FilmUP.com > Forum > Tutto Cinema - Mulholland Dr.
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Cinema > Tutto Cinema > Mulholland Dr.   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 Pagina successiva )
Autore Mulholland Dr.
Verme87

Reg.: 01 Set 2006
Messaggi: 2564
Da: catanzaro (CZ)
Inviato: 01-12-2006 12:08  
quote:
In data 2002-02-25 11:35, Quilty scrive:

Capolavoro.
Chi non conosce Lynch uscirà dal cinema sconvolto(in bene o in male)per l'assoluta follia di questa storia.




ecco...questa è la mia reazione
_________________
JEFF BUCKLEY FORUM

SINEAD O'CONNOR FORUM

  Visualizza il profilo di Verme87  Invia un messaggio privato a Verme87     Rispondi riportando il messaggio originario
Verme87

Reg.: 01 Set 2006
Messaggi: 2564
Da: catanzaro (CZ)
Inviato: 01-12-2006 12:22  
CONTIENE SPOLIER

allora...per due ore di film cerco di ricostruire una storia...che vede ad ogni scena aggiungersi un personaggio e dei fatti strani...
1) il tizio che è nel locale e racconta al poliziotto il suo sogno...nn sono riuscito a collegarlo o a farmene una ragione...
2) quel killer pappone che combina tutto quel casino per prendere quel libro nero...ma ke cakkio conteneva di così importante ?
3)quei due vecchi che si vedono all'inizio nel taxi e poi alla fine che tormentano diane...ki sono? cosa rappresentano per Diane?
Come dicevo...per due ore di film cerco di ricostruire una storia...ma arrivati a qual maledetto teatro e all'apertuta di quella scatola(ma cosa conteneva?) il film è diventato un mistero per me...personaggi che continuano a scambiarsi e la storia che prende una direzione opposta a tutte le mie idee.
Lynch mi ha fatto venire un mal di testa assurdo...!
Cmq un film che ti mette un tensione incredibile...e che ti da una curiosità nel seguire ogni piccolo particolare...Naomi Watts strepitosa...!
_________________
JEFF BUCKLEY FORUM

SINEAD O'CONNOR FORUM

  Visualizza il profilo di Verme87  Invia un messaggio privato a Verme87     Rispondi riportando il messaggio originario
Schizobis

Reg.: 13 Apr 2006
Messaggi: 1658
Da: Aosta (AO)
Inviato: 01-12-2006 12:37  
Il film dovrebbe essere sentito, non capito
Volere per forza spiegare tutto significa perdere il senso del tutto.
Io avevo fatto una recensione che non ritrovo più dove alcuni di questi quesiti erano stati analizzati.
Comunque d'accordo su Naomi Watts
_________________
True love waits...

  Visualizza il profilo di Schizobis  Invia un messaggio privato a Schizobis    Rispondi riportando il messaggio originario
bondgirl

Reg.: 01 Dic 2006
Messaggi: 24
Da: Milan (MI)
Inviato: 01-12-2006 12:46  
ole'!
Inizio la mia avventura nel forum per andare controcorrente.

A me... non e' piaciuto. Ora... per fare critiche costruittive e' passato troppo perche' l'ho visto tipo l'anno scorso.
E dato che non mi e' proprio piaciuto ho pure rimosso il perche'.

Ma che aveva di speciale questo film?

  Visualizza il profilo di bondgirl  Invia un messaggio privato a bondgirl    Rispondi riportando il messaggio originario
Verme87

Reg.: 01 Set 2006
Messaggi: 2564
Da: catanzaro (CZ)
Inviato: 01-12-2006 13:01  
quote:
In data 2006-12-01 12:37, Schizobis scrive:
Il film dovrebbe essere sentito, non capito
Volere per forza spiegare tutto significa perdere il senso del tutto.
Io avevo fatto una recensione che non ritrovo più dove alcuni di questi quesiti erano stati analizzati.
Comunque d'accordo su Naomi Watts




Schizobis...se trovi questa recensione postala per favore...voglio vedere quale sono le vostre reazioni su questi quesiti...
ciao!
_________________
JEFF BUCKLEY FORUM

SINEAD O'CONNOR FORUM

  Visualizza il profilo di Verme87  Invia un messaggio privato a Verme87     Rispondi riportando il messaggio originario
Schizobis

Reg.: 13 Apr 2006
Messaggi: 1658
Da: Aosta (AO)
Inviato: 01-12-2006 14:50  
Devi cercare alla lettera M in questa SEDE
_________________
True love waits...

  Visualizza il profilo di Schizobis  Invia un messaggio privato a Schizobis    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 01-12-2006 15:10  
quote:
In data 2006-12-01 13:01, Verme87 scrive:


Schizobis...se trovi questa recensione postala per favore...voglio vedere quale sono le vostre reazioni su questi quesiti...
ciao!




Sono stati scritti fiumi di parole sulla trama....che riassunta è la storia di un'attricetta che commissiona un omicidio per una delusione amorosa, e poi disperata si suicida.
http://forumfilmup.leonardo.it/forum/viewtopic.php?mode=viewtopic&topic=1871&forum=25&start=0


[ Questo messaggio è stato modificato da: Quilty il 01-12-2006 alle 15:10 ]

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
Schizobis

Reg.: 13 Apr 2006
Messaggi: 1658
Da: Aosta (AO)
Inviato: 01-12-2006 15:13  
quote:
In data 2006-12-01 15:10, Quilty scrive:
quote:
In data 2006-12-01 13:01, Verme87 scrive:


Schizobis...se trovi questa recensione postala per favore...voglio vedere quale sono le vostre reazioni su questi quesiti...
ciao!




Sono stati scritti fiumi di parole sulla trama....che riassunta è la storia di un'attricetta che commissiona un omicidio per una delusione amorosa, e poi disperata si suicida.
http://forumfilmup.leonardo.it/forum/viewtopic.php?mode=viewtopic&topic=1871&forum=25&start=0


[ Questo messaggio è stato modificato da: Quilty il 01-12-2006 alle 15:10 ]




_________________
True love waits...

  Visualizza il profilo di Schizobis  Invia un messaggio privato a Schizobis    Rispondi riportando il messaggio originario
Fakuser

Reg.: 04 Feb 2005
Messaggi: 2656
Da: Milano (MI)
Inviato: 10-06-2007 16:16  
Non ho letto nulla di quello che è stato scritto,qui o in altre sedi analoghe sul Film.Perchè c'è sempre la febbre di capire,il bisogno di razionalizzare,la spinta all'ordine.
Niente di più inutile qua.Niente di più fuorviante e dannoso uscire di casa con il "lanternone " (o il "lanternino " fate come volete e scusatemi le suggestioni letterarie in gran copia,magari incongrue ma inevitabili in periodo d'esame ) e cercare di illuminarsi la strada verso la Chiarezza,la Conoscenza,la Tranquillità d'animo.
Perchè,già l'ho detto,non siamo di fronte a un prodotto d'ingegno esclusivamente umano.Anzi,la sua peculiare "umanità " gli permette di andare oltre,di accedere a dimensioni raramente o quasi mai esplorate,come le regioni nascoste del divino certa poesia cercava scioccamente,senza mezzi adeguati, di raggiungere.
Al di là di collegamenti impropri,questi mezzi li ha il cinema.E se non nella sua totalità,mercificato e svilito come lo troviamo oggi,almeno questa frase si attaglia a David Lynch.
Perchè Mulholland è in tanti sensi,un culmine.Un culmine del percorso "infernale " (o potremmo dire più globalmente "dantesco " ? ) dell'Autore alla ricerca dei fondamenti del Mondo,un mondo certo maligno e irredimibile,ma non per questo privo di senso.Dalla peste sociale che infettava l'ambiguo "premondo industriale " dentro le cui ambigue spire si svolgeva la vicenda umana ew emblematica di John Merrick,alla peste vivida e intrusa nel quotidiano della favola colta (in quanto mimetica ) del BLUE VELVET, dove le note flautate e immortali circolari di Bobby Vinton ("She wore blue velveeet... " ) si mescolano alla tonalità cupe e simboliche di un blu già foriero di incubo,incapaci di dissolversi neanche davanti a un'idillio tanto potente quanto inefficace,tanto consueto quanto bizzarro nella sua geniale e agghiacciante (auto)parodia di un orizzonte Altro,veramente appagante.
Una frontiera che non scompare,che il Tempo non brucia,ma che il Mondo nella sua frammentarietà inconciliabile e belligerante,sfoca e distorce.Così le STRADE PERDUTE diventano (sono ) di tutti,perchè tutti nascondiamo qualcosa (qualcuno ? ) che ci impedisce di asserire veramente un Senso che non sia quello autoreferenziale del Divenire mutante,che non sia quello malcerto e inadeguato che (ci) diamo noi stessi.
Finchè....
Finchè non approdiamo su Mulholland Dr,simbolo perituro e perenne di una meta che non esiste,di un Senso così alto (in senso intensivo,non morale s'intende ) che è impossibile da afferrare tanto per la Ragione quanto per le facoltà più genuinamente (biecamente ? ) istintuali.
Simbolo anche però di una tensione tutta umana e tutta inesausta,al compimento di sè.Un compimento certo parziale,perverso,morboso condotto sui binari sfuggenti della soggettiv(it)a(')e sui percorsi accidentati dell'inconscio.
Il(la) duplice viandante dell'ultimo Kosmos (???) lynchiano prima di INLAND EMPIRE di prossima visione (o dovremmo dire rapimento ? ) non conosce salvezza,perchè la sua selva è quella rada e spettrale dei boschi circostanti Mulholland ,utopia (u-topia )nietzschiana di ineludibile chiarezza in un mondo dove (non diremo Dio è morto ) ciascuno ha (è ? ) il proprio dio.

Culmine,dicevamo.
Fine dell'arte,sublimazione senza ritorno nei territori dell'anima.L'apice è indubbio e innegabile.
Il cinema è nato coll'esigenza tutta capitalistica di stupire,sotto l'egida tutta palpabile del guadagno immediato e del pionierismo folgorante.
E' rinato ,come arte, per DOCERE,MOVERE,FLECTARE sotto le spoglie di un classicismo positiv(o/istico) a Hollywood,nei panni di un fervente imperituro progressista sperimentalismo nel resto d'Europa
Si è sviluppato come coscienza critica e di rinnovamento sulle onde lunghe della modernità in tutto il mondo con accenti diversi da paese a paese.
Si è cristalizzato in formule intrattenitivo-industriali certo della propria immortalità.
Ma,mi si passi l'azzardo,Prometeo è tornato.
E' tornato non per dare all'uomo bionico la chiave del progresso finale,ma al contrario per mostrargli,limitatamente all'arte dell'Occhio, la verità delle cose.
E la verità è una fine.
Perchè la verità è,come detto,un'apice che non si può allungare.
La verità finale dell'Arte Cinemsatografica è il suo totale annullamento alla ricerca del Senso ultimo.
Ma passiamo da un campo medio a una soggettiva,la nostra.
Se dall'esterno la spinta all'Assoluto è una sconfitta senz'appello,un'impossibilità di uscir[e] "a riveder le stelle ",non così ci parrà se volgiamo l'occhio a noi stessi,reduci dalla visione, per renderci conto che quello che è impossibile,nemmeno auspicato ai personaggi del Film,era stato preventivamente e premeditatamente riservato a noi,l'Occhio vitreo e lucente che sta dall'altra parte.
Qualcosa non solo,finalmente,fatto e rivolto verso lo Spettatore in una comunione quasi teatrale di esperienze condivise,ma che acquista il suo ultimo e più vero senso proprio nel dialogo muto eppur di un'assordanza lacerante,tra questi e l'Opera e di ritorno tra l'Opera e costui,però profondamente mutato.
Già,perchè non ci sarebbe fine dell'Arte senza la frantumazione imprevista e criminale della "quarta parete " e senza la violenta catarsi che un simile arbitrario atto porta con sè.
Naomi Watts ti respira accanto e puoi sentire la disperazione muta di Laura Harring .Prego chi leggerà di non prendere questa frase per certo indizio di sociopatia alienata,perchè il significato che sottende è solamente traslato e insieme simbolico.
Perchè se il film finisce,non finisce il Film, impresso a lettere di fuoco nell'anima di chiunque vi abbia PARTECIPATO,non si esaurisce il tesoro di profonda Conoscenza che ne consegue.
Non finisce,per dirla in breve,l'Esperienza.
Qualsiasi attitudine si abbia ,essa viene esponenzialmente stimolata e portata a livelli di genuinità e naturalezza mai più ripetibili.
In un'animo sensibile alle percezioni sottili,il contatto con l'Inferno di M. porta in alto, non vorrei dire alla sublimazione,ma davvero però a un compimento autentico di sè,seppur effimero quanto si vuole.
Ecco perchè il Cinema ha finito di vivere come creatura.Ha trovato la propria autenticità e l'ha donata ai suoi amanti,che ne han fatto tesoro.
Ecco perchè mi piace pensare che un amante,appassionato di donne,abbia finito di vedere Mulholland e abbia donata alla sua metà il coito meno animale e più pieno d'amore che si può pensare.
Ecco perchè mi piace pensare che un fumatore da 60 al giorno,ormai stufo della solita fumata, si sia goduto la più pura (velenosa come le altre, ma più pura perchè genuina ) sigaretta della sua vita.
Ecco perchè mi piace credere che anche nella camera di un poco convinto ma onesto seminarista la notte dopo Mulholland si sia accesa la luce più potente del mondo.

Io,più modestamente,ho scritto,ai limiti dello streamofconsciousness più bieco.

Cito testualmente dalle bianche pagine finali di Million Dollar Baby di F.X. Toole da me imbrattate,in mancanza di meglio,in quei spasmodici momenti di follia.
Il riferimento a Schopenauer è puramente strumentale,influenzato com'è da pressanti (sulla mia testa ,allora e adesso ) esegesi montaliane.

Terremoto emotivo
La vera natura dei sogni un genio l'ha trovata
La realtà non esiste e il cinema ce lo mostra impietoso.Esistono solo le emozioni viscerali e primordiali gli incubi più nascosti.Non si tratta di sterile masturbazione,ci sta parlando del fondo delle cose,dal fondo dell'essere umano,la ragione è impotente di fronte alle esplosioni del cuore umano.Che devastazione!Non è cinema,è pandemia pericolosa di anime malate e il contagio è inevitabile.Il mondo è quello che noi vediamo ma Oltre non c'è nessuna Voluntas,solo l'orrore.Il genio ha scoperchiatoil velo di Maya per mostrarci noi stessi,per farci morire,per farci vivere,per farci avere un senso.
Questo film distrugge e fortifica,uccide e resuscita.Non è cinema,è religione,metafisica.Metafisica del male,dell'uomo dell'universo,unica chiave (blu ) di lettura di frammenti sgranati e senza senso
E' la perdita e il dolore,l'unione,l'amore,la matrice primigenia dell'essere umano.
E' Dio rovesciato,parodiato,negato in una frantumazione di istanti lunghi come vita e di vite brevi come attimi.
E' arte pura al servizio dell'Uomo del Senso,dell'Esistere.
Si rimane feriti martoriati,lacerati mangiati vivi dall'Inconoscibile, da una potenza forte e oscena come l'Universo.
Il Nulla ravestito da Tutto.


BUCO
NERO
E
UN GENIO
CI ATTENDE

  Visualizza il profilo di Fakuser  Invia un messaggio privato a Fakuser    Rispondi riportando il messaggio originario
Fakuser

Reg.: 04 Feb 2005
Messaggi: 2656
Da: Milano (MI)
Inviato: 10-06-2007 16:58  
Poi mi sembra pacifico e bellissimo che non ho capito nulla.

Ma capire M. equivarrebbe a bruciarlo.

  Visualizza il profilo di Fakuser  Invia un messaggio privato a Fakuser    Rispondi riportando il messaggio originario
sloberi

Reg.: 05 Feb 2003
Messaggi: 15093
Da: San Polo d'Enza (RE)
Inviato: 11-06-2007 12:28  
quote:
In data 2006-12-01 15:10, Quilty scrive:
quote:
In data 2006-12-01 13:01, Verme87 scrive:


Schizobis...se trovi questa recensione postala per favore...voglio vedere quale sono le vostre reazioni su questi quesiti...
ciao!




Sono stati scritti fiumi di parole sulla trama....che riassunta è la storia di un'attricetta che commissiona un omicidio per una delusione amorosa, e poi disperata si suicida.




ha ha... questo post è geniale
_________________
E' ok per me!

  Visualizza il profilo di sloberi  Invia un messaggio privato a sloberi     Rispondi riportando il messaggio originario
Fakuser

Reg.: 04 Feb 2005
Messaggi: 2656
Da: Milano (MI)
Inviato: 11-06-2007 18:54  


[ Questo messaggio è stato modificato da: Fakuser il 11-06-2007 alle 20:49 ]

  Visualizza il profilo di Fakuser  Invia un messaggio privato a Fakuser    Rispondi riportando il messaggio originario
Schizobis

Reg.: 13 Apr 2006
Messaggi: 1658
Da: Aosta (AO)
Inviato: 11-06-2007 22:51  
quote:
In data 2007-06-10 16:58, Fakuser scrive:
Poi mi sembra pacifico e bellissimo che non ho capito nulla.

Ma capire M. equivarrebbe a bruciarlo.



Ho letto quello che hai scritto poco sopra. Diciamo che è una conferma sul fatto che i grandi film non finiscono mai, ma iniziano sempre nelle teste degli spettatori che li sanno accogliere e fare proliferare all'infinito, deformandoli anche nella propria percezione soggettiva.
Un piccolo appunto. Capisco l'approccio Joyciano, il flusso di coscienza, l'inconscio collettivo. Però tentare di spiegare un film non significa bruciarlo, ma rivestirlo di un significato, abbellirlo di una interpretazione, appunto donargli una altra vita autonoma, magari indipendente da quello che voleva dire l'autore. Come guardare un quadro o essere guardati da un quadro. I film di Lynch ti scrutano dentro, portando alla luce il rimosso, l'oscuro, il non detto.

  Visualizza il profilo di Schizobis  Invia un messaggio privato a Schizobis    Rispondi riportando il messaggio originario
Hegel77

Reg.: 20 Gen 2008
Messaggi: 298
Da: Roma (RM)
Inviato: 28-01-2008 21:26  
Ho letto con interesse le opinioni su questo topic e sono molto interessanti.

Volevo aggiungere due annotazioni:
una riguardo i colori che dominano e sono tre: il blu, il rosso e il nero. Al blu si associa spesso la dimensione onirica proiettata all'esterno, il rosso è spesso associato una dimensione onirica introiettata e il nero sembra volere evocare la morte.

Altra annotazione è il valore simbolico della cantante rebecca del rio, la cosìdetta donna piangente.
La donna piangente è la protagonista di una storia folk spagnola in cui una donna abbandonata dal marito decide di uccidere i suoi due figli e poi colta dal rimorso si suicida. La leggenda vuole che i singhiozzi del suo fantasma si possano sentire nel cuore della notte.
Evidente l'analogia con Diane che fa uccidere Camilla ma colta dal rimorso si suicida.

Complimenti a tutti per i bei commenti
_________________
Dare un senso alla vita può condurre a follie,
ma una vita senza senso è la tortura dell’inquietudine e del vano desiderio

  Visualizza il profilo di Hegel77  Invia un messaggio privato a Hegel77    Rispondi riportando il messaggio originario
AlZayd

Reg.: 30 Ott 2003
Messaggi: 8160
Da: roma (RM)
Inviato: 28-01-2008 21:41  
quote:
In data 2008-01-28 21:26, Hegel77 scrive:
una storia folk spagnola in cui una donna abbandonata dal marito decide di uccidere i suoi due figli e poi colta dal rimorso si suicida.



In pratica il "mito" di Medea, con la variante che il dolore spingerà Giasone al suicidio.
_________________
"Bisogna prendere il veleno come veleno e il cinema come cinema" - L. Buñuel

  Visualizza il profilo di AlZayd  Invia un messaggio privato a AlZayd  Vai al sito web di AlZayd    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 Pagina successiva )
  
0.122037 seconds.






© 1999-2020 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: