 3di 10

...se ad una storia per nulla coinvolgente si aggiunge un regista mediocre il risultato non può che essere quello di un film che appena un secondo dopo la fine ti fa domandare cosa sia successo nell'ultima ora e 40 di tempo e come mai ti ritrovi dentro una sala cinematografica....per quale ragione, un vuoto di memoria istantaneo.



Jacopo, 27 anni, Roma.




Leggera drammaticità

(8/10) Voto 8di 10

La commedia di Pellegrini vuole presentare in chiave leggera la società e la politica italiane. Si vede un Paese apparentemente moderno ed evoluto, ma che nasconde vecchiaia e assurdità. La storia, in realtà, è drammatica, perché viene rapita una persona onesta e buona, solo che la banda è formata da uomini disperati, quasi ingenui e davvero bisognosi di aiuto; non solo economico, ma anche emotivo. Questi quattro uomini "coccolati" da una donna vivono nella nostalgia ma anche nella volontà di cambiare per un futuro migliore. La sceneggiatura è scritta bene e scorre senza intoppi; anzi, è intervallata da scene commoventi e da scene davvero divertenti. Gli attori sono il pezzo forte del film: uno straordinario Favino, il migliore insieme a Battiston, bravissimi Sassanelli e Tirabassi, bravo, ma meno intenso del solito Volo e poi la Pandolfi, graziosa, ma non incisiva, a tratti inutile e anche insopportabile. Il finale non scontato e poetico.



renata, 28 anni, roma (RM).




Occasione sprecata

(6/10) Voto 6di 10

Mi ha dato l’impressione di intenzioni superiori ai risultati, di occasione sprecata. Avevo già letto in qualche recensione che il soggetto é da commedia all’italiana classica: un gruppo di scalcagnati che organizza un grosso colpo, alla maniera dei ‘Soliti ignoti’ da cui il genere stesso ebbe origine, quindi senz’altro buone premesse. Ma la storia, ispirata al sequestro Moro, mi é parsa narrata senza nerbo, per così dire: il montaggio é nervoso e il racconto frammentario, il che non va a vantaggio della solidità e della fluidità della narrazione, visto che la sceneggiatura in sè aveva sicuramente buone idee, come si evince da alcune battute e soprattutto dal sottofinale nella sequenza della liberazione del politico da parte della polizia. Forse il regista e co-sceneggiatore Lucio Pellegrini doveva dirigere con mano più ferma. Peccato. Interpreti un po’ sopra le righe ma ok. Il titolo si riferisce allo storico successo di Alan Sorrenti di cui ad un certo punto viene ascoltato un disco nel covo degli improvvisati rapitori nonchè l’ennesima cover nei titoli di coda. Fra parentesi, si vedono molte sequenze di Cervinia, da tempo tristemente deturpata da quegli enormi, orribili condomini da metropoli, roba da arrestare chi li ha fatti costruire.



Lorenzo, 40 anni, Livorno (LI).





Sfoglia indietro   pagina 2 di 3   Sfoglia avanti

Scrivi la tua opinione su questo film


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale: interviste.



Ricerca Opinioni
Elenco alfabetico:    0-9|A|B|C|D|E|F|G|H|I|J|K|L|M|N|O|P|Q|R|S|T|U|V|W|X|Y|Z

Cerca:     Titolo film     

I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Charlie's Angels (2019), un film di Elizabeth Banks con Elizabeth Banks, ,.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: