FilmUP.com > Forum > Tutto Cinema - The Grudge
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Cinema > Tutto Cinema > The Grudge   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 Pagina successiva )
Autore The Grudge
Marienbad

Reg.: 17 Set 2004
Messaggi: 15904
Da: Genova (GE)
Inviato: 11-01-2005 16:34  
quote:
In data 2005-01-11 14:57, Ayrtonit scrive:
non credo che il riferimento a hichcock sia messo lì a caso. e non lo credo perchè il contesto in cui il nome è stato inserito parla chiaro. si stava parlando di tensione, di come un regista o un film in generale sappia suscitare e mantenere viva la tensione. visto che hitchcock è il maestro assoluto in questa materia, e visto che la tensione nei suoi film è talmente evidente da risultare palpabile, l ho citato per dire che the grudge ne è poverissimo.



Con la piccola differenza che tu non hai assolutamente detto nulla.
Se si vuole fare un confronto, bisogna anche sondare i punti in comune e i punti di divergenza. Un nome, come un'osservazione sulle intenzioni ideali che stanno prima e fuori dal film, non significano nulla e non conducono ad alcuna riflessione costruttiva.

Poi, se scrivere: "Hitchcock sa ricreare la tensione, il cinema di Hitchcock è diverso da quello di The Grudge, The grudge fa schifo e non sa creare la tensione" (che è precisamente quello che hai detto tu), non può che avvalorare una sola tesi, e cioè che non hai assolutamente idea di cosa si stia parlando.


quote:
In data 2005-01-11 14:57, Ayrtonit scrive:
la tensione è anzitutto un meccanismo emotivo, più ancora che tecnico.



Questa poi è una enorme stupidaggine.
La tensione è un meccanismo emotivo?
Ma che significa?
E' chiaro che il cinema si impegni (ma l'arte in genere), ad attivare un meccanismo emotivo, che viene stimolato ricreando mediante l'utilizzo di un mezzo specifico, atmosfere e sensazioni autentiche.
Nel cinema, è la regia che assolve questa funzione, come nelle altre discipline lo è la tecnica che le contraddistingue.
Ma aldilà di questo, il tuo accostamento tra "meccanismo emotivo" e "meccanismo tecnico", resta sbagliato, in quanto i due meccanismi, sono parte di due universi ben distinti; l'uno facente parte di un sistema di percezione, l'altro facente parte di un sistema di trasmissione, insomma uno di fruizione, l'altro di creazione.
Quindi boh.

quote:
In data 2005-01-11 14:57, Ayrtonit scrive:
è riuscito a generare tensione NON sulla pellicola, ma nello spettatore stesso.



Anche qui.
Ma che diamine significa?
La creazione della tensione di cui parli, passa per la pellicola e per la sua regia, altrimenti allo spettatore non arriverà mai nulla.
Ancora boh...


quote:
In data 2005-01-11 14:57, Ayrtonit scrive:
quel che voglio dire è che se un film si pone tra i suoi scopi quello di generare una certa tensione o paura,o inquietudine o angoscia, e però lo spettatore non prova nulla di tutto ciò, qualcosa non va. non nello spettatore!(e a questo proposito credo che non siano poche le persone che non abbiano ricevuto emozioni di questo genere dalla visione del film.) qualcosa non va nel film stesso!



Altro dato improduttivo.
Qualcosa potrebbe non andare nello spettatore stesso.
Si veda Cocteau, Godard, ma anche Lynch e Von Trier per restare sul panorama contemporaneo, ottimi registi e spesso non percepiti...


quote:
In data 2005-01-11 14:57, Ayrtonit scrive:
ho notato poi che è stato citato più volte l utilizzo dello spazio da parte di shimizu. insiste su spazi angusti: certo, la claustrofobia generata dalla casa,dai suoi spazi, e non solo, dell appartamento della sorella, di ogni luogo scenico. ok ma dove sta la novità o la genialità in questo? praticamente metà dei film dell orrore si svolgono in una casa, dando un senso di claustrofobia molto più angosciante di the grudge (faccio solo l esempio di rosemary's baby, potrei dire anche l esorcista).quindi non è una novità. quindi non vi è nulla di geniale. solo la riproposizione di un meccanismo noto dei film horror.



Se i buoni film si fondassero unicamente sulla novità, allora come dicevano i Lumiere, il cinema sarebbe stata un invenzione senza futuro.
E infatti è proprio perchè la novità non sta nei luoghi in quanto luoghi e nei tempi in quanto tempi, ma nella manipolazione di questi, affinchè un'atmosfera o una sensazione scaturisca dalle immagini spaziali e dalle immagini temporali, e questo, è sempre il prodotto di una buona regia.
Che sia una casa, un bosco, un sexy shop, questo non ha nulla a che vedere con lo spazio filmico, ma con l'ambientazione narrativa.
Ridicolo il fatto di cercare la novità nelle storie come nei luoghi, che poi è lo stesso, il luogo infatti è una delle connotazioni della storia.
E ancora una volta, boh...


quote:
In data 2005-01-11 14:57, Ayrtonit scrive:
la suspance di hitchcock, hai detto, è costruita su ben altre prerogative.. eh già!BEN ALTRE prerogative.



Prerogative che se conoscessi, non avresti mai tirato in ballo in questa discussione, poichè dimostrazione di una diversità non in termini di qualità, ma di narrazione, e che quindi, non rendono necessaria una comparazione nè tra i due autori, nè tra i due film.

Sono comunque molto interessata a vederti annaspare in un'operazione fallimentare di questo tipo....


quote:
In data 2005-01-11 14:57, Ayrtonit scrive:
l altra volta, parlando di ju on, del quale già avevo detto che soggetto e sceneggiatura sono meno che mediocri, mi hai detto che un film non si guarda per la sceneggiatura, che tu sei nella fase di analisi della messa in scena. ebbene, io capisco l influenza della nouvelle vague sul concetto che il cinema classico aveva di sceneggiatura, e la apprezzo moltissimo. però non bisogna cadere nel paradosso inverso.



E questa, è la prova evidente dei tuoi problemi di ricezione...
Non ho assolutamente detto ciò che asserisci, il discorso era molto più complesso, ridurlo ad una frase così semplicistica, ne snatura il senso e ne trancia i collegamenti con il contesto nel quale era inserito, mi fa pentire di aver provato a spiegarti il mio punto di vista.
Tra l'altro, qui ed ora, questo discorso non c'entra nulla.
Boh, boh, boh.

quote:
In data 2005-01-11 14:57, Ayrtonit scrive:
hitchcock stesso diceva,( perdonami se lo cito in continuazione ma incarna perfettamente la mia idea di cinema e di fare cinema) , che il cinema non deve essere un ritratto del verosimile e del reale. il cinema è finzione, è immaginazione, è prima di tutto raccontare una storia. la storia deve certo essere immaginifica, ma interessante all occhio dello spettatore, e per far questo, se non realtà, deve possedere coerenza.



A questo, ti ha già risposto Daniel, e comunque, Alfred Hitchcock, si riferiva strettamente alla sua concezione del cinema, ad una precisa etica di impiego del mezzo, con la quale si è dimostrato coerente nel suo cinema, il che non esclude assolutamente, che un diverso tipo di cinema, non possa essere altrettanto funzionale, tant'è che poi Hitchcock amava i film di Truffaut, che nulla hanno a che vedere con il tipo di approccio che Hitchcock ha alla narrazione.
Ancora boh, e ancora Hitchcock... Boh.


quote:
In data 2005-01-11 14:57, Ayrtonit scrive:
per diversi motivi. perchè non esiste psicologia dei personaggi, nessuna. perchè non esiste nessun dubbio sulle motivazioni delle loro azioni..lo spettatore non si chiede mai perchè il personaggio agisca in un modo piuttosto che in un altro. ma soprattutto, quel che viene meno, è l azione



Questo proprio non ha senso.
E se ne avesse, mettiamo al rogo Lynch e Cronenberg.
Ancora boh.


quote:
In data 2005-01-11 14:57, Ayrtonit scrive:
(hithcock diceva che nel suo cinema ogni inquadratura era FUNZIONALE all azione).



Ancora... E ancora a sproposito.
Vero quanto strettamente legato al suo cinema, e non assioma valido per il cinema tout court.


quote:
In data 2005-01-11 14:57, Ayrtonit scrive:
o meglio, l azione, poca, c'è, ma lo spettatore è in grado di prevederla. chi non ha capito fin da subito che il fantasma di toshio e kayako avrebbe cercato vendetta su un pò tutti i personaggi presenti nella casa?



Che diavolo c'entra?
E a questo punto, Hitchcock te lo tiro fuori io:
nei suoi film per esempio, ti viene rivelato l'assassino già nelle prime scene, come viene rivelato colui che sarà incolpato al posto di esso.


Personalmente, un post più insignificante e dedotto da osservazioni spropositate come questo, non lo avevo mai letto in tanti anni di letture su questo forum.

Per favore, la prossima volta attieniti alle tue riflessioni personali, senza accostarle disarmonicamente a quelle di un regista come Hitchcock.

Grazie

[ Questo messaggio è stato modificato da: Marienbad il 11-01-2005 alle 16:43 ]

  Visualizza il profilo di Marienbad  Invia un messaggio privato a Marienbad     Rispondi riportando il messaggio originario
DianeJ

Reg.: 04 Gen 2005
Messaggi: 318
Da: Venezia (VE)
Inviato: 11-01-2005 16:42  
Ammazza....

  Visualizza il profilo di DianeJ  Invia un messaggio privato a DianeJ    Rispondi riportando il messaggio originario
Michi81

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 3120
Da: Lugano (es)
Inviato: 11-01-2005 16:59  
...ta.
_________________
"Mi esposa era al fiume, a lavare, un gringo l'aggredì e la voleva.."

  Visualizza il profilo di Michi81  Invia un messaggio privato a Michi81    Rispondi riportando il messaggio originario
Deeproad

Reg.: 08 Lug 2002
Messaggi: 25368
Da: Capocity (CA)
Inviato: 11-01-2005 18:00  
quote:
In data 2005-01-11 13:49, Ayrtonit scrive:
oltre tutto, ti ripeto che continuare ad attaccarmi prendendo scuse banalissime e stupide, per motivi invece personali, è rivoltante. e il fatto che tu lo neghi, lo è ancor di più!ora sappi, e lo dico pubblicamente affinchè lo sappia anche chi legge, visto che ultimamente ho capito le tue intenzioni nei miei confronti (ovvero attaccarmi il più possibile, avere più scuse possibili per poter scrivere ayrtonit è stupida, è una capra etc), che io NON ti risponderò allo stesso modo. e questo solo perchè mi fai pena. perchè non sei un utente qualsiasi per me, e non riesco a scavalcare la pena che provo per te rispondendoti male. se cominciassi, non mi fermerei più, direi solo cose cattive, in risposta alle tue. e sinceramente non mi va.
non ho scritto un pvt per non lasciarti la piacevole (per te) opportunità di postarlo a tua volta in pvt ad altri.



Oh my god! E' l'intervento più ridicolo che abbia mai letto da quando mi sono iscritto su questo forum. Davvero non ho parole... la tua mente è fertile quanto quella di Berlusconi. Per il resto non mi resta che rimandarti alla firma di pkdick. Ciao.
_________________
Le opinioni espresse da questo utente non riflettono necessariamente la loro immagine allo specchio.

  Visualizza il profilo di Deeproad  Invia un messaggio privato a Deeproad  Vai al sito web di Deeproad    Rispondi riportando il messaggio originario
Deeproad

Reg.: 08 Lug 2002
Messaggi: 25368
Da: Capocity (CA)
Inviato: 11-01-2005 18:05  
quote:
In data 2005-01-11 14:36, CarbonKid scrive:
Sorprende trovare proprio Sam Raimi alla guida produttiva della pellicola



Eh, ma se Raimi e Shimizu non sono due babbei qualunque, la cosa un minimo dovrebbe far riflettere, non pensi?
_________________
Le opinioni espresse da questo utente non riflettono necessariamente la loro immagine allo specchio.

  Visualizza il profilo di Deeproad  Invia un messaggio privato a Deeproad  Vai al sito web di Deeproad    Rispondi riportando il messaggio originario
Marco82

Reg.: 02 Nov 2003
Messaggi: 924
Da: Lodi (LO)
Inviato: 11-01-2005 18:07  
quindi ne devo dedurre che d'ora in poi quà dentro non si parlerà più del film in oggetto giusto?
no ditemelo perchè sinceramente leggere i vostri battibecchi non è per me il massimo del divertimento, vengo quà per the grudge ma se abbiamo deciso che non ne parliamo più, non lo apro manco più questo topic
_________________
"1..2..3..4..5..e 6...sei...numero perfetto..."
"ma non era 3, il numero perfetto?"
"sì, ma io ho sei colpi quì dentro..."

  Visualizza il profilo di Marco82  Invia un messaggio privato a Marco82     Rispondi riportando il messaggio originario
MaratSafin

Reg.: 17 Ott 2004
Messaggi: 831
Da: trafalmadore (CO)
Inviato: 11-01-2005 18:13  
Oggettivamente è uno dei topic più belli a cui abbia mai partecipato.

La natura del cinema horror e delle sue componenti dovrebbe essere interessante, battibecchi a parte..
_________________
(..)Ha creato un profilo solo per scrivere 3 puttanate...(powered by Stilgar)

  Visualizza il profilo di MaratSafin  Invia un messaggio privato a MaratSafin     Rispondi riportando il messaggio originario
DianeJ

Reg.: 04 Gen 2005
Messaggi: 318
Da: Venezia (VE)
Inviato: 11-01-2005 18:17  
Il topic l'ho letto con estremo interesse, pur non avendo ancora visto il film (ce l'ho in programma per venerdì sera, salvo inmprevisti) devo dire che gli spunti ci sono e sono molto interessanti. Ma una capra come me ha quasi paura a postarci, quando l'avrò visto chiedo lo status di rifugiato politico
Battibecchi a parte, per un fan del cinema horror devo dire che un toccasana leggere alcune persone

  Visualizza il profilo di DianeJ  Invia un messaggio privato a DianeJ    Rispondi riportando il messaggio originario
oronzocana

Reg.: 30 Mag 2004
Messaggi: 6056
Da: camerino (MC)
Inviato: 11-01-2005 18:20  
quote:
In data 2005-01-11 18:17, DianeJ scrive:
devo dire che un toccasana leggere alcune persone



veramente il toccasane è leggere TUTTE le persone e non solo spocchiosi arroganti presunti critici di cinema.

_________________
Partecipare ad un'asta, se si ha il Parkinson, può essere una questione molto costosa.
Michael J. Fox
---------
Blog

  Visualizza il profilo di oronzocana  Invia un messaggio privato a oronzocana     Rispondi riportando il messaggio originario
simboy

Reg.: 20 Set 2002
Messaggi: 1603
Da: grugliasco (TO)
Inviato: 11-01-2005 18:20  

Secondo me siete tutti troppo cattivi , troppo , ma troppo cattivi.
Per questo vi piacciono gli horror del cazzo.
_________________
Qualunque impressione faccia su di noi , egli è un servo della legge , quindi appartiene alla legge e sfugge al giudizio umano.

  Visualizza il profilo di simboy  Invia un messaggio privato a simboy    Rispondi riportando il messaggio originario
DianeJ

Reg.: 04 Gen 2005
Messaggi: 318
Da: Venezia (VE)
Inviato: 11-01-2005 18:22  
quote:
In data 2005-01-11 18:20, oronzocana scrive:
quote:
In data 2005-01-11 18:17, DianeJ scrive:
devo dire che un toccasana leggere alcune persone



veramente il toccasane è leggere TUTTE le persone e non solo spocchiosi arroganti presunti critici di cinema.




con alcune intendevo quelle che hanno scritto commenti argomentati, che siano esatti o meno non lo decido io, quelli che ho escluso sono coloro che hanno detto mi piace, non mi piace, è una merda, senza aggiungere altro, punto e basta

  Visualizza il profilo di DianeJ  Invia un messaggio privato a DianeJ    Rispondi riportando il messaggio originario
Deeproad

Reg.: 08 Lug 2002
Messaggi: 25368
Da: Capocity (CA)
Inviato: 11-01-2005 18:26  
quote:
In data 2005-01-11 18:07, Marco82 scrive:
quindi ne devo dedurre che d'ora in poi quà dentro non si parlerà più del film in oggetto giusto?
no ditemelo perchè sinceramente leggere i vostri battibecchi non è per me il massimo del divertimento, vengo quà per the grudge ma se abbiamo deciso che non ne parliamo più, non lo apro manco più questo topic




Tranquillo, è solo che certa gente quando non sa di che parlare tira in ballo fatti che non c'entrano nulla. Comunque da parte mia non ci saranno ulteriori strascichi, te lo prometto. Per il resto la discussione è ottima e ti invito a prenderne parte attivamente, così come a DianeJ.
_________________
Le opinioni espresse da questo utente non riflettono necessariamente la loro immagine allo specchio.

  Visualizza il profilo di Deeproad  Invia un messaggio privato a Deeproad  Vai al sito web di Deeproad    Rispondi riportando il messaggio originario
MaratSafin

Reg.: 17 Ott 2004
Messaggi: 831
Da: trafalmadore (CO)
Inviato: 11-01-2005 18:26  
quote:
In data 2005-01-11 18:20, oronzocana scrive:
quote:
In data 2005-01-11 18:17, DianeJ scrive:
devo dire che un toccasana leggere alcune persone



veramente il toccasane è leggere TUTTE le persone e non solo spocchiosi arroganti presunti critici di cinema.





Il toccasana è leggere un cretino che se ne arriva a pagina nove a blaterare insulti.

In effetti l'unico spocchioso arrogante mi sembri tu, ma probabilmente hai molto da dire, solo che non sai fare.
_________________
(..)Ha creato un profilo solo per scrivere 3 puttanate...(powered by Stilgar)

  Visualizza il profilo di MaratSafin  Invia un messaggio privato a MaratSafin     Rispondi riportando il messaggio originario
83Alo83

Reg.: 26 Mag 2002
Messaggi: 16507
Da: Palermo (PA)
Inviato: 11-01-2005 18:34  
quote:
In data 2005-01-11 18:20, oronzocana scrive:
quote:
In data 2005-01-11 18:17, DianeJ scrive:
devo dire che un toccasana leggere alcune persone



veramente il toccasane è leggere TUTTE le persone e non solo spocchiosi arroganti presunti critici di cinema.



invece di restare vago e di rimanere innocuo come al solito, ritraendo il braccio, perchè non prendere meglio la mira per una volta? chissà che il tuo sasso non colpisca qualcuno oggi.

il topic è interessante anche per chi come me non è amante del genere, mi sporgo dalla finestra e osservo.
_________________
Mi contraddico, forse?
Ebbene mi contraddico, ma sono vasto, contengo moltitudini.

  Visualizza il profilo di 83Alo83  Invia un messaggio privato a 83Alo83    Rispondi riportando il messaggio originario
NancyKid
ex "CarbonKid"

Reg.: 04 Feb 2003
Messaggi: 6860
Da: PR (PR)
Inviato: 11-01-2005 18:38  
Non mi va di parlare dell'Esorcista nè tantomeno di La Casa, andiamo ancora su The Grudge. Ok per il plot, Marat mi hai convinto, tralasciamo pure il plot, praticamente insignificante anche ne La casa, come giustamente hai detto.
Diciamo anche e ripetiamo che Shimuzu non è un cazzone, inquadrature interessanti blablabla. Ma in fondo è stato commissionato per questo, per inquadrare bene.
Ma andiamo oltre..
Ora vedere l'espressione di Sarah Michelle Gellar che dice "Sento un'aria malefica stasera" come se si riferisse ad una scoreggia notturna fa cadere anche un pò le palle. Ed è grandiosamente oggettivo anche questo, il fatto che l'attrice protagonista sia una merdona incapace di recitare. Allora, può questo influire sul film? Non so voi, ma io penso ancora che gli attori siano parte integrante di un'opera cinematografica (non essenziale, ma integrante).
Ora rispondendo a Sandrix riguardo i clichè, tu mi staresti dicendo che i clichè non contano nulla per la riuscita o meno di una pellicola? E ti dò ragione, ma bisogna reinventarsela questi clichè. E gli stessi clichè che ritroviamo in The Grudge sono gli stessi medesimi che ci sono in altri 300.000 altri horror asiatici (in asia va di moda a quanto pare). E ora mi rifiuto anche di credere che il cinema horror asiatico non possa fare a meno di una donnina pallida con i capelli sempre troppo lunghi che gli van in faccia. Non ci siamo un pò rotti le palle da questa mancanza d'idee? Perchè io si. The Phone, The Ring, The Eye, The Call.. ecchecazzo basta perdio. Shimuzu non ha il coraggio di infrangere questi clichè per creare qualcosa che si distanzia dal resto del branco (e qui si torna al discorso dei profumi example).
Che questo possa influire sul film? Penso ancora che un trucco possa funzionare 1, 2 volte, ma che dopo la quinta o la sesta il tutto ormai cada nel banale (sempre che non si riesca a trarne qualcosa che infranga le regole, cosa che shimuzu non ha fatto).
Tornando all'Esorcista (avevo promesso che non ne avrei parlato ma non ce la faccio), e rispondendo al buon vecchio Daniel: il film di Friedkin ha un grande effetto di oppressione psicologica negli spettatori. Il fattore psicologico si percepisce in tutta la pellicola, anzi probabilmente è uno dei fulcri: La madre che non sa che cazzo sta succedendo alla figlia (che inizialmente si rifiuta di credere in un fotutto demonio), Padre Merrin stesso, (torturato psicologicamente dal ricordo della madre) su un punto bilico nel perdere la fede. Tutti questi risvolti mentali dei protagonisti non esistono minimamente in The Grudge, perchè proprio non c'è consistenza nei personaggi. Ma si sa che L'Esorcista è un fenomeno che va anche molto al di là del puro Horror...
_________________
eh?

  Visualizza il profilo di NancyKid  Invia un messaggio privato a NancyKid  Email NancyKid  Vai al sito web di NancyKid    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 Pagina successiva )
  
0.224167 seconds.






© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: