FilmUP.com > Opinioni > The new world - Il nuovo mondo
HomePage | Elenco alfabetico | Top 100 - La Classifica | Scrivi la tua Opinione


The new world - Il nuovo mondo

Opinioni presenti: 241
Media Voto: Media Voto: 5.5 (5.5/10)

Scrivi la tua opinione su questo film


Altre risorse sul film:
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale: interviste.

Ordina le opinioni per: Data | Voto | Età | Città

Attenzione: nei testi delle opinioni, potresti trovare parti rivelatorie del film.



Io lo rivedrei!

(10/10) Voto 10di 10

Mi è piaciuto molto! Tutta quella natura, tutta quella spontaneità...sembrava una favola,un mondo veramente perduto. Il film ha sicuramente un ritmo molto calmo... ma nella calma c'è una tranquillità assoluta... tranquillità e bellezza del naturale, che assopori per la maggior parte del tempo guardando questo film. Che ovviamente merita di essere visto!



Raffaella, 22 anni, Abbiategrasso.




splendido

(10/10) Voto 10di 10

Non ci sono parole per definire questo capolavoro...l'anima raccontata dalle immagine, la luce, il vento, gli spazi, i sorrisi..un film lento anzi lentissimo...e chi l'ha detto che lento è male?lentissimo e bellissimo...senza parole.



Andrea, 28 anni, Ancona (AN).




Un Grande Cinema comporta una Grande Responsabilità...

(8/10) Voto 8di 10

Francamente mi sono stufato della solita etichetta che si affibbia a certi film che hanno un portato di significato notevole. l'ultima fatica di malick non è per tutti, e non voglio trasformare qui il cinema in una realtà elitaria dove pochi apprezzano e molti soccombono. the new world è un film che trasmette emozioni, suscita sensazioni percettive che si snodano tra i paesaggi sublimi e gli slanci intimisti dei personaggi. una bella storia non deve essere necessariamente facilona, e la passione tra smith e pocahontas gioca proprio sul filo invisibile del detto/non detto, visto/non visto - che poi è la quintessenza del cinema. ho avuto la sventura di aver pagato un biglietto non tanto per gli sbadigli di chi se ne andava - giustissima decisione, visto che si può cadere nel torpore causa eccessiva lunghezza o scarso apprezzamento del genere -, quanto per l'ottusa presenza di chi ha criticato la pellicola dai titoli di testa all'ultima inquadratura, danneggiando ed infastidendo gente come me che aveva il sacrosanto diritto di godersi lo spettacolo. si critica spesso ferocemente su quello che viene definito cinema d'autore: bene, essendo in democrazia sono rispettabili i giudizi di tutti, a patto che rispettino quelli propri di ciascuno di noi! siete dunque disposti ad affrontare un viaggio fisico ma soprattutto mentale in un'america ancora rigliosa e fertile, adombrata dalla presenza di un'europa corruttibile che tenterà a tutti i costi di incrinare l'ecosistema socialmente ideale dei nativi? amate il cinema fatto bene, onesto ed elegante, in grado di pizzicare le corde degli stati e degli strati dell'animo più profondi? allora correte a comprarvi il biglietto. provate invece difficoltà di fronte alle storie che sembrano immobili, dove proverbialmente non succede nulla, dove un finale piuttosto mesto non paga un minutaggio sovrabbondante e dove la noia potrebbe celarsi dietro l'ennesimo silenzio? allora cercate altrove, troverete sicuramente qualcosa che sappia appassionarvi con sincerità. ma, vi prego, se proprio bisogna sparare a zero su the new world, vorrei capire come si possano elogiare pellicole come natale a miami... insomma, spettatore avvisato...



Giovanni, 21 anni, Arezzo.




un viaggio intimista

(10/10) Voto 10di 10

lo spettatore accompagna il giovane colin farrell in un viaggio incredibile...attenzione non parlo del viaggio per il continente, ma di un viaggio interiore, profondo alla scoperta del mondo perduto dell'innocenza e della purezza che e intrinseco dell'essere umano. Una fotografia da urlo e una colonna sonora incalzante fanno il resto da vedere assolutamente.



GIuseppe, 19 anni, Avellino.




una intensa emozione più che un film

(8/10) Voto 8di 10

Ovviamente il mio è un giudizio positivo. Ho visto questo film quando già qualcuno mi aveva espresso il suo parere non proprio favorevole, concordo sul fatto che sia lento, concordo anche sul fatto che sia lungo, ma io mi chiedo: perchè la lentezza deve essere per forza un indice negativo? In questo film la lentezza fa parte integrante del senso poetico stesso della pellicola, è piacevolissimo abbandonarsi agli eventi che per forza di cose sono lenti, perchè nella realtà sono stati lenti. Sono a favore di questo film perchè ha toccato corde dell'inconscio a cui chi ama (e quindi credo un pò tutti) non può rimanerne indifferente. In questo film oltre alla storia d'amore c'è tutta una serie di altre tematiche che secondo me sono trattate molto bene, ma sicuramente il lato sentimentale e umano è quello riuscito meglio, anche nella annichilente sensazione finale dove viene fuori (a mio parere) che la vita è troppo breve per lasciare che anche una singola scelta, giusta o sbagliata che sia, non ti pregiudichi la felicità.



Daniela, 31 anni, Bari (BA).





Sfoglia indietro   pagina 1 di 49   Sfoglia avanti

Scrivi la tua opinione su questo film


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale: interviste.



Ricerca Opinioni
Elenco alfabetico:    0-9|A|B|C|D|E|F|G|H|I|J|K|L|M|N|O|P|Q|R|S|T|U|V|W|X|Y|Z

Cerca:     Titolo film     

I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Una famiglia mostruosa (2021), un film di Volfango De Biasi con Massimo Ghini, Lucia Ocone, Paolo Calabresi.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: