FilmUP.com > Opinioni > Chéri
HomePage | Elenco alfabetico | Top 100 - La Classifica | Scrivi la tua Opinione


Chéri

Opinioni presenti: 7
Media Voto: Media Voto: 6.5 (6.5/10)

Scrivi la tua opinione su questo film


Altre risorse sul film:
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.

Ordina le opinioni per: Data | Voto | Età | Città

Attenzione: nei testi delle opinioni, potresti trovare parti rivelatorie del film.



Particolare

(7/10) Voto 7di 10

Film particolare che và visto con attanzione dal primo all'ultimo secondo altrimenti si rischi di non capire ogni minimo particolare del film che lo rende godibile.Ottima e sempre bella Charliez Theron, buono anche il resto del cast.Ottima l'ambientazione e la scenografia, così come anche i costumi e sopratutto la colonna sonora.Consigliato a chi ha voglia di vedersi un film romantico impegnativo. Voto 7



Antonello, 21 anni, Bologna (BO).




Che classe

(7/10) Voto 7di 10

Film d'essaye, raffinato nella ricostruzione storica e nella fotografia, colto ma per pochi, in quanto non commericale amio avviso, non certo facile e non leggero come sembra inizialmente, sebbene abbastanza scorrevole. Di sicuro è molto ben recitato da tutti gli attori.



Paola, 36 anni, Varese (VA).




Parigi non vale il biglietto

(2/10) Voto 2di 10

Raramente capita di vedere un film così insulso. Un'offesa all'intelligenza di qualsiasi bipede vivente sul pianeta. Si salvano le scene, gli ambienti e i costumi (sapientemente curati e volutamente sfarzosi). Si tratta della storiella scialacquata di una prostituta di alto bordo, una escort antelitteram, oramai al termine della carriera, che s'innamora, ricambiata, di un giovane dandy (Cheri, appunto), figlio di una sua collega. Ma innamorarsi, per una che fa il mestiere, è ovviamente un errore imperdonabile. La parte migliore del film è quella che non vedremo mai, quando sul nostro eroe si abbatte la tragedia della guerra e la consegnuente fine della bella epoque e dei suoi sogni rosa. Pessima idea la voce off, che fa dei riassuntini, come in un feuilletton, o in uno sceneggiato televisivo anni '60. Solo che riappare improvvisamente, quando ci eravamo completamente dimenticati di lei. E ci racconta un finale che è una specie di barzelletta. La visione di qualche palazzo di Parigi e di qualche suo angolo caratteristico non ci riconcilia del tutto e, soprattutto, non ripaga del costo del biglietto. Consiglio: evitate quel cinema e mettete da parte i soldi. E se il vostro livello morale è pari a quello dei personaggi del film e di chi lo ha raccontato, usateli per andare con una escort.



Claudio, 47 anni, Salerno.




Ah, che dolore!

(6/10) Voto 6di 10

Ho letto il libro di Colette una ventina di anni fa e ne sono rimasta folgorata. Grandi tensioni ammantate da dialoghi leggeri e pungenti. Sopra tutti giganteggia la figura di Lea. Ho atteso il film, l'ho visto, ma solo nella bellezza della fotografia ho ritrovato alcune delle sensazioni che ho provato leggendo il libro. Michelle Pfeiffer è veramente brava, ma (per scelta del regista - pochi primi piani- ) non rende tutta la complessità del personaggio che interpreta.Rupert Friend non ha nulla dello Chéri di Colette; si destreggia tra le molteplici espressioni di un bambino imbronciato, ma per tutto il film sembra solamente un gay sul punto di fare il suo coming out.E che dire della scelta del regista di condensare tutto il libro "la fine di Chéri" con un semplice colpo di rivoltella? Ah, che dolore!



Anna, 46 anni, Verbania (VB).




Ottimo!

(9/10) Voto 9di 10

Ho visto questo film un paio di giorni fa e lo trovo davvero ottimo. Per la sua storia non è un genere che attira molto, o comunque attira solo una fetta di pubblico (quando io ho visto il film nella sala erano quasi tutte persone mature), ma credo che sia uno dei pochi film validi in circolazione in questo momento. La Pfeiffer è perfetta, ha il giusto fascino per il personaggio, ha reso perfettamente la forza ma al tempo stesso la fragilità di Lea (magnifica nei momenti di disperazione dopo il matrimonio di Chéri); anche Rupert Friend che avevo visto all'opera solo in "Orgoglio e pregiudizio" tra l'altro con un piccolo ruolo si è rivelato una scelta perfetta per interpretare il giovane Chéri, ha reso alla perfezione il tormento interiore del suo personaggio. Molto carina l'apertura del film anche se la voce narrante nel pezzo finale secondo me era fuori luogo per il tipo di voce e per quello che diceva, magnifica la sequenza finale dove Michelle davvero mostra tutto il suo talento (tra l'altro il film si chiude con un primo piano esattamente come "Le relazioni pericolose" diretto dallo stesso regista). Belli i costumi e le scenografie così come la colonna sonora. Riassumendo andatelo a vedere, merita davvero!



Manuela, 27 anni, Milano (MI).





Sfoglia indietro   pagina 1 di 2   Sfoglia avanti

Scrivi la tua opinione su questo film


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.



Ricerca Opinioni
Elenco alfabetico:    0-9|A|B|C|D|E|F|G|H|I|J|K|L|M|N|O|P|Q|R|S|T|U|V|W|X|Y|Z

Cerca:     Titolo film     

I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Black Christmas (2019), un film di Sophia Takal con Imogen Poots, Cary Elwes, Brittany O'Grady.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: