FilmUP.com > Forum > Critica il critico - dopo aver letto qui molti di voi si incazzeranno, soprattutto cherubino!
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Cinema > Critica il critico > dopo aver letto qui molti di voi si incazzeranno, soprattutto cherubino!   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 Pagina successiva )
Autore dopo aver letto qui molti di voi si incazzeranno, soprattutto cherubino!
cherubino

Reg.: 29 Feb 2004
Messaggi: 417
Da: ruvo (BA)
Inviato: 05-11-2004 11:06  
IL PROBLEMA DI LAURA X è CHE è IGNORANTE.... SEMPLICEMENTE, è SOLO IGNORANTE... CHI PRATICA L'OMOSESSUALITà... MA CHE CAZZO VUOL DIRE? CREDE CHE L'OMOSESSUALITà è UNA PRATICA, O MEGLIO ANCORA è UNA SCELTA... UNO UN BEL GIORNO SI ALZA E DICE "DA OGGI MI INNAMORO DEI MASKI"
LAURA VA UN PO A VEDERE IL TERMINE OMOSESSUALE, E RENDITI CONTO DELLE GRANDI STRONZATE CHE SCRIVI, TU E QUELLI COME TE!
IN QUANTO OMOSESSUALE NON MI SENTO AFFATTO ANORMALE RISPETTO A UN ETERO, E POI VORREI MI SPIEGASSI IL CONCETTO DI NORMALITà... COS'è LA NORMALITà?
DEVIATO E ANORMALE LO VAI A DIRE AGLI IDIOTI IGNORANTI COME TE!!
_________________
Sono un Angelo-Gay!

  Visualizza il profilo di cherubino  Invia un messaggio privato a cherubino  Email cherubino  Vai al sito web di cherubino    Rispondi riportando il messaggio originario
Hiyuga

Reg.: 05 Ago 2004
Messaggi: 1301
Da: Gossolengo (PC)
Inviato: 05-11-2004 12:26  
Provo a porre un'interpretazione diversa:

Non è che il recensore, con i termini "normalizzazione" e "diversità" intendeva semplicemente riferirsi a quanti sono gli omosessuali rispetto al totale?

Cioè che Almodovar presenta l'omosessualità come NORMA e non come eccezione?

Ovviamente mi riferisco solamente al numero di omosessuali sul totale..

Mi sa che mi sono spiegato male, però..

  Visualizza il profilo di Hiyuga  Invia un messaggio privato a Hiyuga     Rispondi riportando il messaggio originario
Tristam
ex "mattia"

Reg.: 15 Apr 2002
Messaggi: 10671
Da: genova (GE)
Inviato: 05-11-2004 13:06  
questi omosessuali però possono anche stare a casa loro eh!
_________________
"C'è una sola cosa che prendo sul serio qui, e cioè l'impegno che ho dato a xxxxxxxx e a cercare di farlo nel miglior modo possibile"

  Visualizza il profilo di Tristam  Invia un messaggio privato a Tristam  Vai al sito web di Tristam    Rispondi riportando il messaggio originario
MaratSafin

Reg.: 17 Ott 2004
Messaggi: 831
Da: trafalmadore (CO)
Inviato: 05-11-2004 13:24  
Come dicevo sopra è un problema di ridefinizione collettiva.

Mi spiego: nella produzione di Almodovar l'omosessualità e la devianza in genere viene riconfigurata come 'normalità', o per lo meno si auspica che lo fosse.

Laura dice: Eh no, fino a prova contraria la normale sono io nella mia eterosessualità. Poi, se uno vuole essere Biadesivo, fatti suoi, è una scelta.

Cherubino è per l'ipotesi genetista: Omosessuali si nasce.

E qui sta il problema. La liberalizzazione degli atteggiamenti sessuali si è affermata a partire dai Sixties nel paradigma sociale della Libera scelta.

Secondo molti invece l'omosessualità è una caratteristica intrinseca. Anche secondo Cherubino.

Secondo me questa è una posizione molto pericolosa, in quanto definire le persone e le loro scelte come qualcosa che avviene per nascita è la base di ogni razzismo.

Almeno io la vedo così. Dei due meglio Laura che dice Io penso di essere normale e che la normalità sia anche che uno possa scegliere con chi e come trombare.
_________________
(..)Ha creato un profilo solo per scrivere 3 puttanate...(powered by Stilgar)

  Visualizza il profilo di MaratSafin  Invia un messaggio privato a MaratSafin     Rispondi riportando il messaggio originario
Ayrtonit
ex "ayrtonit"

Reg.: 06 Giu 2004
Messaggi: 12883
Da: treviglio (BG)
Inviato: 05-11-2004 13:38  
la normalità è poter scegliere con chi uno vuol trombare?
e allora se l ipotesi genetista fosse vera, un gay sarebbe anormale perchè non potrebbe scegliere diversamente?
non mi piace neppure questa soluzione, io sono contro, vedi the elephant man, ogni discriminazione sulle basi di una presunta anormalità.
il termine normalità vuol dire ben poco.
altro è distinguere comportamenti, sessuali o non, patologici. la pedofilia, per esempio, lo è. ed è riconosciuta in quanto tale dalla medicina.
poi la questione dell aspetto genetico di un tratto qualsiasi del comportamento umano è ancora dibattutissima e discutibilissima. e finora non ci sono prove concrete a suo favore.
certo concordo con maratsafin nel dire che è meglio vedere l omosessualità come una scelta.
la paura dei gay è che presentando il loro comportamento come frutto di libera scelta, si espongano a critiche violentissime del tipo: "ah ma allora potevi esser normale e non lo vuoi" . trovo sbagliate queste critiche cosi come l imputare l omosessualità a un fattore puramente genetico.
dovrebbe esser chiaro che se l esser gay è una scelta, si tratta di una scelta che si ha il DIRITTO di fare, che non trasborda l individuo in una condizione di devianza.
Per me è normale esser eterosessuali, cosi come è normale , e normale non vuol dire abitudinario bensi accettabile sotto ogni aspetto, scegliere di esser gay.
_________________
"In effetti la degenerazione non è mai divertente, bisogna saperla mantenere su livelli tollerabili.
Non è tanto una questione di civiltà, ma di intelligenza."
DEMONSETH

  Visualizza il profilo di Ayrtonit  Invia un messaggio privato a Ayrtonit    Rispondi riportando il messaggio originario
MaratSafin

Reg.: 17 Ott 2004
Messaggi: 831
Da: trafalmadore (CO)
Inviato: 05-11-2004 13:49  
Infatti la vedo come te: abbandoniamo ogni ipotesi genetista.

Solo così le libere scelte saranno sempre accettabili.

Nei limiti di ciò che l'assetto sociale considera Normale.

Perchè purtroppo qualcosa del genere (un concetto di normalità vs. devianza) dovrà sempre esistere, altrimenti posso andare a rimorchiare fuori dall'asilo, come dicevi tu.
_________________
(..)Ha creato un profilo solo per scrivere 3 puttanate...(powered by Stilgar)

  Visualizza il profilo di MaratSafin  Invia un messaggio privato a MaratSafin     Rispondi riportando il messaggio originario
Ayrtonit
ex "ayrtonit"

Reg.: 06 Giu 2004
Messaggi: 12883
Da: treviglio (BG)
Inviato: 05-11-2004 14:18  
lo iato fra normalità e devianza dovrà sempre esistere, hai ragione marat, ma non deve essere frutto della morale dei pregiudizi, delle tradizioni, del buon senso.
la SCIENZA esiste per questo: liberarci dai fantasmi dei pregiudizi e dell ignoranza.
_________________
"In effetti la degenerazione non è mai divertente, bisogna saperla mantenere su livelli tollerabili.
Non è tanto una questione di civiltà, ma di intelligenza."
DEMONSETH

  Visualizza il profilo di Ayrtonit  Invia un messaggio privato a Ayrtonit    Rispondi riportando il messaggio originario
archer84

Reg.: 26 Gen 2004
Messaggi: 4249
Da: catania (CT)
Inviato: 05-11-2004 15:06  
la normalità nn esiste... ed è già abbastanza evidente...
affermare che un certo comportamento è normale è impossibile dato che per ogni persona che la pensa in un modo ce ne sono migliaia che la pensano in un altro... per nn parlare del fatto che è l'uomo che definisce il concetto di normalità ma l'uomo stesso è fallibile di natura...

che l'omosessualità sia una cosa anormale mi sembra la cosa più idiota che si possa sostenere, oltre che la più ignorante ed ipocrita... quasi quanto il fatto che sia una scelta (che è assurdo a priori); mi spiace per tutti quelli che la pensano altrimenti ma l'uomo segue il suo istinto che rientri nei canoni della moralità corrente o no... e per un omosessuale si tratta di istinto nn certo di un capriccio...

detto questo messer Diodato è uno sciocco e un ignorante, e ovviamente nn sa di cosa sta parlando...
_________________
...(cit.)

  Visualizza il profilo di archer84  Invia un messaggio privato a archer84     Rispondi riportando il messaggio originario
Ayrtonit
ex "ayrtonit"

Reg.: 06 Giu 2004
Messaggi: 12883
Da: treviglio (BG)
Inviato: 05-11-2004 15:12  
quote:
In data 2004-11-05 15:06, archer84 scrive:
la normalità nn esiste... ed è già abbastanza evidente...
affermare che un certo comportamento è normale è impossibile dato che per ogni persona che la pensa in un modo ce ne sono migliaia che la pensano in un altro... per nn parlare del fatto che è l'uomo che definisce il concetto di normalità ma l'uomo stesso è fallibile di natura...

che l'omosessualità sia una cosa anormale mi sembra la cosa più idiota che si possa sostenere, oltre che la più ignorante ed ipocrita... quasi quanto il fatto che sia una scelta (che è assurdo a priori); mi spiace per tutti quelli che la pensano altrimenti ma l'uomo segue il suo istinto che rientri nei canoni della moralità corrente o no... e per un omosessuale si tratta di istinto nn certo di un capriccio...

detto questo messer Diodato è uno sciocco e un ignorante, e ovviamente nn sa di cosa sta parlando...



guarda, io mi attengo alla scienza. intendevo semplicemtne dire che sia che l omosessualità sia di origine genetica sia che sia una scelta libera, in nessno dei due casi deve esser considerata anormale.
ho anche detto che il concetto che si dovrebbe usare non è tanto quello di anormalità quanto quello di devianza patologica, e l omosessualità non rientra in ciò, ma per esempio altri comportamenti come la pedofilia, si. secondo il tuo discorso nessuno potrebbe dire che un pedofilo è anormale.
mi sembra assurdo. e poi normale implica anche che sia giustificabile?
_________________
"In effetti la degenerazione non è mai divertente, bisogna saperla mantenere su livelli tollerabili.
Non è tanto una questione di civiltà, ma di intelligenza."
DEMONSETH

  Visualizza il profilo di Ayrtonit  Invia un messaggio privato a Ayrtonit    Rispondi riportando il messaggio originario
archer84

Reg.: 26 Gen 2004
Messaggi: 4249
Da: catania (CT)
Inviato: 05-11-2004 15:38  
quote:
In data 2004-11-05 15:12, Ayrtonit scrive:
quote:
In data 2004-11-05 15:06, archer84 scrive:
la normalità nn esiste... ed è già abbastanza evidente...
affermare che un certo comportamento è normale è impossibile dato che per ogni persona che la pensa in un modo ce ne sono migliaia che la pensano in un altro... per nn parlare del fatto che è l'uomo che definisce il concetto di normalità ma l'uomo stesso è fallibile di natura...

che l'omosessualità sia una cosa anormale mi sembra la cosa più idiota che si possa sostenere, oltre che la più ignorante ed ipocrita... quasi quanto il fatto che sia una scelta (che è assurdo a priori); mi spiace per tutti quelli che la pensano altrimenti ma l'uomo segue il suo istinto che rientri nei canoni della moralità corrente o no... e per un omosessuale si tratta di istinto nn certo di un capriccio...

detto questo messer Diodato è uno sciocco e un ignorante, e ovviamente nn sa di cosa sta parlando...



guarda, io mi attengo alla scienza. intendevo semplicemtne dire che sia che l omosessualità sia di origine genetica sia che sia una scelta libera, in nessno dei due casi deve esser considerata anormale.
ho anche detto che il concetto che si dovrebbe usare non è tanto quello di anormalità quanto quello di devianza patologica, e l omosessualità non rientra in ciò, ma per esempio altri comportamenti come la pedofilia, si. secondo il tuo discorso nessuno potrebbe dire che un pedofilo è anormale.
mi sembra assurdo. e poi normale implica anche che sia giustificabile?



quando parlo di sesso e "normalità" intendo parlare di un rapporto tra adulti o adolescenti che abbiano il giusto livello di maturità sessuale... la pedofilia esula da tale discorso... ed è a tutti gli effetti una malattia, una deviazione o come dir si voglia...

per quanto riguarda la tua ultima domanda, se normale significa giustificabile, posso dire solo "SVEGLIATI!!" ciò che è considerato normale dalle regole imposte dall'uomo è sempre giustificabile per l'uomo e il fatto che qualcuno la pensi diversamente nn ha importanza... i roghi delle streghe sono più attuali di quanto si pensi e l'uomo nn conosce, e nn può conoscere, la parola evoluzione...
(scusa la crudezza)
_________________
...(cit.)

  Visualizza il profilo di archer84  Invia un messaggio privato a archer84     Rispondi riportando il messaggio originario
MaratSafin

Reg.: 17 Ott 2004
Messaggi: 831
Da: trafalmadore (CO)
Inviato: 05-11-2004 15:48  
quote:
In data 2004-11-05 15:06, archer84 scrive:
la normalità nn esiste... ed è già abbastanza evidente...
affermare che un certo comportamento è normale è impossibile dato che per ogni persona che la pensa in un modo ce ne sono migliaia che la pensano in un altro... per nn parlare del fatto che è l'uomo che definisce il concetto di normalità ma l'uomo stesso è fallibile di natura...

che l'omosessualità sia una cosa anormale mi sembra la cosa più idiota che si possa sostenere, oltre che la più ignorante ed ipocrita... quasi quanto il fatto che sia una scelta (che è assurdo a priori); mi spiace per tutti quelli che la pensano altrimenti ma l'uomo segue il suo istinto che rientri nei canoni della moralità corrente o no... e per un omosessuale si tratta di istinto nn certo di un capriccio...

detto questo messer Diodato è uno sciocco e un ignorante, e ovviamente nn sa di cosa sta parlando...




Questi sono glia argomenti che la curva di Bell usa per giustificare, per esempio, l'inferiorità intellettuale dei neri e la loro supremazia fisica. Più in generale, la base di ogni razzismo.

Cosa cacchio vuol dire Istinto?

Poi: sul fatto che il concetto di Normalità non esista dovresti leggerti 150 anni di sociologia, da Durkheim in poi. E magari confutarli tutti, non è detto che tu non abbia ragione.

Ma forse è sufficiente un buon libro di Goffman o di Foucault.

La teoria stessa della relatività cui ti appelli è una costruzione sociale. E, quindi, una normalizzazione.
_________________
(..)Ha creato un profilo solo per scrivere 3 puttanate...(powered by Stilgar)

  Visualizza il profilo di MaratSafin  Invia un messaggio privato a MaratSafin     Rispondi riportando il messaggio originario
MaratSafin

Reg.: 17 Ott 2004
Messaggi: 831
Da: trafalmadore (CO)
Inviato: 05-11-2004 15:51  
quote:
In data 2004-11-05 15:38, archer84 scrive:
quando parlo di sesso e "normalità" intendo parlare di un rapporto tra adulti o adolescenti che abbiano il giusto livello di maturità sessuale... la pedofilia esula da tale discorso... ed è a tutti gli effetti una malattia, una deviazione o come dir si voglia...





Guarda che in Grecia la pedofilia era Normale. Purtroppo siamo tutti chiusi in rapporti e definizioni sociali. O scientifiche, come diceva Ayrtonitt. Ma la stessa verità scientifica è sociale.

Esempio. Prima c'era Newton. E aveva ragione.

Poi arriva Einstein e quello che prima era vero diventa Età newtoniana.
_________________
(..)Ha creato un profilo solo per scrivere 3 puttanate...(powered by Stilgar)

  Visualizza il profilo di MaratSafin  Invia un messaggio privato a MaratSafin     Rispondi riportando il messaggio originario
archer84

Reg.: 26 Gen 2004
Messaggi: 4249
Da: catania (CT)
Inviato: 05-11-2004 16:18  
quote:
In data 2004-11-05 15:48, MaratSafin scrive:
quote:
In data 2004-11-05 15:06, archer84 scrive:





Questi sono glia argomenti che la curva di Bell usa per giustificare, per esempio, l'inferiorità intellettuale dei neri e la loro supremazia fisica. Più in generale, la base di ogni razzismo.

Cosa cacchio vuol dire Istinto?

Poi: sul fatto che il concetto di Normalità non esista dovresti leggerti 150 anni di sociologia, da Durkheim in poi. E magari confutarli tutti, non è detto che tu non abbia ragione.

Ma forse è sufficiente un buon libro di Goffman o di Foucault.

La teoria stessa della relatività cui ti appelli è una costruzione sociale. E, quindi, una normalizzazione.



ma io parlo di istinto e gli istinti pur se genetici sono soggetti ad evoluzione nel corso della vita (ad esempio per il cibo e così anche per il sesso)... io nn sostengo che l'omosessualità sia genetica o sia scelta o qualunque altra cosa (posso solo portare le mie esperienze ad esempio) ne tanto meno sia causa di differenza... tutt'altro; per me quel che si fa nella camera da letto dovrebbe restare li dentro e nn condizionare la vita di fuori, che una persona sia etero o omosessuale per me nn fa differenza... anzi nn me ne può fregare niente, fatti suoi...

in fatto di sociologia nn so niente certo ma darmi per questo dell'ignorante, o peggio, del razzista (per di più berlusconiano) mi pare eccessivo...

infine riguardo la relatività... che posso dire... lo so che è una costruzione sociale e che è normalizzazione ma niente sfugge a questo processo...

nn di meno son figlio di Montesquieu
_________________
...(cit.)

  Visualizza il profilo di archer84  Invia un messaggio privato a archer84     Rispondi riportando il messaggio originario
MaratSafin

Reg.: 17 Ott 2004
Messaggi: 831
Da: trafalmadore (CO)
Inviato: 05-11-2004 16:47  
Non era mia intenzione darti dell'ignorante, scusami se ti è arrivato questo.

Ma la favola dell'istinto mi sta un po' sulle balle, niente di personale. Con questo non voglio dire che siamo esseri esclusivamente razionali, ma che tante cose che facciamo passare (anche a noi stessi) per istintive sono in realtà frutto di regole sistemiche introiettate.

Per esempio, perchè si mangia meno cioccolata crescendo? Perchè cambiano i tuoi gusti o perchè incorpori (anche subconsciamente, non voglio mica dire) una scala di valori applicata al cibo (e promossa dal sistema scientifico-sociale) per cui la cioccolata dà fastidio?

E allo stesso modo: rimuovere il problema dell'omosessualità come istintuale è secondo me un modo per non affrontare un problema che invece richiede una presa di coscienza.

Solo affrontandolo direttamente (anche all'interno di un paradigma un po'menefreghista di Libera scelta come quello da me proposto) lo si può liberare da fantasmi come Malattia, Deviazione o Aberrazione.
_________________
(..)Ha creato un profilo solo per scrivere 3 puttanate...(powered by Stilgar)

  Visualizza il profilo di MaratSafin  Invia un messaggio privato a MaratSafin     Rispondi riportando il messaggio originario
cherubino

Reg.: 29 Feb 2004
Messaggi: 417
Da: ruvo (BA)
Inviato: 05-11-2004 16:49  
L'UNICA PERSONA RISPETTOSA E CHE HA CAPITO QUALCOSA RIGUARDO AL DISCORSO è ARCHER84. X TUTTI GLI ALTRI NON HO PAROLE... NEL 2004 C'è ANCORA GENTE CHE PENSA CHE ESSERE GAY SIA UNA SCELTA. LASCIATE PARLARE I DIRETTI INTERESSATI X LO MENO. IO SIN DA PICCOLO MI SN SENTITO ATTRATTO DAGLI UOMINI, E DI CERTO NN è STATO FACILE... NN MI SONO ALZATO UN BEL GIORNO E MI SONO DETTO DA OGGI SONO GAY, SE FOSSE STATA UNA SCELTA DI VITA , CREDETE CHE L'AVREI FATTO, SAPENDO TUTTE LE SOFFERENZE CHE CIò COMPORTA?
E VOLEVO ANCORA RICORDARE A LAURA X CHE è SOLO UNA POVERA IGNORANTE. ADESSO SI è PASSATO IL LIMITE, QUANDO SI SKERZA SI SKERZA, CM HO FATTO IN ALTRI FORUM ECC. MA ORA NN L'ACCETTO, MI SENTO PROFONDAMENTE OFFESO, (A PARTE QUELLA DISGUSTOSA RECENSIONE DI GAY=ANORMALE), E VOLEVO ANKE RICORDARE CHE MIGLIAIA DI OMOSESSUALI SONO FRA NOI, IL PUNTO è PROPRIO QUESTO, CHE L'OMOSESSUALITà è UNA COSA MOLTO PIù DIFFUSA IN NATURA DI CIò CHE SI IMMAGINA.... MA NON TUTTI VENGONO ALLO SCOPERTO...
CMQ A PARTE QUESTO, SN PROFONDAMENTE OFFESO, DI CERTO NON MI ASPETTO DELLE SCUSE DA QUALCUNO... MI SA VADO VIA X SEMPRE DA QUESTO FORUM, L'ANIMO è FERITO... GRAZIE A TUTTI. CIAO
_________________
Sono un Angelo-Gay!

  Visualizza il profilo di cherubino  Invia un messaggio privato a cherubino  Email cherubino  Vai al sito web di cherubino    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 Pagina successiva )
  
0.121424 seconds.






© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: