FilmUP.com > Opinioni > Toy Story 3 - La grande fuga
HomePage | Elenco alfabetico | Top 100 - La Classifica | Scrivi la tua Opinione


Toy Story 3 - La grande fuga

Opinioni presenti: 50
Media Voto: Media Voto: 9 (9/10)

Scrivi la tua opinione su questo film


Altre risorse sul film:
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.

Ordina le opinioni per: Data | Voto | Età | Città

Attenzione: nei testi delle opinioni, potresti trovare parti rivelatorie del film.



Ben fatto

(9/10) Voto 9di 10

Toy Story è un cartone ben fatto e tutti e 3 i cartoni della serie sono adatti anche ad un pubblico di adulti oltre che per bambini secondo me. È una storia che ci fa tornare tutti un pó bambini per il fatto che i personaggi si animano ,ma vabbè. Detto questo,Toy Story è proprio un cartone da oscar ma in questa terza pellicola c'è più drammaticità rispetto alle prime 2. Ci sono scene commoventi persino per adulti,cose che nei primi 2 Toy Story non esistevano perché erano cartoni ben fatti come questo e ci si sa,ma affrontavano temi più leggeri e spensierati



Fabrizio, 20 anni, Napoli.




Un film maturo ma ruffiano ed eccessivamente dark, amaro e drammatico, è il peggiore della serie

(5/10) Voto 5di 10

Premetto che sono cresciuto con Toy Story e Toy Story 2, che amo tutt'oggi e che considero infinitamente migliori del 3. Toy Story 3 è parecchio strano, lo vidi al cinema e all'epoca mi piacque da impazzire, poi rivedendolo in questi giorni mi sono reso conto che non è proprio il capitolo migliore, non è un brutto film, anzi, è obiettivamente un buon film, molto maturo, però secondo me l'hanno reso fin troppo dark, fin troppo serio ed eccessivamente triste, amaro e drammatico in molti punti, in altri punti invece lo considero un film ruffiano. Ecco si potrebbe definire Toy Story 3 un film d'animazione drammatico, e considerando che i primi 2 film erano molto spensierati, personalmente preferisco ricordare la vecchia atmosfera dei primi Toy Story. Se nel primo Toy Story vi era ingenuità ma anche una certa profondità rivolta ai bambini e se in Toy Story 2 vi era una buona dose di umorismo e azione, in questo Toy Story 3 non si sa dove andare a parare, l'azione c'è ma è banale, l'atmosfera che aleggia non è per bambini ma anzi è cupa, direi ansiogena, i temi trattati sono troppo adulti, inoltre il film risulta particolarmente ruffiano nel suo finale. A differenza dei primi 2 film, questo terzo capitolo mi ha messo una certa tristezza ed ansia fin dalle prime scene, in cui vi è un Andy ormai adulto e in cui vi sono tutti i suoi giocattoli messi in un baule, alcuni dei quali ormai venduti e persi per sempre, come la pastorella Boe Beep oppure la macchinina RC. Per intenderci: Toy Story 3 non è un film "rassicurante" come invece lo erano i primi 2, rappresenta proprio la fine di tutto, è un film obiettivamente molto maturo, dato mette in risalto il tema della crescita e il fatto che l'infanzia sia ormai finita, ma proprio a causa di questo motivo risulta eccessivamente triste, amaro e drammatico in molti punti. Obiettivamente, i bambini ne rimangono turbati per via di molte scene dark e di molti personaggi, e gli adulti ne rimangono invece sconfortati e tristi pensando ai bei vecchi tempi spensierati che non ci sono più.



Diego, 23 anni, Siracusa (SR).




una genialata

(10/10) Voto 10di 10

Costretto a vederlo e rivederlo piu' volte che dire? E' assieme a Up! il film che riguarderei sempre eenza stancarmi. Un sapiente mix di dolcezza e di sensazioni "bambine" ed "adulte" con attimi di commozione vera . Proprio un capolavoro. Voto 10



massimo, 43 anni, treviso.




Capolavoro del cinema

(10/10) Voto 10di 10

Non servono attori multimilionari e viziati e strapagati, non servono effetti speciali. Quando ci sono delle grandi idee, una storia ben raccontata, le giuste musiche, ci si può emozionare davvero anche a guardare dei giocattoli disegnati che parlano, a 40 anni. Il 3 è meglio del 2 che era meglio dell'1...dove possono arrivare i geni della pixar è davvero incredibile... Lo guardo, lo riguardo e ogni volta mi emoziono sempre di +, io e i miei 3 tesori, 4 con la mamma. Davvero grandioso.



Maurizio, 40 anni, Lecco (LC).




Un finale perfetto

(10/10) Voto 10di 10

Se nel precedente "Toy Story 2 - Woody e Buzz alla riscossa" il tema dell'abbandono era stato solo accennato grazie al personaggio di Jessie, ora i nostri protagonisti devono affrontare quello che è praticamente l’incubo di ogni giocattolo: Andy infatti è ormai cresciuto e sta per iniziare il college, da anni ormai non gioca più con i “compagni d’infanzia” e deve prendere una difficile decisione sul loro futuro. A causa di un disguido i giocattoli si sentono abbandonati e senza credere alle parole di Woody (l’unico giocattolo che Andy avrebbe portato al college e come ben sappiamo mai disposto a credere a un “tradimento" del padroncino) decidono di cogliere la palla al balzo e divenire i nuovi “ospiti” dell’asilo Sunnyside, dove sperano di trovare sempre bambini disposti a giocare con loro. A dispetto del nome però Sunnyside si rivela un vero e proprio carcere, così tutti insieme cercheranno una via di fuga per non rischiare di finire distrutti. Come ho già detto, un finale perfetto per la saga dei giocattoli più amata al mondo: i nostri eroi, che ormai abbiamo imparato a conoscere e ad amare, hanno improvvisamente perso il loro posto nel mondo e cercano disperatamente di trovare un nuovo ruolo, un nuovo qualcuno che sia disposto ad amarli e a giocare con loro. C’è quindi un misto di divertimento e tristezza in questo film: ci sono sì Barbie e Ken con la loro divertentissima storia d’amore, ma c’è anche l’asilo-prigione, con i giocattoli che tentano disperatamente di scappare. Cosa dire poi del magone che ci accompagna per tutto il film? Vero, c’è il lieto fine, con i giocattoli che trovano una nuova casa, ma per chi come me è in un certo senso cresciuto assieme a Woody, Buzz e gli altri c’è un po’ di tristezza nel vedere che un’era è finita, che Andy è cresciuto e che persino Woody ha capito che è giunto il momento anche per lui di ricominciare una nuova vita e rendere felice un altro bambino.



Filadelfio, 26 anni, Torino.





Sfoglia indietro   pagina 1 di 10   Sfoglia avanti

Scrivi la tua opinione su questo film


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.



Ricerca Opinioni
Elenco alfabetico:    0-9|A|B|C|D|E|F|G|H|I|J|K|L|M|N|O|P|Q|R|S|T|U|V|W|X|Y|Z

Cerca:     Titolo film     

I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Strange World - Un mondo misterioso (2022), un film di Don Hall con Jake Gyllenhaal, Alan Tudyk,.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: