FilmUP.com > Forum > RadioFilmUP - (((>>)))
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > RadioFilmUP > (((>>)))   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 Pagina successiva )
Autore (((>>)))
placid
ex "eminem"

Reg.: 21 Apr 2001
Messaggi: 2994
Da: Vicenza (VI)
Inviato: 27-08-2002 23:31  


[ Questo messaggio è stato modificato da: placid il 04-10-2002 alle 09:29 ]

  Visualizza il profilo di placid  Invia un messaggio privato a placid    Rispondi riportando il messaggio originario
denisuccia

Reg.: 14 Apr 2002
Messaggi: 16972
Da: sanremo (IM)
Inviato: 27-08-2002 23:47  

(...)

Bisogna saper
tacere in tutte
le lingue
e dappertutto,
sempre,
lasciare cadere,
cadere,
lasciare cadere,
cadere
le foglie.

(...)

Difficile
è
essere autunno,
facile essere primavera.
Accendere tutto
quel che è nato
per essere acceso.
Spegnere il mondo, invece,
facendolo scivolare via
come se fosse un cerchio
di cose gialle,
fino a fondere odori,
luce, radici,
e a far salire il vino all'uva,
coniare con pazienza
l'irregolare moneta
della cima dell'albero
e spargerla dopo
per disinteressate
strade deserte,

è compito di mani
virili.

(...)

_________________
L'improvviso rossore sulle guance di Thérèse, identificato immediatamente come il segno dell'Amore, quando io avevo sperato in una innocente tubercolosi.

  Visualizza il profilo di denisuccia  Invia un messaggio privato a denisuccia    Rispondi riportando il messaggio originario
placid
ex "eminem"

Reg.: 21 Apr 2001
Messaggi: 2994
Da: Vicenza (VI)
Inviato: 27-08-2002 23:48  
c'e' un piccolo bambino
che corre intorno a questa casa
e non si allontana mai
non si allontanera' mai
e la nebbia sale dalle fogne
e risplende nell'oscurita'

piccoli alligatori nelle fogne
crescono veloci, crescono veloci
qualsiasi cosa tu voglia
sara' fatta
come, come sei andato in rovina?
ti è andata male? ti è andata male?
alcune cose non se ne andranno mai via
ti è andata male?
ti è andata male?

pensa che l'inferno è pieno cloni.. cloni di placid
eh eh eh eh eh eh

lo so lo so
che il mio migliore amico è me stesso
lo so lo so
che il mio peggior nemico è me stesso

..ma se solo...

..però..

..domani..

..è sempre difficile..

nella citta' del futuro
e' difficile concentrarsi
incontra il capo, incontra la moglie
tutti sono felici
tutti sono adatti alla vita

nella citta'del futuro
e'difficile trovare un buco di tempo
io sono troppo occupato per incontrarti
te sei troppo occupato per aspettare

ma io sto bene, tu come stai?
grazie per l'interessamento, grazie per l'interessamento
ma io sto bene, tu come stai?
mi auguro che anche tu stia bene

tutti uno di questi giorni
quando il cielo del California diventera' blu
con una bellissima notizia bomba
mi gettero' sul lavoro
sono troppo pigro, mi sono preso in giro cosi' a lungo

o sto bene, te come stai?
grazie per l'interessamento, grazie per l'interessamento
ma io sto bene, te come stai?
mi auguro che anche tu stia bene

eh eh eh eh






What is (((>>)))?

[ Questo messaggio è stato modificato da: placid il 27-08-2002 alle 23:49 ]

  Visualizza il profilo di placid  Invia un messaggio privato a placid    Rispondi riportando il messaggio originario
Grabbi
ex "Loserkid"

Reg.: 15 Feb 2002
Messaggi: 7195
Da: legnano (MI)
Inviato: 28-08-2002 10:22  
ecco appunto, non velevo interromperti da giorni.. ma cos'è (((>>))) ?
_________________
"Mi disse urlando che solo io potevo salvare la terra. Cososcevo bene lo sguardo di un uomo disperato.
A casa ho uno specchio."

  Visualizza il profilo di Grabbi  Invia un messaggio privato a Grabbi  Vai al sito web di Grabbi     Rispondi riportando il messaggio originario
placid
ex "eminem"

Reg.: 21 Apr 2001
Messaggi: 2994
Da: Vicenza (VI)
Inviato: 29-08-2002 21:53  
Eccoli lì, ggrappati alla lancetta dell'orologio
i volti rigati da lacrime cremisi
guardandoli negli occhi, eccoli, pieni di sogni e di scintillanti fuochi d'artificio
pronti a bruciarsi le mani per poterne esplodere almeno uno personalmente
Tesoro, hanno chiuso le tue ambizioni in un sacchetto di plastica
e tu rovisterai nella discarica della tua vita un giorno
cercando quella scintilla che t'illuminava un tempo
e che oggi brucerebbe tutto ciò che hai fatto finora.
Difficile accorgersi di aver sbagliato tutto.
Le priorità errate.
Le parole spese.
Le mani sporche si.. sporche di fatica.. oppure troppo pulite.. già.. non hai fatto un cazzo finora..
Colpisci, colpisci più forte.
Già.. sei ancora egoista.. sei un passo indietro.. sveglia.. scegli una persona.. almeno una.. una soltanto.. falla stare bene.. disegnale attorno il suo quadro preferito.. dalle il profumo del tuo lato più dolce.. scioglila nel suo stupore.. falla sentire importante.. toccale i capelli.. affonda le dita nella sua carne.. ascoltala sospirare.. e uccidila.. facendole male.. uccidila.. facendole male.. uccidila.. facendole male.. uccidila.. facendole male.. uccidila.. facendole male.. uccidila.. facendole male.. uccidila.. facendole male.. uccidila.. facendole male.. uccidila.. facendole male..







YOU HEAR ME, WHAT IS (((>>)))???

  Visualizza il profilo di placid  Invia un messaggio privato a placid    Rispondi riportando il messaggio originario
placid
ex "eminem"

Reg.: 21 Apr 2001
Messaggi: 2994
Da: Vicenza (VI)
Inviato: 29-08-2002 22:35  
are you hungry?
are you sick?
are you begging for a break?

are you sweet?
are you fresh?
are you strung up by the wrists?

we want the young blood (la-la-la-la)

are you fracturing?
did you do anything?
are you torn at the seams?
fleabitten? motheaten?

we suck young blood (la-la-la-la)
we want the young blood (la-la-la-la)

won't let the creeping ivy?
won't let the nervous bury me
our veins are thin
our rivers poisoned

we want the sweet meats (la-la-la-la)
we want the young blood (la-la-la-la)







bububbbbuuttt whawhawhwhwhatttFUCK is (((>>)))????????????

  Visualizza il profilo di placid  Invia un messaggio privato a placid    Rispondi riportando il messaggio originario
placid
ex "eminem"

Reg.: 21 Apr 2001
Messaggi: 2994
Da: Vicenza (VI)
Inviato: 29-08-2002 23:02  
che sederino sodo.. giurerei però che è apparenza.. secondo me se glielo tocco è mollo come un panino al latte.. anzo.. oops.. anzi.. ancora più morbido.. direi.. morbido come la Certosa Galbani.. si, credo proprio di si.. è divertente la signora qui accanto, mi guarda per mettermi in imbarazzo.
Si signora, sto guardando il culo di quella ragazza. Cosa si sta chiedendo signora? Si chiede se guardarlo mi eccita? La risposta è no. Se c'infilassi un dito, il manico della racchetta da tennis bello unto od il mio membro.. allora si.. potrebbe eccitarmi probabilmente. Ma così no.. non mi eccita.. m'incuriosisce.. mi chiedo se è consapevole che ha il culo fuori.. che quel vestito forse è un pò troppo corto. Si, signora, lo so.. sono cazzi suoi.. infatti non le dirò niente.. Ah guarda.. questo gruppetto di adolescenti qua di fianco ride.. imbecilli.. se lei se ne accorge si coprirà o s'imbarazzarà.. oppure, come nei film pornografici, si volterà, strizzerà l'occhio e si sfiorerà le natiche con il palmo della mano destra.. bimbi, penso che dobbiate finirla di rompere.. se volete guardare.. tacete.. non c'è bisogno di metterla in imbarazzo.. non c'è bisogno di mortificarla.. forse aspetta l'uomo della sua vita.. forse scenderà dal prossimo treno.. lo sa già.. oppure non lo sa.. e aspetta in questa posizione che qualcuno.. oh!.. ma che ci faccio qui fermo? No.. il diavoletto sulla mia spalla mi schiaffeggia la nuca.. me ne accorgo per sbaglio.. le sue sberle sono più pizzichi.. è piuttosto basso.. comunque quella signora deve avere una paralisi.. mi sta guardando ancora.. dovrei sentirmi in imbarazzo io a guardare la mercanzia di quella ragazza? Io ero qua da prima, signor giudice, ero fermo guardando le rotaie.. lei si è piazzata laggiù.. giusto di fronte a me, si è piegata.. e mi ha mostrato il culo. Ed io che dovevo fare? Arrossire e voltarmi? Avvertirla? Non scelgo queste due opzioni. Mi faccio gli affari miei, signor giudice. Non m'interessa.. che si volti e che mi giudichi un depravato. Oggi non ho voglia di fare buone azioni. Se al supermercato tra gli yogurt c'è un dan'up.. oggi non riporto il dan'up al suo posto. Oggi sono stanco. Mi aspetta una bella nottata.. appena torno a casa mi faccio la doccia poi disegnerò e stamperò quei fottuti volantini.. mi andrà via tutta la sera.. poi mi conviene portarli fuori subito.. ma sii.. mi aspettano.. dormirò domattina.. forse passerò per casa sua.. ma.. porca puttana, signora, la finisce di guardarmi? A suo marito sta cadendo la dentiera ed un orecchio.. ebbasta.. si faccia gli affari propri..
..ahh.. ho la patta aperta.. e vabbè.. cerca qualcosa qui dentro? Non credo proprio. Se si toglie la dentiera.. forse.. non ho mai provato con una senza denti.. ma non è che l'effetto è quello di una ventosa? La dentiera fa coesione.. non vorrei che per abitudine.. bbbzzz... per carità..signora.. non serve.. non serve.. hey.. la ragazza si è raddrizzata.. non le vedo più il sedere.. ah.. adesso si volta.. eh si.. ciao.. ma quanti anni avrai? mii.. ma avrai al massimo 15 anni.. e c'hai un culo così? ma brava.. eh si.. leggo ni tuoi occhi la consapevolezza.. se ti pieghi il vestito sale.. eh si.. è una questione di fisica, gravità, matematica, geometria, stoffe.. eh si.. io non c'entro niente.. già.. eri piegata prima.. eh eh eh.. mi dispiace.. la prossima volta attenta.. sai.. le zanzare tigre pungono.. ti auguro davvero che qualcuno ti metta la pomata sulle punture questa sera.. se non hai nessuno.. questo è il mio numero.. porto anche la vaselina se può DARTI e FARTI PIACERE.. già.. che GRASSE risate.. sono sempre simpatici i ragazzi chiacchieroni.. se la gente usasse un pò più il cervello.. che schifo.. e allora? Aspetti qualcuno? Tu rimani? Ormai è tardi? Io devo andare.. promettimi però che non ti chini più quando me ne vado.. hai capito che ti si vede il culo.. no no.. non voglio che mi chiami.. non vengo da te questa sera.. certo che sei proprio una morta di fame.. vabbè.. vedremo.. ok ok..

..ha ragione, signor giudice.. era minorenne.. lo avevo dedotto.. ma.. non credevo.. poi ha fatto tutto lei.. non sono neppure stato il primo..

  Visualizza il profilo di placid  Invia un messaggio privato a placid    Rispondi riportando il messaggio originario
placid
ex "eminem"

Reg.: 21 Apr 2001
Messaggi: 2994
Da: Vicenza (VI)
Inviato: 29-08-2002 23:30  


[ Questo messaggio è stato modificato da: placid il 04-10-2002 alle 09:27 ]

  Visualizza il profilo di placid  Invia un messaggio privato a placid    Rispondi riportando il messaggio originario
placid
ex "eminem"

Reg.: 21 Apr 2001
Messaggi: 2994
Da: Vicenza (VI)
Inviato: 29-08-2002 23:38  
..sai.. te lo prometto.. un giorno ti dirò chi sono veramente.. un giorno ti dirò il mio vero nome.. prometto..


(((>>)))
(((<<)))
(((__)))
(((--)))
(((==)))

  Visualizza il profilo di placid  Invia un messaggio privato a placid    Rispondi riportando il messaggio originario
seanma

Reg.: 07 Nov 2001
Messaggi: 8105
Da: jjjjjjjj (MI)
Inviato: 30-08-2002 14:50  
Bones sinking like stones,
All that we fought for,
Homes, places we've grown,
All of us are done for

We live in a beautiful world,
Yeah we do, yeah we do,
We live in a beautiful world

We live in a beautiful world,
Yeah we do, yeah we do,
We live in a beautiful world

Oh, all that I know
There's nothing here to run from,
'Cos yeah, everybody here's got somebody to lean on

_________________
sono un bugiardo e un ipocrita

  Visualizza il profilo di seanma  Invia un messaggio privato a seanma  Vai al sito web di seanma    Rispondi riportando il messaggio originario
seanma

Reg.: 07 Nov 2001
Messaggi: 8105
Da: jjjjjjjj (MI)
Inviato: 30-08-2002 15:05  
Ossa che sprofondano come pietre
Tutto ciò per cui abbiamo combattuto
Dimore,luoghi dove siamo cresciuti
Tutti noi siamo fatti per qualcosa

Viviamo in un mondo felice
Oh,sì,oh,sì
Viviamo in un mondo felice

Viviamo in un mondo felice
Oh,sì,oh,sì
Viviamo in un mondo felice

Per quel che ne so io
Non c'è nulla da cui fuggire
Perchè,sì davvero,tutti noi abbiamo qualcuno su cui contare.

_________________
sono un bugiardo e un ipocrita

  Visualizza il profilo di seanma  Invia un messaggio privato a seanma  Vai al sito web di seanma    Rispondi riportando il messaggio originario
seanma

Reg.: 07 Nov 2001
Messaggi: 8105
Da: jjjjjjjj (MI)
Inviato: 30-08-2002 17:04  
Per quanto tempo,per quanto tempo il "domani è domani"?Perchè non subito?Perchè non in quest'ora la fine della mia vergogna?
_________________
sono un bugiardo e un ipocrita

  Visualizza il profilo di seanma  Invia un messaggio privato a seanma  Vai al sito web di seanma    Rispondi riportando il messaggio originario
placid
ex "eminem"

Reg.: 21 Apr 2001
Messaggi: 2994
Da: Vicenza (VI)
Inviato: 30-08-2002 22:42  
..sai.. la barba ormai è lunga e l'ho tagliata l'altro giorno.. è sempre più pesante questo zaino sulle spalle.. però mi sento libero.. però mi sento libero..

..ormai ci siamo.. andrò a vivere da solo.. 20 anni non sono pochi per affrontare da solo il mondo.. soprattutto se l'hai fatto.. per tutto questo tempo..

..lontano dalla città che secondo alcuni era la mia.. lontano da coloro che si credono miei amici.. non me ne frega niente.. non me ne frega niente.. farò tutto ciò che faccio sempre qui.. ma finalmente sceglierò io di farlo.. ho i miei editori, i miei contatti.. i risparmi che ormai escono dal culo.. non ho icone, non ho spot di fronte.. ma finalmente la finirò di sudare come un mulo.. ho il mio gran libero arbitrio.. ho scelto io quelle due stanze in legno.. e senza entrare nello specifico.. posso dir naturalmente che sarà il mio regno.. e sto trattando per aprire un'edicola.. si.. perchè l'apatia non fa per me.. Asiago è un gran bel posto.. oggi andare a vedere quella casa è stato.. mistico.. quante volte girerò quella serratura.. quante volte sentirò quei rumori.. mio dio quanto sei cresciuto in fretta figliolo.. detto da mio padre non c'avrei mai creduto.. e chissenefrega se Francesca ha pianto.. chissenefrega se Luca mi terrà il muso.. mi dispiace se valentina non vorrebbe.. e mi dispiace per tutti gli altri.. non sono di questa dinastia.. non sono più fatto per quei futili commenti.. mi ha rotto il cazzo questa città.. e tutti questi idolatrati monumenti.. non lo voglio questo centro commerciale.. non m'interessa finire al costanzo show.. scriverò sempre quello che mi piace.. e quando non potrò morirò.. non darò pesi a nessuno.. a nessuno la mia bocca da sfamare.. responsabile di tutto ciò che faccio.. non ho più bisogno nemmeno di gridare.. non importa se non avrò più questo pianoforte.. non importa se dimenticherò le note.. sceglierò io il giorno della mia morte.. e riempirò a mio modo le giornate vuote.. finalmente avrò ogni giorno la natura.. finalmente un parco da sfruttare.. e quando sarò là venderò anche la macchina.. perchè sono nato con le gambe e con loro finirò dove vorrò andare.. sono già stato dove volevo quando ho voluto.. e adesso voglio rimanere finalmente fermo.. quando mi muoverò da lì sarà per l'Inghilterra.. certo zio, tra 5 anni.. Adesso dovrei essere riconoscente a questa vicenza.. che involontariamente mi ha regalato i natali.. dovrei essere riconoscente alla mia età.. perchè è finito il tempo dei regali.. finalmente vedo tutta la verità.. e l'affronterò ad armi pari.. Mica vado lontano.. so già cosa mi aspetterà.. le stesse ipocrisie.. le solite false realtà.. la ragazza bella che nel passato ha già un 30enne.. che le ha dato tutto o che se l'è inventato.. questi sono i tempi.. questa è la routine.. i meccanismi sono già ben oliati.. e lo so bene.. quei genitori non sono più tornati.. e non c'è niente di peggio del sorriso a denti stretti.. che tenta di relegarmi ogni natale questo mondo.. tutti i volti che si rivelano specchi.. che mi fanno domande a cui non rispondo..

..ormai è quasi un decennio che rileggo quella frase.. che mi culla calda nei miei silenzi più profondi.. "i'll take a quite life"..

..con me ci sono tutti i miei pensieri.. il domani intesto come "primo giorno".. nessun anello al dito.. nessuna illusione.. un passato in cui mi sono divertito.. e finalmente una canzone.. al diavolo i saluti di rito.. al diavolo ogni soprannome.. un grazie a tutti quei sentimenti che mi hanno scolpito.. un pc, un frigo ed un cellulare.. è sempre tutto ciò che mi è servito.. per fare tutto ciò che ho potuto fare.. da essere considerato da idiota a mito..

..il mio cappotto lungo è pronto.. la valigia aperta pronta da colmare.. un violoncello suona nelle vene.. mi chiedo cosa c'è da ricordare.. dato che da domani non so cosa proviene.. e sarebbe meglio che mi fermassi a pensare.. come non fanno tutte quelle persone.. che mai hanno saputo qualcosa di me.. ma che non si fermano mai prima di giudicare.. è solo gente che t'incrocia per strada o ti legge in un sito.. e decide la tua storia da raccontare..

..lungi da me.. lungi da me..

..un fiacco saluto con la mano..

..rimango sopra il tetto.. polpastrelli uniti davanti alle labbra.. a contemplare le realtà che vedo.. al collo un cartello.. con scritto "turista"..

  Visualizza il profilo di placid  Invia un messaggio privato a placid    Rispondi riportando il messaggio originario
placid
ex "eminem"

Reg.: 21 Apr 2001
Messaggi: 2994
Da: Vicenza (VI)
Inviato: 30-08-2002 22:48  
UN DIAMANTE AZZURRO CHIAMATO OCEANO (4-4-1997)
Cado anch’io in acqua, non riesco a tapparmi il naso almeno al primo impatto e perciò il sale mi irrita le narici già vittime di un forte raffreddore.
Anche gli occhi mi bruciano, non riesco ad aprirli, e così mi appoggio alla nave ispida.
A fianco a me emerge un cadavere accompagnato da qualche bollicina. Noto che possiede gli occhiali da sub. Mi dispiace, ma l’istinto di appropriarmene nella speranza di poter sopravvivere è troppo forte.
Inizio a nuotare, la terra è lontana, la vedo appena, vedo i suoi scogli acuti, involontariamente comincio a piangere, ho perso una scarpa e i vestiti mi pesano, mi imbatto con il piede nudo in qualcosa e appena immergo la testa sento un colpo violento alla spina dorsale, mi volto irritato e mi accorgo che è stato un cinquantenne che si è tuffato dalla nave e sbadatamente mi ha colpito.
Intanto, la prua del mezzo è ormai completamente immersa.
L’immensità dell’oceano e la sua purezza sono ferite da sangue e dai resti delle persone più sfortunate di me.
Affianco a me, nel frattempo il povero signore, non sapendo nuotare, si fa trasportare da un giovane e promettente marinaio verso una tavola galleggiante.
Ho paura di non farcela, ho paura, ho paura di non rivedere il giardino fiorito di casa, di non assaporare mai più un caffè davanti al tiepido camino, di non sentire più il calore di un abbraccio.
Il mio piede destro è devastato dai lividi e mentre nuoto il sale brucia le mie labbra screpolate; le piccole onde sono contro di me e mi bagnano integralmente gli occhialini, mentre il sole mi punta e colpisce; le mie orecchie sono colme d’acqua, sento forti dolori alla testa e nei miei capelli lunghi si sono impigliati due molluschi. Ne prendo uno in mano, è viscido e perciò mi scivola. Comunque, almeno me ne sono liberato. Intanto l’altro è arrivato alla fronte. Per liberarmene, metto la testa in acqua e guardo per curiosità il sole: da lì sotto brilla, è uno spettacolo unico, sembra galleggiare nel mare, l’acqua è un diamante azzurro. In questo istante mi sento diverso, mi sento lontano da quel luogo chiamato terra. Voglio appartenere a questo diamante azzurro chiamato oceano. Intanto, un branchetto di pesci mi accarezza il corpo.
A circa venti metri da me vedo una deriva ed un timone che si avvicinano. Dopo solamente un paio di secondi, il sole per me si spegne. Scappo, praticamente sto tornando verso la nave sprofondata, ma non riesco a fare in fretta a causa di quella spugna che sono i miei vestiti.
La deriva si avvicina, decido di nuotare verso destra e appena il sole si riaccende, riemergo e mi accorgo che è una barca a vela che va in soccorso alle persone che in agonia sprofondano con la nave.
Poco dopo sento un’esplosione. E’ una parte della nave ancora galleggiante. In mezzo a quel fumo vedo un altro fulmine. Probabilmente si tratta della barca a vela.
Il sole si annebbia.
Quando il fumo si alza il diamante celeste è diventato color ambra e dove mi trovo io l’acqua è di color ocra giallo.
Vengono a galla da qualche parte rottami e frammenti di ruggine mentre il vento della sera si avvicina con le alte onde violette ed alcuni granelli di sabbia che mi si impigliano tra i capelli.
Con i minuti che passano, il sole tramonta ed il tempo sembra peggiorare.
Solo l’acqua calda mi difende un po’.
Nel piede nudo vengo ricolpito da quel qualcosa che prima mi aveva completamente strisciato l’arto.
Con rabbia voglio vedere in faccia il “nemico”, mi immergo e vedo dinanzi a me dei grossi denti. E’ uno spinoso e massiccio pesce palla. Che, con un gioco di movimenti che però non so spiegare, si allontana con aria irritata.
Di fianco a me passa un gommone vuoto mezzo sgonfio, non tentenno a salirci.
Il sonno incombe su di me.
La terra che vedevo prima di appisolarmi, al momento del mio risveglio non c’è più.
Il gommone oramai è un pezzo di plastica che galleggia per miracolo.
La luna di latte è all’orizzonte.
Laggiù, che spettacolo, il canto delle balene che dal dorso sputano acqua. E penso ai bracconieri che ogni giorno tentano di ucciderle.Cosa ne sanno dei due figli dietro al loro branco? Dov’è il rispetto?
A loro non importa.
E lì mi accorgo che non voglio essere un uomo.
Il canto che sento ora mi pare più melodico di qualsiasi sinfonia di Morricone, di qualsiasi opera di Schubert, di qualsiasi Ave Maria.
Tra lo specchio d’acqua e la luna, osservo anche il dolce nuoto di un delfino. Anche lui canta. Sento perfino canti femminili e sono certo di vedere le sirene.
A questo punto canto io, sopra questo canotto, mentre una sedia solitaria galleggia, unico residuo della mia nave a vista d’uomo.
Canto quello che vuole il cuore, quel cuore che per magia batte ancora, quel cuore che batte ancora per qualcosa, per qualcuno.
Giro su me stesso e vedo che tutto è un immenso orizzonte.
La luna è piena, una perla galleggia verso di me. Si dice che se si raccoglie una perla in una notte di plenilunio in oceano, si avrà fortuna per il resto dei propri giorni. La fortuna in questo momento sarebbe averne altri, di giorni.
E mentre i pesci mi cantano una dolce sinfonia, io mi stendo in questo sporco brandello di plastica, chiudo gli occhi e salgo verso un nuovo mondo e nuovi giorni. Arrivederci mondo, arrivederci.







(((>>)))




_________________
She looks like the real thing..
She taste like the real thing..
My fake plastic love..

  Visualizza il profilo di placid  Invia un messaggio privato a placid    Rispondi riportando il messaggio originario
seanma

Reg.: 07 Nov 2001
Messaggi: 8105
Da: jjjjjjjj (MI)
Inviato: 30-08-2002 23:02  
I've seen things...
attackships on fire...
I watched TVs...
All those things will be lost in TIME
like
tears ...in rain

TIC TIC TIC TIC TIC TIC....
_________________
sono un bugiardo e un ipocrita

  Visualizza il profilo di seanma  Invia un messaggio privato a seanma  Vai al sito web di seanma    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 Pagina successiva )
  
0.120200 seconds.






© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: