FilmUP.com > Opinioni > Lista d'attesa
HomePage | Elenco alfabetico | Top 100 - La Classifica | Scrivi la tua Opinione


Lista d'attesa

Opinioni presenti: 8
Media Voto: Media Voto: 8 (8/10)

Scrivi la tua opinione su questo film


Altre risorse sul film:
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni

Ordina le opinioni per: Data | Voto | Età | Città

Attenzione: nei testi delle opinioni, potresti trovare parti rivelatorie del film.



Lista d'attesa - Brillante

(8/10) Voto 8di 10

Cuba: un'"imprevedibile" stazione di corriere è il pretesto da cui far scaturire un eterogeneo intreccio di personaggi (con le loro relative vicende) che dopo i ripeuti litigi che scandiscono la fase iniziale del film arrivano a sfiorare, anche se solamente nel loro piccolo e per poco tempo, la più bella utopia, quella di poter vivere insieme, tutti altrettanto bene. Ma purtroppo le cose belle durano sempre troppo poco (quando si riesce a realizzarle)... Film brioso ma non per questo privo di significati.



Andrea, 23 anni, Roma (RM).




in lista d'attesa per un sogno

(8/10) Voto 8di 10

Vogliamo sfatare l'idea che i cineforum diano a vedere film tutti estremamente noiosi? Lista d'attesa di Juan Carlos Tabìo è un film incredibilmente fresco, gradevole e frizzante: raramente si ha secondo me l'occasione di assistere ad una commedia così vitale ingrado di suggerire il riso quasi senza cercarlo. O almeno questo è ciò che faceva sembrar credere la naturalezza che intrideva la 'partitura'. Già ho scritto 'partitura' e non 'sceneggiatura' perchè il film sembrava efficaciemente orchestrato sui ritmi caraibici.Fa davvero venire voglia di visitare Cuba questo film, non tanto per tuffarsi nell'acqua e nel sole di questo paradiso caraibico, quanto per scoprire se veramente le linee di trasporto pubblico sono così... 'bizzarre'! E soprattutto per vedere se la gente, costretta ad aspettare una corriera che non arriva mai, almeno su questo angolo della terra è in grado di fratenizzare invece che di farsi guerra; fraternizzare a tal punto da diventare come una grande famiglia spensierata in un coacervo di allegria, passione e amicizia. Ah già... dimenticavo che questo era solo il sogno del protagonista... Eppure non l'ha fatto solo lui... come mai? Forse che questa è una speranza nutrita da chiunque nel suo inconscio? o forse il fatto che tutti - contrariamente alla logica della realtà che a volte ci rimbambisce per il suo rigore - abbiano sognato la stessa esperienza la renda possibile?Per scoprirlo non ci resta che metterci in lista d'attesa e domandare ad alta voce:'Chi è l'ultimo per il prossimo sogno?'



Davide, 21 anni, Gozzano.




UNA PACE LUNGA UN SOGNO....

(10/10) Voto 10di 10

Ho visto questo film quasi per caso perchè se m'avessero detto di andare a vederlo,quindi se fosse stata una cosa programmata non l'avrei mai VISTO!!!Fortunatamente il destino per una notte m'ha fatto soffrire d'insonnia e,avendo la TV accesa su Tele+,è passato questo piccolo GRANDE capolavoro cubano!!!Chi l'avrebbe mai detto!!!Eppure Cuba non è mai stata conosciuta per la sua capacità cinematografica...BEH,meglio così!!Una pellicola originale,stravagante,ironica e rilassante...come avrei voluto anch'io far parte di quel sogno "collettivo" dove un gruppo di persone,costrette a rimanere in una stazione di corriere a causa della scarsa organizzazione dei mezzi cubani,si crea un'"oasi di pace" diventando col tempo molto affiatati l'un con l'altro.Molto marcate le personalità di ogni personaggio che han contribuito a dar maggior enfasi alla pellicola.E non importa che la fotografia sia abbastanza modesta...il resto è perfetto:LO GARANTISCO!!!!Un film che ti lascia con l'amaro in bocca dato il finale,proprio come la realtà:perchè tutte le cose belle durano un istante o proprio un sogno.E magari ti sveglierai e ti accorgerai di saper aggiustare un rubinetto o di aver trovato l'amore della tua vita(etero o omosessuale che sia).Un evasione da una realtà che ti illude,ti fa soffrire e ti sopprime racchiusa in un dolcissimo sogno che provoca allo spettatore sbalzi umorali notevoli e completamente opposti fra di loro proprio come è successo a me:all'inizio mi suscitava carica,speranza e entusiasmo emozionandomi non poco;alla fine ero tremendamente SCOSSO e addirittura malinconico.Concludo con il motto che la pellicola mi suggerisce:W LA PACE !!!!Voto:9,5



Danilo, 17 anni, Napoli.




Terapeutico

(8/10) Voto 8di 10

Un film molto carino, ideale per quelle sere dove lo stato d'animo prevalente è il pessimismo cosmico e si ha bisogno di credere che qualcosa di buono in fondo esiste in tutti noi, se sappiamo tiralo fuori.Tutto ciò in un contesto divertente, autoironico e a tratti surreale.



cesira, 39 anni, milano.




un bel sogno

(10/10) Voto 10di 10

Se si vuole vedere un film che lasci dentro una dolce sensazione di speranza e felicità, consiglio Lista d'attesa. E' un viaggio attraverso la parte più bella di noi stessi e verso la speranza che gli uomini siano ancora in grado di costruire un piccolo paradiso sulla terra. Il tutto trattato con estremo candore e semplicità.



Francesca, 28 anni, ROMA.





Sfoglia indietro   pagina 1 di 2   Sfoglia avanti

Scrivi la tua opinione su questo film


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni



Ricerca Opinioni
Elenco alfabetico:    0-9|A|B|C|D|E|F|G|H|I|J|K|L|M|N|O|P|Q|R|S|T|U|V|W|X|Y|Z

Cerca:     Titolo film     

I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Vulnerabili (2017), un film di Gilles Bourdos con Alice Isaaz, Vincent Rottiers, Grégory Gadebois.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: