FilmUP.com > Opinioni > Nosferatu il vampiro
HomePage | Elenco alfabetico | Top 100 - La Classifica | Scrivi la tua Opinione


Nosferatu il vampiro

Opinioni presenti: 8
Media Voto: Media Voto: 9 (9/10)

Scrivi la tua opinione su questo film


Altre risorse sul film:
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.

Ordina le opinioni per: Data | Voto | Età | Città

Attenzione: nei testi delle opinioni, potresti trovare parti rivelatorie del film.



pietoso rimasuglio cinematografico d'altri tempi

(1/10) Voto 1di 10

Mi è difficile commentare ciò che,come è ovvio,è ormai incommentabile:è trascorso oltre mezzo secolo dalla realizzazione di questa barzelletta e ormai non conta più nulla,e così pure il nome Murnau:anche quello non vale più niente. Il vampiro del titolo fa soltanto ridere e questo è il massimo che mi sento di dire.



Barbara, 44 anni, Umbria.




una pellicola fondamentale

(10/10) Voto 10di 10

Questa pellicola non è soltanto uno dei capostipiti storici del cinema del terrore ma anche,probabilmente,un autentico e prezioso reperto,la cui pellicola originale andrebbe conservata in un museo...a questo film dobbiamo riconoscere la grande tecnica del gioco di luci e ombre che si susseguono all'interno del bianco e nero e la "creazione"di uno dei più famosi vampiri della storia,superbamente interpretato da Max Schreck. Una pellicola fondamentale per ogni amante del cinema che si rispetti, poichè per valutare meglio il cinema odierno occorre anche valutare i "semi"che diedero origine alla cinematografia.



Alessandro, 19 anni, Umbria (PG).




sinfonia dell'orrore.

(10/10) Voto 10di 10

Capolavoro del cinema d'arte. E' una sinfonia dell'orrore.



Daniele, 19 anni, Rosignano Solvay (LI).




O

(10/10) Voto 10di 10

Un classico del cinema: si respirano atmosfere autentiche e un sottile filo di inquietudine scorre per tutta la durata della pellicola. L'ambientazione tardo-gotica del romanzo di Stoker è stata fedelmente riprodotta anche se con vistose correzioni geografiche e relativi adattamenti della trama. L'essenzialità espressiva (siamo lontani dalle già allora faraoniche produzioni americane: Intolerance di Griffith è del 1916) è il vero punto di forza di "Nosferatu", un cult della decima arte.



Fabio, 27 anni, Rubiana (TO).




Capolavoro di Murnau

(10/10) Voto 10di 10

Bellissimo film muto, capolavoro del cinema, questo film del 1922, considerato il più grande film vampiresco di tutti i tempi, non è, come ho letto nell'opinione precedente (per il resto condivisibile), di Fritz Lang: il regista è Friedrich Willhem Murnau. Tratto dal grande romanzo "Dracula" (1897) di Bram Stoker, il film narra la tragica vicenda di cui è protagonista il conte Orlok, vampiro che, dal suo castello sui Carpazi,si sposta verso l'inghilterra, seminando la peste sulla nave su cui è trasportato (chiuso in una bara) e viene poi ucciso per merito del sacrificio di Ellen (o Nina, a seconda delle versioni), moglie dell'uomo che lo ha contattato e che egli ha trasformato in vampiro. Per non pagare i diritti d'autore, Murnau cambiò i nomi dei personaggi e dei luoghi, ma fu comunque denunciato dagli eredi di Bram Stoker, per violazione del copyright, e perse la causa; costretto, quindi, a distruggere tutte le pellicole, ne nascose una, che ci ha permesso di conoscere il film (trasmesso per la prima volta, al cinema, il 5 marzo 1922, in Germania). Rinunciando alla manipolazione dello spazio tipica del cinema espressionista tedesco, Murnau crea inquietanti e suggestive atmosfere utilizzando scenari naturali e ricorrendo, con magistrale bravura, a forti angolazioni, inquadrature dal basso, forte contrasto luce-ombra. Suggestivo il tema del mare, che, tempestoso, collega i due mondi in cui vivono il vampiro ed Ellen, rispecchiando la loro telepatica unione di vita-morte. Gli attori sono convincenti ed il trucco del protagonista-vampiro è perfettamente terrificante. Il film appare oggi molto lontano dalle pellicole a cui siamo abituati, sembrando perciò datato, quasi ingenuo, "antico", ben poco terrificante rispetto ai film vampireschi o terrifici attuali; nonostante ciò, considerati i mezzi che aveva a disposizione nel '22, Murnau ha indubbiamente realizzato una grande opera, in cui un sapiente uso delle tradizionali tecniche cinematografiche ed un'ottima direzione degli attori si sposano con la consistente sottolineatura del rapporto amore-morte, luce-tenebra, bene-male, sesso-violenza. Di rilievo la tematica para-psicologica del legame mentale, o spirituale, fra donna e vampiro.



Angela, 27 anni, Mn (MN).





Sfoglia indietro   pagina 1 di 2   Sfoglia avanti

Scrivi la tua opinione su questo film


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.



Ricerca Opinioni
Elenco alfabetico:    0-9|A|B|C|D|E|F|G|H|I|J|K|L|M|N|O|P|Q|R|S|T|U|V|W|X|Y|Z

Cerca:     Titolo film     

I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Vulnerabili (2017), un film di Gilles Bourdos con Alice Isaaz, Vincent Rottiers, Grégory Gadebois.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: