FilmUP.com > Opinioni > Lavorare con lentezza
HomePage | Elenco alfabetico | Top 100 - La Classifica | Scrivi la tua Opinione


Lavorare con lentezza

Opinioni presenti: 50
Media Voto: Media Voto: 6 (6/10)

Scrivi la tua opinione su questo film


Altre risorse sul film:
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.

Ordina le opinioni per: Data | Voto | Età | Città

Attenzione: nei testi delle opinioni, potresti trovare parti rivelatorie del film.



Discreto

(6/10) Voto 6di 10

Film discreto, senza troppo pathos, come quelli di Chiesa del resto, un po' freddi, asettici, benchè sempre seri ed eleganti. Bravi i due protagonisti, eccezionali Binasco e Mastrandrea.Una Pandolfi sexy, ma sempre un po'lasagna. La scena finale ruba il sorriso, l'unica purtroppo...in fondo la serietà non è sinonimo di grigiore e non nega la scanzonatura o l'ironia.



Marcella, 34 anni, Borgio verezzi.




approfondire con lentezza...

(6/10) Voto 6di 10

ho visto per la prima volta questo film proprio stasera. Che potrei dire? E' fatto abbastanza bene,con ricostruzioni che potrebbero sembrare fedeli al periodo trattato in questione.La figura dei due ragazzi protagonisti è davvero particolare:questi due giovani di famiglia modesta si lamentano di non vivere bene come tanti ma non fanno nulla per trovarsi un lavoro decente.Davvero impossibile catalogarli,ma alla fine sono ragazzi normali ed influenzabili come tanti.La figura del carabiniere Mastrandrea è un pò troppo esagerata,come se lui volesse piangersi addosso,mentre l'altro carabinerie è davvero forte,specie nel suo commento finale. Fuori luogo quegli spezzoni stile cinema muto(ma perchè?)e soprattutto la Pandolfi,meno anni '70 di tutti.Coppola, poi, è davvero disgustoso,come sempre,con quel modo di fare da finto intelligentone. Ho letto le opinioni di tanti e mi hanno davvero coinvolto perchè molteplici sono i punti di vista presenti. Ma tutti hanno un qualcosa in comune:la lamentela contro l'abbondare di stereotipi. Non credo che a radio Alice c'erano solo tipi sballati che dicono parolacce,forse oggi ci sarebbe qualcuno che lo farebbe,perchè ormai non c'è più limite al cattivo gusto,però credo che allora ci fossero motivazioni più serie dietro certi fatti. Quando poi nel film si vedono dei documentari dell'epoca poi ci si rende conto della vera atmosfera. Però,tutto sommato questo film non è male,se messo a confronto con tanti pieni di streotipi come radiofreccia o Paz,che non vogliono dire assolutamente nulla,si gusta fino alla fine e dal punto di vista estetico ha poche pecche. Però vorrei dire una cosa:ma quando faranno un film che si svolge negli anni '70 che parla di un ragazzo emigrato dal Sud,oppure di un bimbo in una famiglia particolare,oppure di un una donna in difficoltà oi che ha una vita normale,o di un giovane che ama andare a ballare(mai che si parlasse dell'atmosfera di fine dececcio) o che magari è un delinquente mafioso o camorrista,insomma,quello che voglio dire:allora non è detto che i giovani fossero tutti politicizzati e ribelli. E' un pò come se dicessimo che negli anni '80 tutti erano paninari o yuppies. Ma per favore... La sufficienza la do per il film in sè per sè...per il resto Chiesa lo rimandiamo a settembre.



Francesca, 25 anni, Termoli (CB).




Valerio e valerio : due fuoriclasse

(6/10) Voto 6di 10

Non mi soffermerei sul film che di per sè non è male, un po' grigio e freddino, come i film di Chiesa, eleganti, seri ma un po' asettici, ma sulla bravura di due attori : VAlerio Binasco e Valerio Mastrandrea, due interpreti a dir poco eccellenti, di grandissimo talento e qualità. Bravi anche i due protagonisti.



Marcella, 34 anni, Borgio verezzi.




Grande Ma.............

(3/10) Voto 3di 10

Ho visto il film appena ieri, con diversi mesi di ritardo....opinione: delusa...molto delusa. penso sia veramente penoso pensare che per rottura, per sovversione si debba intendere nulla facenza, ragazzotti che si barricano dietro a finte idiologie per nascondere una natura "umana"materialista, vecchia come il mondo....si certo epoca di contraddizioni ma nel film queste non si evince se non labilmente, le idee politiche sono molto flebili in confronto alla voglia pura e semplice di trasgredire....e' stato veramente così?io sono nata nel '73 a bologna e,l'eredità, il vuoto che questa spaccatura ha generato non può essere così banale...altrimenti non ci resta che piangere e sperare in un dio minore



Nika, 32 anni, Bologna (BO).




gradevole!

(8/10) Voto 8di 10

Probabilmente può sembrare un film un pò banale e pieno di luoghi comuni. ma in fondo è molto gradevole e fatto anke bene.



Francesca, 19 anni, Milano.





Sfoglia indietro   pagina 2 di 10   Sfoglia avanti

Scrivi la tua opinione su questo film


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.



Ricerca Opinioni
Elenco alfabetico:    0-9|A|B|C|D|E|F|G|H|I|J|K|L|M|N|O|P|Q|R|S|T|U|V|W|X|Y|Z

Cerca:     Titolo film     

I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Warning: main(/www/filmup/includes/strillo_tv20200716.php): failed to open stream: No such file or directory in /www/filmup/includes/template/curiosita/ultime_curiosita.php on line 20

Fatal error: main(): Failed opening required '/www/filmup/includes/strillo_tv20200716.php' (include_path='.:/apps/php_apache/lib/php') in /www/filmup/includes/template/curiosita/ultime_curiosita.php on line 20