HomePage | Elenco alfabetico | Top 100 - La Classifica | Scrivi la tua Opinione


Cuori

Opinioni presenti: 14
Media Voto: Media Voto: 6.5 (6.5/10)

Scrivi la tua opinione su questo film


Altre risorse sul film:
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale: interviste.

Ordina le opinioni per: Data | Voto | Età | Città

Attenzione: nei testi delle opinioni, potresti trovare parti rivelatorie del film.



Deliziosamente lento: come il cadere della neve.

(8/10) Voto 8di 10

La lentezza (voluta dal regista) non è un punto di debolezza del film ma il suo punto di forza. Serve per riflettere sul tema dell'ineluttabilità della solitudine come punto di partenza per altri incontri o perché no a dei ritorni. Il film apre tanti "scenari possibili" ma non propone delle soluzioni; al contrario rimane aperto sempre in un ciclo infinito di possibili di nuove e vecchie combinazioni a due a due. Belli e teneri tutti i personaggi ma su tutti (per me) Charlotte e Thierry. Thierry tanto tenero come fratello quanto come innamorato di Charlotte che "dovrebbe ridere più spesso". Deliziosa Charlotte quando "ammicca" verso lo spettatore ad ogni finale di scena che la vede protagonista. Film universale per la ciclicità del montaggio e della sceneggiatura. Delizioso come il cadere lento e vellutato della neve.



Rupert, 61 anni, Venezia (VE).




solitudine umana; caratteristica tremenda del nostro tempo

(8/10) Voto 8di 10

la solitudine dei personaggi è il tema fondamentale, il freddo latente e la neve oggnipresente ne accentuano il tono, non drammaticamente ma con ironia, con un certo umore che rendono il film bello, bene gli attori........di un altro pianeta ovvero generazione il Regista.



paolo.rapallino, 60 anni, genova.




Premi più che meritati

(9/10) Voto 9di 10

Recentemente ho visto e umilmente "opinionato" su questo stesso sito un altro film che racconta storie diverse di personaggi che si incontrano : "A casa nostra" di Francesca Comencini. Tra i due non c'è però paragone. Questo Cuori è un piccolo capolavoro di delicatezza, originalità delle situazioni, capacità introspettiva, cura dei particolari, capacità di recitazione. Comprensibile che abbia ricevuto premi e riconoscimenti. Non che mancassero buoni attori in "A casa nostra", ma davvero quel film non riesce a lasciare un segno che non sia quello del vuoto, mentre qui alcuni personaggi sono indimenticabili, certe situazioni paradossali ma in fondo realistiche. Indimenticabile per esempio l'ambigua Charlotte, vero enigma per il povero Thierry stordito dal suo mix di erotismo e bigotta devozione. L'occasione mancata di un amore che poteva nascere e invece non nasce per una irreparabile coincidenza. Prevale il senso di solitudine dell'uomo qualunque, la sua battaglia per la felicità persa "contro" gli altri uomini e contro il destino. E' un film infine da andare a vedere con la consapevolezza che non si tratta di Rambo IV, come probabilmente ha fatto chi è venuto qui a scrivere che il film è "lento" o noioso.



Valerio, 44 anni, Roma.




tiepidi di neve fredda

(9/10) Voto 9di 10

Raccontare la ricerca di felicità di vite chiuse dentro il cassetto dei propri desideri non è così semplice e vabbè che si tratta di una trasposizione che viene da un'opera teatrale ma il film è davvero tutto ben fatto (neve perenne anche sugli abiti che non vengono mai scossi e neve su mani che non potranno mai essere riscaldate, interni alla Kartell di resinosi sentimenti ma anche orizzontali sezioni di appartamenti svuotati come lo sono certi cuori) se non fosse per quell'accento un tantino grottesco di una facon francese che la nostra Morante vuole incarnare.



Emanuela, 39 anni, Firenze (FI).




una soap opera in un film

(1/10) Voto 1di 10

assolutamente inutile...si dice sia girato a parigi e invece alla fine sono solo 3/4 ambienti differenti, come restano tali anche gli attori, nn una persona in + o in meno...dialoghi scontati, banali, conditi di quel cattolicismo che stona, disturba per certi versi...scene inquietanti al limite del parossistico, discorsi inconcludenti, vacui...insomma un film da stroncare senza SE e senza MA, non ricordo d aver visto un film così brutto negli ultimi tempi...



Salvo, 36 anni, Catania.





Sfoglia indietro   pagina 1 di 3   Sfoglia avanti

Scrivi la tua opinione su questo film


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale: interviste.



Ricerca Opinioni
Elenco alfabetico:    0-9|A|B|C|D|E|F|G|H|I|J|K|L|M|N|O|P|Q|R|S|T|U|V|W|X|Y|Z

Cerca:     Titolo film     

I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Vulnerabili (2017), un film di Gilles Bourdos con Alice Isaaz, Vincent Rottiers, Grégory Gadebois.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: