FilmUP.com > Opinioni > L'arco
HomePage | Elenco alfabetico | Top 100 - La Classifica | Scrivi la tua Opinione


L'arco

Opinioni presenti: 20
Media Voto: Media Voto: 7 (7/10)

Scrivi la tua opinione su questo film


Altre risorse sul film:
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.

Ordina le opinioni per: Data | Voto | Età | Città

Attenzione: nei testi delle opinioni, potresti trovare parti rivelatorie del film.



La potenza di uno sguardo

(7/10) Voto 7di 10

Un film particolare e delicato, come caratteristico del regista coreano. Fotografia meravigliosa, capace di incollare allo schermo per un'ora emmezza anche nell'assoluta mancanza di dialoghi. La parola è scarsa, limitata, com'è superflua in ogni vera storia d'amore, dove gli sguardi sono i veri e unici protagonisti. E kim-ki duk è abilissimo a catturarli, sguardi tristi o giocosi, sguardi che contengono interi universi. Forse è anche per quest'intensa empatia che si viene creando coi protagonisti, entrando nell'intimità del loro rituale quotidiano, che quando le presenze esterne cominciano ad essere più incidenti risultano quasi fastidiose. E' col chiacchiericcio insensato del ragazzo, recriminante stucchevoli ricerche di madri e padri ormai dimenticati, che comincia il lento decadere del film: sempre più fantastico e improbabile, si allontana dalla linea discreta tenuta inizialmente. La profonda ed allo stesso tempo fragile relazione fra i protagonisti perde il suo equilibrio, riempiendosi di simboli a mio parere superflui, che tolgono credibilità all'intera costruzione iniziale. Culminando nell'assurda freccia finale e nella prevedibile riaccensione della barca. Senza contare la cessione al favolismo, davvero ottimo film.



Kla!, 19 anni, Seregno (MI).




Non all'altezza dei precedenti

(7/10) Voto 7di 10

Ciao a tutti. Premetto che adoro Kim KI-Duk, ho visto tutti (e dico tutti) i suoi film (anche in lingua originale, cosa che consiglio vivamente, perchè cambia moltissimo l'approccio al film e modifica l'espressività dei personaggi); riassumendo, trovo che sia uno dei massimi registi viventi in qsto momento. Detto ciò, al cospetto di film quali Bad Guy, L'isola ma anche lo splendido Indirizzo sconosciuto e perchè non Birdcage Inn, questo film a mio parere non rende.. A prescindere dal fatto che come sempre i film di Kim Ki-Duk presentano una fotografia magnifica, inquadrature stupende e a livello di contenuti scene di una poeticità estrema ed unica (so di ripetermi), trovo che qsto film abbia delle carenze: ho notato un certo trascinarsi verso il finale, io vi parlo di sensazioni..di solito mi ritrovo catapultata alla fine dei suoi film, invece in qsto ho fatto fatica, mancava qualcosa.. Inoltre io qsto finale l'ho trovato insensato, insomma, ho letto le varie interpretazioni, ma nn mi ha convinto.. Peccato, poteva essere superlativo, come tutti gli altri.



Chiara, 21 anni, Torino (TO).




Metafora dell'amore

(10/10) Voto 10di 10

Mi chiedo a volte se le persone che scrivono i commenti, soprattutto per film di questo genere che ovviamente non vanno interpretati per quello che mostrano effettivamente (svegliaaaa!) ma per quello che vogliono simboleggiare, abbiano un minimo di sensibilitá e di capacitá di analisi. Capisco anche che Kim Ki Duk non sia un autore di film per tutti, soprattutto per il pubblico occidentale abituato alla rappresentazione brutalmente consumistico-edonistica del mondo (buoni e cattivi, sparatorie, inseguimenti, i ricchi ridono, i poveri piangono etc) tipica del cinema americano. Quindi commenti del tipo "il vecchio pedofilo che si é coltivato la ragazzina" mi fanno sorridere, non perché io pretenda che tutti abbiano la profonditá intellettuale per interpretare un possibile significato dietro agli avvenimenti (noiosi per di piú) del film, ma per la faccia tosta nello scrivere un commento di due righe e dare un voto basso senza avere l'onestá di dire "non l'ho capito, non mi ha detto nulla". Un po' come pretendere di apprezzare la Divina Commedia senza conoscere il contesto storico e la lingua in cui é scritta. Ripeto, non per tutti. Il film é una delicatissima metafora dell'amore, della gelosia, del senso di possesso, e del rito di iniziazione alla vita (rappresentato nella scena del matrimonio, con la freccia che simboleggia la feconditá e il passaggio all'etá adulta), del suonare un arco persi nella magia del mare celebrando il ciclo delle etá della vita. Il vecchio accudisce la bimba e la protegge dalle intemperie del mondo, e quando questa si fa donna, sparisce nel mare e compie il suo destino. Stupendo. Non é ció che tutti gli esseri umani desiderano in fondo, amare per primi e per sempre, qualcuno? In teoria, ovviamente, la realtá purtroppo é altro, é il Grande Fratello e la baracconata di turno, col cui linguaggio televisivo i nostri amici recensori sono sicuramente piú pratici... PS: dó un 10 per alzare la media, ma sarebbe un 8.



Veritas, 36 anni, Roma.




un vero peccato...

(3/10) Voto 3di 10

non riesco ancora a capacitarmi come uno dei miei registi preferiti sia riuscito a fare un film in modo così kitch... assolutamente deludente. gli stessi elementi che si trovano nei suoi precedenti "primavera es. aut. inv. .." e in "ferro 3" ma usati in malo modo, prevedibile e al limite del ridicolo. la colonna sonora non aiuta di certo, se voleva essere da supporto è stata pensata male, e non sto parlando di culture diverse (orientale-occidentale). per non parlare del finale, lascia un sapore disgustoso in bocca... no lo consiglio, ma consiglio vivamente i suoi precedenti film.



Luca, 28 anni, Venezia (VE).




poesia pura

(8/10) Voto 8di 10

Poetico e crudele, dolce e spaventoso, questo film merita un bell'otto in pagella. (Anche se non è all'altezza di "Ferro 3", l'altro grande film di Kim Ki-Duk).



Alberto, 30 anni, Milano (MI).





Sfoglia indietro   pagina 2 di 4   Sfoglia avanti

Scrivi la tua opinione su questo film


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.



Ricerca Opinioni
Elenco alfabetico:    0-9|A|B|C|D|E|F|G|H|I|J|K|L|M|N|O|P|Q|R|S|T|U|V|W|X|Y|Z

Cerca:     Titolo film     

I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Il Gatto con gli Stivali 2 - L'ultimo desiderio (2022), un film di Joel Crawford con Antonio Banderas, Salma Hayek, Olivia Colman.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: